domenica 6 marzo 2011

Quanti modi di fare e rifare "Li Frisgiori Longhi"di Carnevale



"Quanti modi di fare e rifare..." è il tema del nostro progetto (di Ornella, Tamara, mio e di altre amiche): una volta al mese noi tutte vogliamo realizzare la stessa ricetta con gli ingredienti che abbiamo a disposizione e con il nostro modo personale di elaborarla.

Abbiamo iniziato il 6 febbraio 2011 con il golosissimo "Pane tedesco alla birra" postato da Tamara nel suo blog "Un poco della mia Maremma", ricetta tratta da Sale&Pepe Collection.


Questo mese abbiamo scelto Li Frisgiori Longhi (Frittelle Lunghe di Carnevale, simpaticissimi dolci carnevaleschi del blog di Dandoliva, per fsteggiare degnamente questa allegra festa cristiana che ci porta diritto diritto verso la primavere.

Questi sono gli ingredienti e le quantità che Dandoliva ha pubblicati nel suo blog (nelle parentesi ci sono le quantità e le varianti usate da me). Io ho usato poco più di 1/10 delle quantità originali, in famiglia siamo solo in due, per di più in questo periodo mio marito è spesso fuori per lavoro.
Volendo usare licoli in sostituzione del ldb, ho dovuto fare la conversione dei solidi e dei liquidi.
Le quantità usate da me danno un impasto morbido ma non liquido.

Ingredienti
  • 500 g. di semolato rimacinato (75 gr)
  • 500 g. di farina "00" (30 gr)
  • 1 litro di latte tiepido (45 ml)
  • 1 cubetto di lievito di birra 25 g. (80 gr di licoli attivo)
  • 1 pizzico di sale (un pizzico di sale)
  • scorza grattugiata di due arance non trattate (1/2 cucchiaino di aroma arancia)
  • mezzo bicchierino di acquavite (no)
  • mezzo bicchierino di liquore d'anice (30 ml di liquore d'anice autoprodotto)
  • abbondante olio di semi per friggere ()
  • zucchero semolato per ripassare le frittelle una volta fritte (zucchero vanigliato)

Nel tardo pomeriggio, ho mescolato in una ciotola le due farine con il latte tiepido, unito l'aroma arancia e il liquore d'anice (entrambi autoprodotti). Impastato con un cucchiaio e lasciato riposare per 15 minuti coperto con pellicola per alimenti.
Ho aggiunto licoli ed amalgamato bene, unito per ultimo il sale. Continuato a mescolare con il cucchiaio per alcuni minuti, sino a quando l'impasto è diventato liscio. Ho fatto una palla dell'impasto e coperto la ciotola con pellicola per alimenti e con una copertina di pile e fatto lievitare al caldo per tutta la notte, sino al raddoppio.
L'indomani nella mattinata, ho inserito parte dell'impasto in una sac a poche con beccuccio liscio e formato un lungo budello a spirale nella padella con olio a 180°, fino a doratura, da entrambi i lati e trasferito su carta assorbente.

Ho messo in un sacchetto per alimenti 4~5 cucchiai di zucchero semolato vanigliato ed aggiunto una frittella per volta. Tenendo chiusa l'apertura con la mano, ho agitato il sacchetto per far aderire lo zucchero su tutta la superficie della frittella. Continuato allo stesso modo con le altre.

Buon carnevale a tutti!


I frisgiori di Ornella

I frisgiori di Tamara

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Per il 6 aprile 2011 vogliamo cimentarci con la "Pastiera", classico dolce pasquale napoletano, è una bella sfida dato che noi dall'estero non abbiamo la possibilità di reperire tutti gli ingredienti necessari per avere un prodotto il più vicino possibile all'originale.

Ci avvaliamo della ricetta del sito PASTIERA.
Noi ce la metteremo tutta, chi avrà voglia di seguirci?



°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°


***************************************************
***************************************************


*********************************************
Altri link relativi al lievito liquido (licoli)

*************************************
********

13 commenti:

  1. buonissimiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!

    RispondiElimina
  2. Ciao Anna, come ho scritto a Ornella queste proprio non sono riuscita a farle, è un periodo bruttarello e mi manca lo spirito giusto..quello che avevo quando ho fatto il pane..ma anche se passerà carnevale mi cimenterò nella "Li Frisgiori Longhi"/impresa.
    Mi vuoi ancora bene? :-)

    RispondiElimina
  3. Questi proprio non li conoscevamo! Da provare assolutamente!
    Ciao!!!

    RispondiElimina
  4. belli ...non conosco questa ricetta ma prendo nota!

    RispondiElimina
  5. ricetta a me sconosciuta

    son simili alle ciambelle forse

    ciao anna carissima

    Vale

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia! Ongi volta che vengo qui da te trovo delle ricette che mi fanno rimanere a bocca aperta... Magari per il 6 aprile mi cimento anche io... ;)

    RispondiElimina
  7. Sempre belle le tue ricette e soprattutto ammiro la tua capacità di rimaneggiare le ricette con gli ingredienti che puoi reperire!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Anna, le foto sono ricomparse, ho tempestato di mail quelli di google, si sono applicati!, le nostre frittelle sono molto belle, le mie hanno qualche rigonfiamento nella parte di sotto, chi sa perché, comunque non le conosce nessuno...avevo previsto l'uscita per le 7 di stamani ma alle 9 sono andata io a farlo uscire il post, da solo non partiva....un abbraccio

    RispondiElimina
  9. mi ero dimenticata...oggi ho dato ad una mia amica, che aveva fatto la "mia" ribollita, i link dei vostri blog, per la cucina giapponese e per quella greca, eravamo al telefono, spero che abbia scritto bene...

    RispondiElimina
  10. @raffy
    grazie carissima!
    @accantoalcamino
    Libera carissima, lo so che quando ci si mettono le cose negative non finisco più di infastidire.
    Certo che ti voglio bene ;-)
    Non ti preoccupare delle ricette, c'è sempre tempo..
    Bacioni!
    @Jul e Mo
    Neanch'io li conoscevo, devo ringraziare Dandoliva.
    Ciao carissimi ;-)
    @Mary
    ;-) ;-)
    @ValeTork
    Vale è una ricetta sassarese, ma sono dolci di carnevale. Sono molto buoni!
    Un abbraccio carissima.
    @fantasie
    Dai... Stefania, che bello!!
    Ti cimenti anche tu con la pastiera?? Che bello!
    Non essendo un lievitato, si potranno usare anche le farine senza glutine, vero?
    Baci, baci.
    @Fabipasticcio
    Fabiana carissima, bisogna sapersi adattare, altrimenti non potrei fare niente di niente.
    Baci cara!
    @marsettina
    Grazie!!!
    @Tamtam
    Tamara cara, chi la dura la vince!
    Meno male che ti hanno dato una mano.
    Non ho ricevuto nessun messaggio da tue amiche, ma potrebbe sempre farsi sentire.
    Baci carissima!

    Grazie, grazie! E buona giornata della donna a tutti

    RispondiElimina
  11. Buongiorno cara Anna! Sono riuscita a passare solamente adesso a prendere link e foto...qui da ieri c'è bufera, vento e neve! Ci abbiamo messo un secolo a tornare a casa ieri sera..E poi l'elettricità è ritornata mezz'ora fa! Ti abbraccio a presto!

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)