venerdì 31 maggio 2019

Pane nel mondo: Sheermal bread (India-Iran-Pakistan)

Ho rifatto "Sheermal bread (India-Iran-Pakistan) " ma ho usato 1/4 degli ingredienti originali e l'ho fatto con il mio grandioso "licoli", per il resto è identico alla ricetta riportata nel post dalla Cuochina pubblicata nel blog "Quanti modi di fare e rifare" con la tag "il pane nel mondo" nella quale c'è anche una spiegazione sintetica della storia di questo pane:
Shirmal o Sheermal è un pane tradizionale allo zafferano. È ancora molto popolare in India, Iran, e Pakistan. E' un pane lattiginoso, leggermente dolce, morbido e ricco di profumi. La parola "sheer" significa "latte" e chiaramente il nome "sheermal" deriva dal fatto che l'impasto viene fatto con latte caldo anziché acqua.
Il cibo dell'Asia meridionale è fortemente influenzato dalla cucina centroasiatica e persiana. In Pakistan ed in India, molti ristoranti posti lungo le strada e nei piccoli punti di ristoro, cuociono ancora Sheermal, Taftan, naan e altre piadine in forni di argilla, chiamati tandoor di ispirazione persiana.
Per altre notizie, rimando al blog della Cuochina.

Grazie Cuochina, i tuoi suggerimenti sono sempre eccellenti!

Sheermal bread  (India-Iran-Pakistan)


Ingredienti
80 g farina debole
1/2 bustina di zafferano
30 g licol-salvia rinfrescato
5 g zucchero
1 tuorlo d'uovo
25 g latte
un pizzico di sale 
1/2 cucchiaino di pesto di zenzero 
20 g olio di semi
semi di sesamo qb

Preparazione
Al mattino ho rinfrescato licoli e lasciato lievitare. Nel pomeriggio ho riscaldato il latte a 40ºC circa. In una ciotola ho mescolato lo zucchero con 1/3 di tuorlo d'uovo, ho aggiunto il latte caldo e mescolato.
pesto di zenzero
Quindi ho unito il sale, il pesto di zenzero e l'olio di semi ed ho compattato il tutto. 
Ho aggiunto licoli e mescolando accuratamente, ho unito in piccole dosi la farina mista allo zafferano, dopo ho impastato a lungo, aiutandomi con una spatola.
Ho travasato l'impasto in una ciotola leggermente unta e l'ho coperto con della pellicola per alimenti e messo a lievitare per 2 ore in un posto fresco, quindi l'ho riposto in frigo sino al giorno successivo. 
L'ho tolto dal frigo e fatto ritornare a temperatura ambiente. L'ho diviso in due pezzi, appiattiti in forma ovale e trasferiti su una teglia ricoperta da carta forno.
Ho spennellato la superficie di ogni sheermal con tuorlo d'uovo, cosparsi con semi di sesamo e fatti cuocere in forno a 180º C per 20  minuti circa, sino a quando sono diventati dorati. 



*******************************
Altri link relativi al lievito liquido (licoli)
********************************



venerdì 17 maggio 2019

Pane nel mondo: Bolo do caco (Madeira, Portogallo)

Ho rifatto "Bolo do caco (Madeira, Portogallo)" ma ho usato 1/4 degli ingredienti originali, per il resto è identico alla ricetta riportata nel post dalla Cuochina pubblicata nel blog "Quanti modi di fare e rifare" con la tag "il pane nel mondo" nella quale c'è anche una spiegazione sintetica della storia di questo pane:
Il bolo do caco (letteralmente "pane di coccio") è un pane di grano tipico dell'arcipelago di Madera (in portoghese Madeira) che si può trovare sia sull'isola di Madeira che su quella di Porto Santo. Viene consumato come antipasto, contorno o piatto principale. È composto da farina di frumento, patate dolci, lievito, acqua e sale.
Per altre notizie, rimando al blog della Cuochina.

Grazie Cuochina, i tuoi suggerimenti sono sempre eccellenti!

Bolo do caco (Madeira, Portogallo)

Ingredienti 
50 g patata dolce
80 g farina forte (12% di proteine)
20+20 g acqua tiepida
1 g lievito di birra secco
poco sale

Preparazione
Ho sbucciato il pezzo di patata e l'ho tagliata a tocchetti che ho messo in una casseruola con acqua fredda, portato a bollore e fatto cuocere per circa 20 minuti, deve diventare morbida.
Ho scolato la patata e schiacciata con la forchetta. In una ciotola ho fatto la fontana alla farina ed ho versato 20 g di acqua tiepida e il lievito secco, ho mescolato con una spatola e lasciato riposare per 10 minuti circa. Ho unito la patata schiacciata e mescolato, aggiunto l'acqua restante ed impastato.
L'ho trasferito sopra il piano lavoro e impastato bene fino a farlo diventare morbido ed omogeneo. Ho unito il sale e continuato ad impastare. Formato una palla e l'ho messa in un contenitore leggermente infarinato. L'ho chiuso col coperchio e riposto in frigo per 3 giorni. Tolto dal frigo l’impasto si presenterà pieno di bolle anche nella parte inferiore.
L'ho trasferito sul piano infarinato e degassato. Ho formato 2 palline da 80 g circa e le ho appiattite con le mani fino ad ottenere uno spessore di circa 2 cm. Le ho infarinate sopra e lasciate riposare, coperte da un canovaccio, per mezz'ora.
Dopodiché ho cotto il pane sul gas, usando una padella antiaderente con il fondo spesso, a medio-alta temperatura finché non si è formata una crosta abbastanza dura, quindi l'ho fatto cuocere dalla parte opposta.  E' ottimo sia caldo che tiepido.


domenica 12 maggio 2019

Quanti modi di fare e rifare: Sgombro con daikon grattugiato

Eccoci alla seconda domenica di maggio, che bello ritrovarsi insieme con la nostra cucina aperta anche oggi, ed è ancora più bello con il menù 2019 di "Quanti modi di fare e rifare" con le ricette "made in Japan (Giappone)" e "made in Norway (Norvegia)".
Oggi è la volta di una ricetta giapponese: (Yaki saba no mizore niru) Sgombro con daikon grattugiato.
Questa volta non ho fatto nessun cambiamento, ho copiato pari pari la ricetta originale.

Per 2 persone
1/2 sgombro (250g)
200g daikon grattugiato
2 cucchiaio di farina debole
1 cucchiaio di olio di semi
① salsa di soia 2 cucchiai
① sake 2 cucchiai
① mirin 2 cucchiai
① acqua 100ml
① dashi in polvere 1 cucchiaino
20g zenzero grattugiato
Erba cipollina qb

Preparazione
Ho sbucciato daikon, l'ho grattugiato e messo da parte. Ho tagliato l’erba cipollina ad anelli e messo da parte.
Ho tagliato lo sgombro in quattro pezzi e li ho infarinati. Ho versato l'olio di semi nella padella, fatto riscaldare a fuoco medio e cotto i pezzi di sgombro sui due lati, quindi li ho tolti dalla padella.
Eliminato con della carta da cucina l'olio dalla padella e versato gli ingredienti contrassegnati con ①, ho portato a bollore a fuoco alto, messo al minimo ed aggiunto lo zenzero grattugiato.
Ho messo lo sgombro cotto nella padella e fatto cuocere a fuoco debole per 10 minuti circa, con coperchio.
Infine, ho aggiunto daikon grattugiato, travasato nel piatto e distribuito sopra l’erba cipollina tagliata.
Lo abbiamo mangiato col riso bianco cotto alla giapponese (vedere qui)


***************************
Il prossimo incontro con i "Quanti" sarà per il 9 giugno 2019 alle ore 9:00
con la sesta ricetta del nuovo Menù 2019 "Ricette dal mondo"
(Pannekake i kopp) Pancake in tazza

***************************
Ricordo che il blog della Cuochina è "Quanti modi di fare e rifare"
il suo indirizzo di posta elettronica è: quantimodidifareerifare@gmail.com
che gli incontri dei "Quanti modi" avvengono la seconda domenica del mese, alle 9:00
e che ci si può incontrare su Facebook

e su twitter