domenica 6 febbraio 2011

Quanti modi di fare e rifare "Il pane tedesco alla birra"


Pane tedesco alla birra con licoli

Finalmente si parte!! Da quanto tempo ne parlavamo! Da prima di Natale! E, finalmente, riusciamo a dare il via a questa iniziativa.

"Quanti modi di fare e rifare..." è il tema del nostro progetto (di Ornella, Tamara e mio): ogni mese realizzeremo la stessa ricetta con gli ingredienti che abbiamo e con il nostro modo personale di elaborare le pietanze. Si sono unite a noi anche le nostre amiche Libera e Stella
Iniziamo con il golosissimo "Pane tedesco alla birra" postato di recente da Tamara nel suo blog "Un poco della mia Maremma", ricetta di Sale&Pepe Collection.

Note: Prima di cominciare
Ho scelto di usare il lievito liquido (licoli), ho dovuto fare la conversione della ricetta originale che era con ldb (vedere qui) modificando tutte le quantità.
Per avvicinarlo di più al mio gusto, ho aumentato un po' i liquidi così da avere un pane più soffice, anche se, in genere, il pane tedesco ha la mollica abbastanza compatta.
Per lo stesso motivo ho diminuito il burro ed aggiunto dello strutto, mi sembra che quest'ultimo abbia questa prerogativa
Io ho usato "Yebisu All Malt Beer" un'ottima birra chiara giapponese.
Nella ricetta originale viene spennellato con birra, io ho fatto un miscuglio con l'uovo, mi seccava aprire un'altra lattina di birra ^-^, ma lo scopo lo ha raggiunto lo stesso: la crosta è diventato color bronzo.
Ho fatto 3 pseudo-rinfreschi per avere un frizzantissimo lievito liquido

Ingredienti
315 gr di farina di forza
80 gr di farina di segale
80 gr di farina integrale
270 ml di birra
200 gr di lievito liquido (licoli) molto attivo (pseudo-rinfreschi)
1 cucchiaio di malto
1 cucchiaio di miele d'acacia
1/2 cucchiaino di sale
12 gr di burro non salato
12 gr di strutto home made
Per la crosta
semi di (zucca, orzo, miglio, amaranto, sesamo)
poco di uovo, acqua, sale


Preparazione

Metto (solo a livello indicativo) i miei orari, per una più semplice comprensione. Licoli, al contrario del lievito di birra, ha bisogno di una lunga lievitazione anche se la sua quantità è rilevante.

ore 22:00
Nel boccale della planetaria ho unito le tre farine e la birra ed ho fatto mescolare, coperto e lasciato riposare per 20 minuti circa.
Quindi ho aggiunto licoli (lievito liquido), il malto ed il miele ed ho fatto mescolare a velocità 4 (planetaria KitchenAid) per 8~10 minuti. Quindi man mano unito il burro e lo strutto in piccole quantità, ed infine il sale.
Quando l'impasto, si staccava dalle pareti della planetaria, l'ho appallottolato e messo in una ciotola ricoperta da carta forno bagnata e ben strizzata e unta leggermente d'olio evo, coperta con pellicola per alimenti ed un panno. Fatto riposare vicino alla stufa. Si erano fatte le 23 :00, dopo circa un'ora...

ore 24:00
Ho fatto le pieghe a tre all'impasto e rimesso nella ciotola coperta, fatto riposare vicino alla stufa per mezz'ora. Subito dopo in frigo sino all'indomani.

ore 8:00 del giorno dopo
Tolto dal frigo e fatto riposare vicino alla stufa.

ore 9:30
Ho fatto alcune pieghe a tre e poi dato la forma a pagnotta, rimesso nella ciotola con la giuntura sotto. Coperto con pellicola per alimenti e copertina, fatto lievitare vicino alla stufa fino al raddoppio.

ore 15:00
Dopo aver preriscaldato il forno a 240°C. ho spennellato la cupola del pane con un miscuglio fatto con poco uovo, un cucchiaino di acqua ed un pizzico di sale e, quindi, cosparso di semi vari, dato un taglio a croce e fatto cuocere per 15 minuti. Ho diminuito la temperatura del forno sino a 180°C e fatto cuocere per altri 15 minuti. L'ho trasferito sulla griglia del forno e lasciato ancora altri 10 minuti.
L'ho lasciato raffreddare su una griglia e finalmente l'ho tagliato per vedere com'era venuto

Ecco l'interno, morbidissimo e goloso.
E' un pane molto profumato, viene voglia di farlo e rifarlo a non finire.



versione di Tamara
versione di Ornella
versione di Libera
versione di Stella




**********************************************************
Per il 6 marzo 2011 tutti a preparare Li Frisgiori Longhi (Frittelle Lunghe di Carnevale, simpaticissimi dolci carnevaleschi che abbiamo trovato nel blog di Dandoliva
**********************************************************


***************************************************
***************************************************

8 commenti:

  1. Ma che bella iniziativa! Credo proprio che vi seguirò :-) QUesta ricetta è deliziosa, e dettagliata e precisa...insomma, te la copio subito! :-)

    RispondiElimina
  2. Carissima te l'ho già detto ma lo ripeto: è una meraviglia questa pagnotta! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Ciao Anna, ora che il mio licoli è nuovamente vivace vedrò di partecipare..se non ce la faccio per questa pagnotta sarò presente per la prossima ricetta, comunque ci sarò :-)

    RispondiElimina
  4. Finalmente un nuovo contest! Farina, lievito e fantasia in collaborazione con Emile Henry ha organizzato uno straordinario contest “Frutta in pentola”, dove la protagonista indiscussa è proprio la frutta, sia fresca che secca. I premi? Beh ti invito a sbirciare nel blog, ti aspetto http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2011/02/contest-frutta-in-pentola.html

    RispondiElimina
  5. @Claudia
    Grazie Claudia, hai visto che bella la prossima ricetta? Ti aspettiamo!

    @sulemaniche
    Grazie mille carissima ^-^

    @ornella
    Cara Ornella, abbiamo scelto proprio una bellissima ricetta da replicare.
    Adesso prepariamoci per la prossima ;-)

    @accatoalcamino
    Libera carissima, se hai tempo ti consiglio di replicare anche tu questo squisito pane, ne vale la pena.
    Ti aspettiamo per i dolci di carnevale di Dandoliva.
    Qui giornata bigia, pioviggina e tende al peggio, uffa!

    @Ramona
    Grazie per avermi avvisato, vado a dare un'occhiata.

    Baci a tutte, siete sempre molto care! ;-) b;-)

    RispondiElimina
  6. Libera cara, ho già messo la foto ed anche il tuo nome come partecipante all'iniziativa.
    Grazie!
    Baci

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)