sabato 6 giugno 2009

Lievito naturale in coltura liquida (conversione da pasta madre)

Ho eseguito tutto il procedimento della conversione da pasta madre per avere il lievito naturale in coltura liquida (li.co.li.), così come mi ha consigliato di fare gpmari di coquinaria.it "qui".

Ma, ci si chiderà "Perchè usare il lievito liquido??"
Le mie convinzioni sono:
- Non avere il problema di rinfrescare ogni 3-4 giorni la pasta madre (il lievito liquido può rimanere parcheggiato in frigo per 2-3 mesi senza il problema del rinfresco)
- Avere un pane ancora più alveolato e profumato
Per queste mie convinzioni ho eliminato quasi completamente la mia pasta madre (è in freezer ed una piccola parte secca in busta alimentare, non si sa mai!!!) a favore di li.co.li.

Andiamo alla conversione da pasta madre a lievito in coltura liquida (li.co.li.)

Questa è la documentazione fotografica del rinfresco effettuato alle 24:00 con il livello della fermentazione avvenuta fino alle 7:00 della mattina successiva e quello delle 14:30, livello massimo prima dello scontato ed aspettato collasso.


Alle 17:30, a collasso avvenuto, il livello era vicinissimo a quello di partenza.


Logicamente lo starter è stato la mia pasta madre. In mancanza, gpmari spiega come farsi uno starter partendo da farina, acqua e yogurt.
Mi era stato consigliato di iniziare, impastando 100 gr di pm, 100 gr di manitoba e 60 gr di acqua e di aumentare l'acqua del 10% in ognuno degli otto rinfreschi e, dal 4. rinfresco, di mescolare con le fruste dello sbattitore.

Per evitare sprechi inutili ho operato così:

1. (ore 16:00) 10 gr pasta madre + 10 gr manitoba + 6 gr acqua
La fermentazione c'era ma poco vigorosa, l'acqua è il 60% della pasta madre

2. (ore 24:00) 25 gr di coltura + 25 gr manitoba + 18 gr acqua
Ho usato tutta la coltura in preparazione, l'acqua è il 70% della coltura. Buona fermentazione

3. (ore 08:00) 60 gr di coltura + 60 gr manitoba + 48 gr acqua
Ho usato tutta la coltura in preparazione, l'acqua è l'80% della coltura. Ottima fermentazione

4. (ore 16:00) 100 gr di coltura + 100 gr manitoba + 90 gr acqua
Ho usato 100 gr della coltura in preparazione (la restante pasta da riporto l'ho usata per fare la pizza, data l'ottima fermentazione), l'acqua è il 90% della coltura. Ottima fermentazione.
Avrei potuto utilizzare 50 gr di coltura, 50 gr di manitoba e 45 gr d'acqua, anzi lo consiglio, per non ritrovarsi con una montagna di pasta lievitata residua. La cosa importante è rispettare le proporzioni


5. (ore 24:00) 100 gr di coltura + 100 gr manitoba + 100 gr acqua
Ho usato 100 gr della coltura in preparazione (la restante parte l'ho messa in frigo, in un contenitore di vetro), l'acqua è il 100% della coltura. Ottima fermentazione. Avrei potuto utilizzare 50 gr, o anche meno, di coltura e manitoba, la cosa importante è rispettare le proporzioni

6. (ore 08:00) 50 gr di coltura + 50 gr manitoba + 55 gr acqua
Ho usato 50 gr della coltura in preparazione (la restante parte l'ho messa in frigo, nel contenitore di vetro insieme alla pasta residua precedente), l'acqua è il 110% della coltura. Ottima fermentazione. Avrei potuto utilizzare anche meno di coltura e manitoba, la cosa importante è rispettare le proporzioni

7. (ore 16:00) 50 gr di coltura + 50 gr manitoba + 60 gr acqua
Ho usato 50 gr della coltura in preparazione (la restante parte l'ho messa in frigo, nel contenitore di vetro insieme alla pasta residua precedente), l'acqua è il 120% della coltura. Fermentazione vigorosa. Avrei potuto utilizzare anche meno di coltura e manitoba, la cosa importante è rispettare le proporzioni

8. (ore 24:00) 50 gr di coltura + 50 gr manitoba + 65 gr acquaHo usato 50 gr della coltura in preparazione (la restante parte l'ho messa in frigo, nel contenitore di vetro insieme alla pasta residua precedente), l'acqua è il 130% della coltura. Fermentazione come da prima foto inserita. Avrei potuto utilizzare anche meno di coltura e manitoba, la cosa importante è rispettare le proporzioni


Con questo lievito naturale in coltura liquida ho fatto i panini al latte che in genere faccio con lievito di birra.
La lievitazione è stata stupefacente ed ha continuato anche durante la cottura

Il gusto è incredibile, di farina, zucchero e latte.
Il lievito natura non lascia nessun sapore o retrogusto.

L'interno ben alveolato. A breve inserisco la ricetta.

*******************************
Altri link relativi al lievito liquido (licoli)
*******************************


Con la pasta degli scarti del 4. rinfresco ho fatto questa pizza. Per tanto, qui non ho usato il lievito naturale in coltura liquida.


Con una parte della pasta degli scarti di ogni rinfresco, quella che dal 5. all'8. rinfresco ho messo tutto insieme in un contenitore di vetro nel frigo, ho fatto questo pan focaccia morbidoso con pomodori secchi e rametti di timo

A breve inserisco le ricette con la pasta degli scarti.

122 commenti:

  1. Ciao Anna,
    aspettavo questo tuo post ........ adesso seguirò la tua tabella di marcia per decidermi finalmente a fare il lievito liquido .......... oggi qui diluvia quindi mi sa che questo fine settimana il tempo è ideale per fare esperimanti
    ............. grazie di cuore
    presto ti comunichero i risultati

    buon weekend
    Manuela

    RispondiElimina
  2. Anna ma che meraviglia!!! Devo provare assolutamente anche io!!! Ti farò sapere..

    RispondiElimina
  3. che meraviglia, sono invidiosa :(
    che splendidi i panini!!! li voglio!!!!!

    un bacione

    RispondiElimina
  4. Ciao Anna, mi chiamo Manuela. Ho scoperto ora ora il tuo blog grazie all'aggregatore ricettedicucina.. sono rimasta piacevolmente meravigliata da quei panini e da tutte le foto che documentano le fasi di fermentazione! .. se c'è una cosa che mi piace da matti e mi intriga, è proprio il vedersi formare delle cose. Per me è come se fossero una magia.

    Un saluto e complimenti per le cose belle che offre il tuo blog.

    RispondiElimina
  5. @ Manu... Manuela, io mi ci sono trovata bene, secondo me è da fare.
    Ma, lasciati un poco di pm da parte....!
    Anche a te buon weekend carissima!
    Baci!

    @ Cianfresca... Francesca, tu hai detto di non avere la pasta madre, vero? Prova il procedimento di gpmari, sembra che funzioni.
    E' stupendo panificare con il lievito liquido.
    Baci!

    @ Sere... Serenaaaaaaaaa!! Da quanto tempo......!!!
    Stai bene?
    Belli i panini al latte, vero?
    Sono facilissimi da fare, appena posso posto la ricetta.
    Bacioni carissima!

    @ fiOrdivanilla... Grazie Manuela, sei molto gentile!
    Anche a me piace fari esperimenti e cercare di creare cose che sembrava impossibile realizzare home made.
    Ho dato un'occhiata velocissima al tuo blog, interessantissimo!
    Ciao, ciao!

    RispondiElimina
  6. Davvero interessante,prendo appunti.

    RispondiElimina
  7. Che lavoraccio! Però il risultato è davvero invidiabile!!!

    RispondiElimina
  8. @ ilcucchiaiodoro... E' un procedimento un poco lungo, ma i risultati valgono l'impegno.
    Grazie!

    @ Jelly... Carissima, serve solo il tempo a disposizione, penso che non sia difficile trovare uno spazietto ogni 8 ore, per il resto è facilissimo da fare. Il risultato è notevole.
    Come sta il cucciolo? E tu, tutto bene?
    Bacioni!

    RispondiElimina
  9. molto, molto interessante.
    Il risultato è davvero ottimo.
    ciao
    stefania

    RispondiElimina
  10. Wowww...che meraviglia!!!
    Ho visto prima i panini (stupendi) e incuriosita sono venuta a leggere di questo lievito....che differenza hai trovato con la pasta madre?
    Un bacione

    RispondiElimina
  11. Antonella, è molto più buono il sapore con il li.co.li.!
    Vale la pena sprecare un poco di tempo e prepararlo.
    Ma ho sempre da parte un poco della mia amata pasta madre (^-^)
    Ciao!

    RispondiElimina
  12. Ciao Stefania, grazie della visita.
    Effettivamente il risultato è eccezionale!
    Baci!

    RispondiElimina
  13. e poi lo tieni in frigo come la pasta madre e ogni tanto fai il rinfresco? ogni quanto?
    complimenti i tuoi lievitati sono bellissimi :-)

    RispondiElimina
  14. @ Stelladisale...
    Sì, lo tengo in frigo e, prima di usarlo, lo rinfresco poi prendo quello che mi serve, faccio il poolish e quindi impasto per i lievitati.
    Si dovrebbe rinfrescare una volta alla settimana, al più tardi ogni due settimane.
    Grazie per il tuo gradito commento (^-^)

    RispondiElimina
  15. Ossignore!!!!!! Non lo avevo letto!!! Ero assente nel periodo in cui hai fatto il post!!!! Mi avrebbe risparmiato il lieviticidio che ho fatto!!!
    In autunno ci provo! Grazie mille!
    Marty
    P.s. comunque il mio lievito non credo stesse bene, ho visto in giro per il web dei lieviti fantastici tanto erano gonfi ed alveolati....il mio porello...lasciamo perdere!

    RispondiElimina
  16. l'idea di prendere in mano il "coso" per 10 volte ogni sei ore mi fa sentire tipo gatto sotto la doccia: non proprio al massimo dell'entusiasmo ;-)

    però sarebbe solo per la prima volta, no?


    comincio a tentare di convincermi lentamente...
    ciaosphismsk

    RispondiElimina
  17. Luxus, non lo devi prendere in mano, basta usare il cucchiaio.
    E poi, la conversione avviene in 8 passaggi, ma se il tuo lievito madre è molto forte, potrebbero bastare anche 7 passaggi.
    Il resto sono i rinfreschi per la panificazione.

    Se, dopo aver fatto tutti gli 8 passaggi per la conversione, vuoi panificare subito, potresti passare direttamente al poolish e poi alla panificazione.

    Se licoli rimane per più o meno tempo in frigo, quando si vuole panificare si dovrebbero fare 2 rinfreschi, il poolish e poi proseguire per la panificazione.
    Se ti sembra troppo complicato, fai degli esperimenti e vedi quale ti soddisfa di più.

    Stamane ho fatto il primo rinfresco a 7 gr del mio licoli che sta in frigo dal 19 settembre, tra 10 minuti faccio il secondo, stasera prima di dormire il poolish e domani vado con la panificazione.

    Kiss!

    RispondiElimina
  18. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  19. Ciao Anna finalmente oggi è la giornata giusta per fare conversione, volevo chiederti la pasta madre che mi avanzerà siccome non la voglio perdere, posso rinfrescarla e congelarla direttamente oppure devo fare qualche manovra particolare prima di congelarla? grazie

    RispondiElimina
  20. Milla, scusa il ritardo, sono appena tornata.
    Ti ho scritto un e-mail
    Baci!!!

    RispondiElimina
  21. grazie Anna, non preoccuparti tanto ho avuto un contrattempo ed ho dovuto rimandare!

    RispondiElimina
  22. Ciao Anna, sono Tamara una nuova visitatrice, ti ho conosciuto solo oggi attraverso il Pasto nudo. Amo molto cucinare, dolce salato e tutto quello che mi aggrada è proprio una passione che mi porto dietro e che coltivo da sempre, anche se non ho tempo cerco di trovarlo, magari stando meno tempo davanti allo specchio...sai le passioni ti prendono...ho fatto la pasta madre seguendo le spiegazioni del Pasto nudo, ma siccome non mi basta perché i miei figli chiedono sempre...i muffins, i panini per gli hamburger, la pizza bianca la pizza rossa...tu capisci quanta pasta madre ci vorrebbe?.... ma è lenta allora ho scoperto che esiste anche la liquida che è più veloce, così ne coltivo due, e sul Pasto nudo ho trovato ieri sera il consiglio della tua "ricetta"...sono solo a due rinfreschi ma è partita subito in quarta...poi ti faccio sapere...un caro saluto, Tamara

    RispondiElimina
  23. Tamara, grazie della visita!
    Decisamente licoli è più confacente con tutte le esigenze della famiglia: si conserva meglio, se ne può creare molto facendo tanti rinfreschi ravvicinati che aiutano anche la morbidezza dei lievitati.
    Devi avere solo un poco di pazienza nella conversione e poi vai sul liscio.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  24. ciao, sono nuova ed ho appena provato con una pasta madre giovane a fare la trasformazione da pm solida a lievito liquido. Ho appena fatto l'ultimo rinfresco degli otto rinfreschiogni otto ore. Ho rispettato le proporzioni ma il composto già dal penultimo rinfresco (quello di stamattina) cresce pochissimo. Ho notato già da stamattina che come lo verso nel vaso che ricopro con la pellicola sopra si forma un pò di acqua e lo stesso ho visto con l'ultimo rinfresco. Adesso sono passate due ore e il composto è immobile. Il vaso è nel forno spento con la luce accesa. Puoi aiutarmi? Grazie

    RispondiElimina
  25. Ciao, mi dispiace che ti stia facendo tribolare.
    Ma tu dici che la pasta madre era giovane, potrebbe essere questo uno dei problemi. Avresti dovuto farla maturare bene prima di convertirla in licoli.
    Secondo, non coprirlo con la pellicola, potrebbe mancare l'aria. Io ci metto un piccolo piatto sopra e poi una salvietta, se fa freddo copro il vaso con una copertina di pile.
    Prova a fare dei rinfreschi più ravvicinati, prendi 20 gr di licoli e rinfrescalo, prima di sera rifanne un altro e domani mattina un altro ancora.
    Speriamo bene! Fammi sapere come va!

    RispondiElimina
  26. grazie per la tua gentile e celere risposta ma forse hai ragione tu che ho provato troppo presto. Ho riguardato la tua foto che sta sopra e in nessun rinfresco il mio lievito ha raggiunto quell'altezza. Forse è ancora troppo debole. Quindi lascio stare per il momento e faccio tesoro dei tuoi consigli. Grazie tante.ciao

    RispondiElimina
  27. ciao Anna, non ho avuto il coraggio di buttare via tutto dopo avertelo scritto ero proprio un pò giù dopo tutto il lavoraccio, e ho lasciato i 20 gr di licoli rinfrescati una volta quel giorno e due volte ieri (ero passata già a 25 gr di licoli e poi a 40 gr) così solo per sperimentare. Oggi ho controllato ed ho visto che non solo era raddoppiato ma aveva fatto anche un pò di schiuma. Questo dopo circa 18 ore dall'ultimo rinfresco.
    Allora sono tornata alla proporzione 50/50/65 ed ho usato pure la frusta elettrica per qualche minuto prima di rimetterlo nel vaso coperto da un piattino. Adesso che non ho più un piano predefinito per procedere chiedo un favore a te di indicarmi una tabella di marcia. Io non ho mai visto quella ricaduta che fa il lievito quando è cresciuto e cala lasciando il segno. Forse per la debolezza dovevo rinfrescare non ogni 8 ma forse 12 o forse 24 ore.Come mi regolo adesso? Puoi aiutarmi? Ti ringrazio in anticipo.ciao

    RispondiElimina
  28. Che bello!!!
    Sono contenta che si sia riattivato!
    Forse avrà avuto paura di essere buttato ^-^!
    Allora, secondo me, fare i rinfreschi ravvicinati rinvigoriscono il lievito liquido.
    Adesso cerca di creartene almeno 250-300 gr e se lievita bene (quando lo rinfreschi, metti un segno sul vaso, così ti rendi conto di quanto aumenta) lo puoi mettere in frigo e lasciarlo come madre dei tuoi lievitati.
    Se vuoi panificare, prima di metterlo in frigo ne prendi 50 gr e fai il poolish con queste proporzioni: 50gr licoli+100gr acqua+100gr farina di forza (e fai lievitare tutta la notte o almeno 8 ore) ed avrai 250 gr di licoli che puoi usare per fare il pane.
    In bocca al lupo.

    RispondiElimina
  29. Grazie per la risposta ma ti scrivo come ho capito:
    devo crearmi 250/300 di licoli: gradatamente? cioè adesso sono 50/50/65 rinfrescato alle 13.00 aspetto quante ore? io penso che mi regolerò con la crescita del lievito: penso minimo 18/24 ore e poi domani rinfresco passando subito a 100/100/130? oppure passo subito a 250/250/325? Per quello che ci capisco io potrei aggiungere gradatamente adesso è 50 dopo 75 poi 100 poi 125...... per far prendere forza al lievito.Diciamo cominciando ogni 24 ore e poi dimunuendo i tempi regolandomi appunto con la crescita del licoli. Giusto? Tenendo presente che il punto finale deve essere come la tua foto in alto un lievito che raggiunge il massimo e scende. O è un risultato che devo vedere ad ogni rinfresco?Scusa i miei dubbi sciocchi ma brancolo nel buio per totale mancanza di esperienza, ciao e grazie

    RispondiElimina
  30. Ciao Lo, devi crearti 250/300 gr di licoli nel modo che ritieni più opportuno per il tuo lievito.
    Penso che puoi fare benissimo come dici tu: prima 50 dopo 75 poi 100 poi 125...... per far prendere forza al lievito.
    Quel risultato dovresti vederlo ogni volta, ma non sempre lievita allo stesso modo, ci sono sempre tanti fattori diversi che influenzano sulla lievitazione.
    Non ti creare problemi in relazione ai tuoi dubbi, non sai quanti ne ho avuti io ^-^!
    Spero solo di poterti essere di aiuto!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  31. grazie mille Anna delle tue parole calorose e gentili che mi fanno sentire meno sola con i miei esperimenti perchè nessuno intorno a me conosce la p.m. solida o il licoli. Sono approdata a te da il sito del PASTO NUDO e prima ho fatto la lettrice silenziosa poi ti ho scritto soprattuto per queste parole invitanti che ogni messaggio è un ponte che si costruisce. Il mio licoli è vivo grazie a te che se non mi dicevi di togliere la pellicola starei ancora tribolando. Stamattina ho visto che stanotte il licoli è sceso al segno di partenza (il famoso collasso)quindi ho calcolato che ci mette circa 12 ore. L'ho rinfrescato alle 7.30 di stamattina e adesso che sono quasi le 17.00 sta ancora lievitando. Sono proprio felice!! e non vedo l'ora di sperimentare le tue ricette che ho già letto molte volte.. Sarai la prima a sapere del mio primo prodotto lievitato.
    Grazie, grazie, grazie di cuore.

    RispondiElimina
  32. cara Anna, ieri ho fatto quei panini dolci meravigliosi Ensaimada o Mallorca...sono venuti benissimo grazie anche alla spiegazione della ricetta, dentro ho messo la marmellata di zucca che ho fatto io, a me sono lievitati tantissimo dentro non ho trovato spazi vuoti...forse il licoli era superattivo...Anna volevo chiederti se hai una buona ricetta per la colomba...ne ho fatte due con una ricetta delle sorelle Simili, credo riaggiustata, presa dal pasto nudo ma sono venute talmente acide che le ho buttate immediatamente, e con lo stesso lievito faccio il pane toscano e altre cose che vengono benissimo (liquido) mi segnali qualcosa? grazie Anna e cari saluti

    RispondiElimina
  33. Ciao Tamara,
    anche tu licolinomane, vero ^-^?
    Che fortuna possederlo!!!
    Per quanto riguarda la colomba, non l'ho mai fatta, ma mai dire mai!
    Potremmo fare insieme quella delle Simili ma con licoli, che ne dici?
    Oggi pomeriggio ho iniziato i rinfreschi di licoli (vanno bene gli pseudo-rinfreschi, giovedì sera tardi l'impasto e venerdì la cottura.
    Ce l'hai la ricetta? Se mi mandi un messaggio privato (basta fare click su home e vedrai il mio contatto), te la invio.

    RispondiElimina
  34. Anna cliccando su home si apre outlook che io non ho e non so come fare (sono un po' imbranata, e mio figlio è all'università) la mia mail è tamara.giorgetti@gmail.com il mio licoli l'ho convertito da pasta solida seguendo la tua spiegazione...ora lo sto rinfescando per fare il pane toscano (ho fatto stamane l'ultimo passaggio 50-100-100)e stasera è pronto per il primo impasto...dimmi tu?

    RispondiElimina
  35. Tamara, è bellissima questa nuova esperienza!
    Diamoci da fare e prepariamo un "capolavoro" (speriamo bene ^-^)

    RispondiElimina
  36. Ciao Tamara mi chiamo Loredana e tra diversi link su altri blog sono approdata al tuo..innanzitutto complimenti per la qualita' delle cose che proponi. Qualche settimana fa mi sono lanciata nella trasformazione della mia pm in licoli seguendo le tue indicazioni.Alla fine del punto 8 ho messo tutto in frigo e sono andata una settimana in vacanza. Ieri sono tornata e ho visto che l'acqua si è separata e il resto è andato al fondo. E' normale? come mi devo comportare ora? devo buttare tutto? Grazie mille

    RispondiElimina
  37. Ciao Loredana, prima di tutto ti dico che io sono Anna e non Tamara.
    Tamara invece ha ricevuto il tuo messaggio con il mio nome e ti ha anche risposto.
    Chiarito questo andiamo al tuo quesito:
    Non ci dovrebbero essere problemi per la separazione della parte liquida, basta dare una bella mescolata e fare alcuni rinfreschi e provare la forza del tuo lievito facendo del pane.
    Qualche volta capita che il lievito liquido si separi e che l'acqua in superficie cambi un poco il colore. In estate sarebbe meglio rinfrescarlo in pari proporzioni: 100% licoli + 100% acqua + 100% farina.
    Ad ogni modo, prova ad usarlo e poi ti regoli di conseguenza.
    Se ti va, fammi sapere come si comporta.
    Ciao!

    RispondiElimina
  38. Grazie mille Anna, scusami per la confusione che ho fatto...Tamara mi ha risposto, è stata gentilissima. Grazie ancora infinitamente per la disponibilita' e ti terro' aggiornata con molto piacere.

    RispondiElimina
  39. Carissima Anna ho iniziato a utilizzare il lievito e ho attenuto finora ottimi risultati. Ieri ho preparato i croissant di Luca Montersino e sono venuti strepitosi. Finora quando utilizzavo la pm per i dolci e lievitati non rimanevo completamente soddisfatta perche' il sapore era intenso che è ottimo nel pane ma non mi entusiasma nel resto. Ancora grazie per le tue accurate spiegazioni. Un ultima delucidazione. Ora che viene l'autunno riporto la proporzione a 130 di acqua per 100 di licoli?

    RispondiElimina
  40. Ciao Loredana,
    sono contenta che tu abbia avuto dei risultati entusiasmante.
    Effettivamente con licoli viene bene sia il pane che la pizza ed anche i dolci.
    Secondo me, quando il tempo rinfresca, è opportuno riportare licoli nelle proporzioni originali: 130% di acqua e 100% di farina e di licoli.
    Arrivederci cara!

    RispondiElimina
  41. Ciao Anna, mi chiamo Cristiana e avendo letto le tue dettagliatissime istruzioni, ho deciso di tentare. Ma non sono molto convinta del risultato ottenuto e avrei delle domande da farti: la mia pasta madre e' giovane e sembra faccia fatica a lievtare, ho fatto tutti e 8 i passaggi e ieri sera ne ho fatto un'altro e lo lasciato tutta la notte a temp.amb. Stamattina era un Po' cresciuto e aveva fatto un po' di schiuma. Ma con si fa' a stabilire se e' pronto?in quanto tempo deve lievitare e quanto? Il mio ha impiegato quasi 12 ore per crescere un po'. Butto tutto e ricomincio piu' in la' quando la mia pasta madre sara' piu' forte? Puoi aiutarmi? Grazie

    RispondiElimina
  42. Ciao Cristina, sono contenta che anche tu sia passata al lievito liquido, quando ingrana è veramente comodo usarlo.
    - Prima di tutto, tieni da parte ed accudisci bene la pasta madre facendo i dovuti rinfresci, potrebbe servirti se questo lievito liquido non si riprende.
    - Secondo, non è solo la schiumetta che fa pensare che sia attivo, deve raddoppiare o triplicare.
    Prova a fare dei rinfreschi ogni 6 ore per 2 o 3 giorni. Ma per non sprecare troppa farina ti conviene ogni volta prelevare 70 gr di licoli e scioglierlo con 70 gr di acqua e poi aggiungi 70 gr di farina di forza e lo lasci lievitare per 6 ore.
    La parte del lievito che ti avanza ogni volta che fai i rinfreschi il primo giorno, mettila tutta insieme lasciandola a temperatura ambiente. La sera, a tutta questa parte (circa 420 gr) aggiungi 1/3 di panetto di lievito di birra, 200 gr di acqua e 300 gr di farina di forza, un po' di sale ed impasta bene. Lascialo lievitare a temperatura ambiente, ben coperto, prima di dormire gli dai una forma di pane e lo lasci lievitare per tutta la notte. L'indomani mattina, se è ben lievitato lo fai cuocere ed avrai un ottimo pane.
    Potrai fare la stessa cosa il giorno dopo, questo pane lo puoi anche affettare e tenere in freezer.
    Oppure, alla parte eccedente di due rinfreschi, aggiungi 2 gr di lievito di birra e fai la pizza di Bonci (la trovi nel blog).
    Questo per non sprecare l'impasto residuo dei rinfreschi, ma se riesci a smaltirli in altro modo, fai tranquillamente come preferisci, i miei sono solo dei suggerimenti.
    Incrocio le dita per il tuo licoli!

    RispondiElimina
  43. Che bello mi hai gia' risposto! Sei un Angelo grazie mille! Seguirò scrupolosamente le tue istruzioni e ti faro' sapere.
    Un bacio.
    Cristiana

    RispondiElimina
  44. Cristina,
    ho ricevuto questo messaggio da te, ma non so dove risponderti:

    Cara Anna, ho bisogno ancora dei tuoi preziosi consigli. La volta precedente non e' andata bene, ma ho aspettato un pochino e ci ho riprovato . Devo dire che e' andata molto meglio, il lievito fino al sesto passaggio ha sempre triplicato il suo volume, ma ora che ho raggiunto un idratazione al 130 % ha solo raddoppiato e e' divenuto schiumoso. Va bene ? Metto in frigo? O rinfresco ancora qualche altra volta?grazie mille in anticipo e scusami se ti scoccio ancora.

    Se leggi questo, ti dico che puoi mettere in frigo. Hai provato ad usarlo adesso che è idratato al 130%? Lievita bene?
    Io penso che adesso puoi metterlo alla prova e fare del buon pane.
    Tienimi informata carissima.
    Baci!

    RispondiElimina
  45. Ciao, volevo ringraziarti perché con le tue indicazioni ho convertito la mia pasta madre in lievito liquido ed ho scoperto un mondo di cose gustosissime da fare. Credo che ormai non ho più freni! Grazie, sei una fonte di idee inesauribile!

    RispondiElimina
  46. Grazie a te Giovanna, sei molto gentile.
    Penso che si sente quanto io sia innamorata di LICOLI, vero?
    Ma vedo che anche con te è stato galeotto ;-)
    Buon divertimento.

    RispondiElimina
  47. beh talmente tanto coinvolgente che mio marito mi ha regalato un kenwood cooking chef per faticare meno (che amore) e adesso che il week-end avanza vado a panificare :-) ....

    RispondiElimina
  48. Caspita, che marito!!!!
    Com'è andato il fine settimana, hai panificato?
    Ciao e buona settimana

    RispondiElimina
  49. beh il maritino merita.. ;-p vabbè era il nostro 5 anniversario di matrimonio.
    Fine settimana di intensa attività panificatoria, ho sfornato 4 simil-baguette Eric Kayser, le ho un po' modificate e due pani col metodo senza impasto, e poi vuoi non preparare due (ehm 4) belle teglie di pizza?...Però adesso voglio fare dei panini al latte per il mio gnomo, appena avrò ripreso in mano le redini di questa casa! Io lo odio il lunedì! :-) ciao e buona giornata

    RispondiElimina
  50. ciao Anna come prima cosa volevo farti i complimenti per il tuo blog è molto bello
    poi volevo farti una domanda: sto convertendo la mia pasta madre in lievito liquido seguendo il tuo procedimento, sono arrivata al terzo rinfresco e, dopo 3 ore, l'impasto è lievitato tantissimo...la mia domanda è questa: considerando il caldo di questi giorni, devo aspettare sempre 8 ore prima di procedere al 4 rinfresco oppure posso anticiparlo?

    RispondiElimina
  51. Ciao Rosalba,
    che bello anche tu con licoli;-)
    Vedrai come ne sarai contenta.
    Dunque, gli orari che ho messo io sono solo indicativi.
    Certo che puoi fare i rinfreschi molto prima di quanto ho postato nella mia tabella, bisogna adeguare il tutto all'andamento della conversione.
    Il tempo di lievitazione può variare per molti fattori, non solo per la temperatura. Ti dico questo perché il mio nuovo licoli che ho creato da zero con una farina con proteine al 13,1% lievita in modo spettacolare. Pensa che panifico facendo un solo rinfresco ed i lievitati sono fantastici.
    Prima servivano almeno 3 pseudo-rinfreschi prima di poter panificare.
    Per questo, ripeto, bisogna adeguare il procedimento all'andamento dell'impasto.
    Se raddoppia entro 3 ore, vai subito alla fase successiva senza problemi, vuol dire che finirai molto prima tutte le fasi della conversione.
    Fammi sapere come procede.
    Un abbraccio :D

    PS. scusa se ti ho risposto in ritardo, ma quando hai scritto era notte fonda, qui abbiamo 7 ore di differenza oraria, noi siamo avanti;)

    RispondiElimina
  52. Ciao Anna grazie mille per la risposta...ho fatto i rinfreschi dopo 4 ore circa perchè era quasi quadruplicata
    ah devo farti i complimenti anche da parte di mia sorella :-) lei legge spesso i tuoi post, soprattutto quelli sulla cultura e cucina giapponese...ha cominciato a leggerli su cookaround (sono iscritta lì) e continua qui :-)
    stasera, dopo l'ultimo rinfresco, ti faccio sapere...poi con gli scarti vorrei preparare qualche cosa di dolce, penso le brioche siciliane :-)

    RispondiElimina
  53. spero che questo messaggio riuscirò a mandarlo perchè sono giorni che ci provo senza riuscirci
    Anna volevo dirti che il lievito liquido procede benissimo
    il primo esperimento non è riuscito benissimo perchè ero un pò distratta quando lo preparavo ma gli altri sono venuti benissimo :-)
    grazie ancora per il supporto

    RispondiElimina
  54. Grazie a te Rosalba ;-)
    Buona domenica :D

    RispondiElimina
  55. Ciao Anna,
    complimenti per il tuo blog. Sei bravissima.
    Circa tre mesi fa sono riuscito a far partire il mio primo lievito, seguendo le indicazioni di Vittorio di vivalafocaccia.com in cui il lievito risulta maggiormente idratato rispetto la pasta madre "standard". Il rinfresco infatti è 100PM 100Farina 80Acqua.
    Devo dire che il lievito funziona bene e ne sono soddisfatto: pane, pizza e dolci sono venuti finora piuttosto bene.
    Ma se a questo punto, affascinato dal tuo blog, volessi fare "il salto" al li.co.li, per la conversione cosa mi consigli?
    Posso semplicemente diminuire l'acqua di proporzione matematica nelle prime due fasi e poi proseguire con le tue indicazioni, o faccio un casino?
    Grazie

    RispondiElimina
  56. Ciao Marco,
    secondo me basterà che tu inizia il procedimento del punto 4. e poi continui sino alla fine.
    Da quello che mi dici, il tuo lievito è idratato all'80% ed il punto 3. parla proprio di questa idratazione, basta seguire la numerazione ed il gioco è fatto.
    Fammi sapere come si comporta il tuo licoli.
    Buona domenica

    RispondiElimina
  57. Ciao Anna complimenti per il tuo blog.
    Mi chiamo lorena e da un mese ho trasformato la mia pasta madre che ha 3 anni in lievito liquido. Ma ho delle perplessità, come mai nel mio lievito trovo dell'acqua?

    Mantengo il lievito liquido in un vaso a chiusura ermetica con la pellicola. Forse sbaglio a idratarlo? 100 gr farina manitoba, 100 gr lievito liquido e 130 gr di acqua...nonostante il lievito abbia tracce di acqua riesco comunque ad ottenere ottimi risultati.

    Ciao e grazie.

    RispondiElimina
  58. Ciao Lorena,
    sono contenta che anche tu sia passata al lievito liquido, è tutta un'altra cosa, vero?
    Non è una novità il fatto che l'acqua si divida dal lievito e che venga in superficie, lo fa quasi sempre.
    Io, in genere, do una bella mescolata, lo richiudo e lo rimetto in frigo.
    Non ti preoccupare.
    L'idratazione è perfetta.
    E poi, vedi tu stessa che licoli non ha problemi, nonostante l'acqua in superficie, la cosa importante è che i risultati siano ottimi.
    Ciao!

    RispondiElimina
  59. <ciao Anna...sono entrata da poco nel mondo della panificazione e ne sono rimasta risucchiata dentro. Creare qualcosa di buono e fragrante da pochi elementi sparsi con le proprie mani è gratificante e bello ,cosi la scorsa estate ho deciso di fare la pasta madre seguendo la ricetta delle sorelle Simili presa dal sito cookaround, ma ora inutile dirlo mi intrippa questa idea del licoli e vorrei provare, perciò ti faccio alcune domandine del tipo :1)mi consigli di convertire tutto? o partire dal quantitativo da te segnalato? 2) non so se sei al corrente delle temperature attuali in Italia mi consigli di aspettare temp. più miti? il troppo freddo compromette la riuscita del licoli?.3) Si deve usare sempre farina manitoba per i rinfreschi o posso alternare con una farina 0 normale?
    Grazie e Ciao...Rita

    RispondiElimina
  60. Ciao Rita,
    effettivamente (e secondo me) licoli è più gestibile della pasta madre.
    Rispondo alle tue domande:
    1)mi consigli di convertire tutto? o partire dal quantitativo da te segnalato?
    - NO! tutto, no! Se non va bene la prima volta puoi sempre ritentare una seconda volta. E poi, chi lo dice che il sapore di licoli sia di tuo gusto? potresti anche preferire quello della pasta madre :D

    2) non so se sei al corrente delle temperature attuali in Italia mi consigli di aspettare temp. più miti? il troppo freddo compromette la riuscita del licoli?
    - SONO al corrente delle temperature italiane, per questo ti consiglierei di iniziare la conversione in un periodo più caldo. Licoli, inizialmente, ha bisogno di temperature abbastanza alte. Dopo che si è stabilizzato riesce a stare benissimo in frigo.

    3) Si deve usare sempre farina manitoba per i rinfreschi o posso alternare con una farina 0 normale?
    - IO l'ho sempre fatto con farina di foirza (12,5%~13% di proteine), ma ciò non toglie che si potrebbe fare anche con altri tipi di farine. Potresti sempre provare a farne due: con e senza manitoba.

    Aspetto notizie ;-)

    RispondiElimina
  61. Ciao Anna, ho ben capito il procedimento per trasformare la madre in licoli.
    Non mi è chiara una cosa, se finisco la conversione e non mi serve per panificare posso lasciare in frigo diciamo 5-6 giorni ?
    Poi se decido di usarlo rinfresco tutto oppure ne prelevo solo la parte che mi serve e procedo col poolish ?
    Grazie

    RispondiElimina
  62. Ciao anonimo/a,
    sei stato/a in gamba a convertire la pasta madre :D
    Rispondo alle tue domande
    1) se finisco la conversione e non mi serve per panificare posso lasciare in frigo diciamo 5-6 giorni ?
    R. Sì, puoi lasciare anche un mese

    2) se decido di usarlo, rinfresco tutto oppure ne prelevo solo la parte che mi serve e procedo col poolish ?
    R. preleva solo la parte che ti serve e procedi con gli pseudo-rinfreschi (ormai non faccio più il poolish ma gli pseudo rinfreschi, trovi la spiegazione sempre tra "altri link relativi al lievito liquido")

    Se ti va, tienimi informata di come si comporta il nostro caro licoli.

    RispondiElimina
  63. Veramente sto in conversione...passo 4 di 8 ma vedo che risponde bene.
    Ti volevo chiedere in mezzo a questo mare di calcoli.
    Sono sicuro di partire da una pasta madre al di sotto del 50% di idratazione (la tengo dura perchè vive in acqua) diciamo sto ad un 40% di idratazione.
    la domanda è se seguendo i tuoi calcoli arrivero a 135% di idratazione o devo ricalcolare tutto ?
    La domanda sembra un po sciocca ma regna un pochino di confusione.
    Riccardo

    RispondiElimina
  64. @Anonimo
    Riccardo, non ho capito bene la situazione, cosa vuol dire che la tieni in acqua??
    Ad ogni modo, quando fai un rinfresco con 100%lievito+130acqua+100%farina avrai convertito la tua pasta madre in liquida col 130% di idratazione
    Non capisco perché vuoi arrivare a 135%, non mi sembra il caso.
    Spero di aver risposto esaurientemente.

    RispondiElimina
  65. ciao Anna,ho finoto con successo credo la conversione e ora il mio nuovo vasetto di licoli staziona in frigo. ho conservato però una pallina di pasta madre,era troppo viva e mi dispiaceva sopprimerla, mi consigli di conservarla in frigo o congelarla?
    Poi mi chiedevo :ho provato a riutilizzare gli scarti seguendo i consigli dati a cristina del gennaio2011,è venuto un pane soffice profumato e se volessi ripeterlo devo usare sempre 420gr.di licoli o meno. Ho provato poi a fare i panini con formaggio e noci ma sono rimasti bassi, eppure sembrava ben lievitato anche se (e non so quanto incide.....)ho dimenticato di fare le piegature ,ma se volessi per esempio farne un bel cestino di 20-25 panini devo triplicare anche la percentuale di licoli? poi ho fatto pure la pizza di bonci con le tue dosi per noi è stata pochina anche qui aumento dosi di farina e raddoppio peso di licoli? Non ho capito bene quanto usarne,ma poi i rinfreschi prima di panificare vanno fatti per due giorni a distanza di 8 ore? Grazie Rita

    RispondiElimina
  66. Ciao Rita, mi fa piacere che sei passata a licoli, vedrai quante cose buone riuscirai a preparare.
    - Hai fatto bene, è meglio tenere da parte un poco di pasta madre, io la congelerei oppure la farei diventare in polvere (Simili docet).
    - (devo usare sempre 420gr.di licoli o meno) Meno, ne bastano 250gr. Quello serviva per smaltire i residui della conversione.
    - (formaggio e noci ma sono rimasti bassi) Fai lievitare bene ed a giusta temperatura, adesso fa freddo, tienine conto.
    - (aumento dosi di farina e raddoppio peso di licoli?) Sì
    - (Non ho capito bene quanto usarne) Per quantità di licoli da usare, io ne uso circa il 40% della farina, ma è indicativo, posso anche usarne il 50%. Tieni conto che è come usare un qualsiasi poolish, quello fatto con 1gr di lievito di birra, farina ed acqua. La differenza è che licoli è tutto naturale e per questo, anche se ne usi molto è solo farina ed acqua. Per questo se ne può usare quanto se ne vuole.
    - (rinfreschi prima di panificare vanno fatti per due giorni a distanza di 8 ore?) Vedi il post con gli pseudo-rinfreschi.

    Spero di essere stata esauriente.
    Buona panificazione.

    RispondiElimina
  67. Ho scoperto da poco questo blog, è molto interessante!! Mi ha incuriosito il licoli e avendo la pasta madre ho voluto trasformarla (devo dire con ottimi risultati). Sono arrivata all'ultimo rinfresco e ho dei dubbi:
    1- devo mettere il licoli appena rinfrescato in frigo oppure aspetto che cominci a lievitare?
    2-dalla madre che ho ottenuto, conservata in frigo, prelevo per preparare il poolish quando devo panificare, ma la madre ogni quanto tempo devo rinfrescarla?
    3-si può usare direttamente la madre per panificare o bisogna per forza preparare il poolish?
    grazie isa58

    RispondiElimina
  68. @isa58
    Ciao Isa, piacere di conoscerti :D
    Sono contenta che anche tu sia passata a licoli, cerco di rispondere per gradi:
    1- devo mettere il licoli appena rinfrescato in frigo oppure aspetto che cominci a lievitare?
    R. deve prima lievitare bene (6~8 ore) e poi va messo in frigo

    2-dalla madre che ho ottenuto, conservata in frigo, prelevo per preparare il poolish quando devo panificare, ma la madre ogni quanto tempo devo rinfrescarla?
    R. quello che hai ottenuto è lievito liquido che io chiamo licoli.
    Ormai io non faccio più il poolish, rinfresco con il metodo degli pseudo-rinfreschi (lo trovi nella stesa pagina dei link relativi a licoli)
    Licoli bisognerebbe rinfrescarlo una volta al mese, oppure quando ne rimane meno di 100gr.

    3-si può usare direttamente la madre per panificare o bisogna per forza preparare il poolish?
    R. bisogna fare assolutamente due o tre rinfreschi (come detto prima, io vado con gli pseudo-rinfreschi), dipende se è abbastanza attivo oppure è dormiente.

    Se leggi le domande e le mie risposte tra questi commenti, vedrai che ho già risposto molte volte a domande molto simili alle tue.

    Buona panificazione

    RispondiElimina
  69. Ciao Anna ,sono partito da zero ed ora ho un lievito naturale tutto nuovo ed attivo al 130% di idratazione.
    Domandine:
    Quando trovo una ricetta con su scritto di utilizzare 150 gr di licoli si intende ovviamente a 150gr di poolish dopo i due rinfreschi ?

    Altra domanda se una ricetta chiede 300 gr di lievito naturale liquido al 100% si parla sempre di poolish ? Ma nel mio caso come trasformo i miei 130% in 100% ?

    Grazie.
    tony.

    RispondiElimina
  70. Ciao Tony, scusa il ritardo nel risponderti, ma in questo periodo sono in vacanza.
    Non so se hai guardato bene il mio nuovo modo di rinfrescare che sostituisce il poolish, l'ho chiamato "pseudoo-rinfreschi e trovi il link nella pagina "Altri link relativi a licoli"

    D.- Quando trovo una ricetta con su scritto di utilizzare 150 gr di licoli si intende ovviamente a 150gr di poolish dopo i due rinfreschi ?

    R.- Dopo almeno 2 pseudo-rinfreschi

    D.- se una ricetta chiede 300 gr di lievito naturale liquido al 100% si parla sempre di poolish ? Ma nel mio caso come trasformo i miei 130% in 100% ?

    R.- Basta fare gli pseudo-rinfreschi con 100% + 100% + 100% e NON 100% + 130% + 100%

    Spero di essere stata chiara.
    Buona panificazione

    RispondiElimina
  71. Ciao Anna,
    Sono una tua lettrice silenziosa e ho bisogno del tuo aiuto :)
    Ho iniziato la trasformazione dalla pasta madre al licoli.. Fino al punto 5 tutto bene, il lievito quasi triplicava .. dal punto sei invece ha rallentato un sacco, lievita molto poco, non raddoppia nemmeno in 12 ore, nonostante stia al calduccio. Cosa faccio? Ho letto tutti i commenti, non volevo disturbarti, ma mi sono un po' persa :). Aspetto tue notizie, intanto grazie

    RispondiElimina
  72. Ciao Nikitek,
    non è successo niente al passaggio 6?
    E' strano che improvvisamente non aumenti più.
    La temperatura è meno alta di prima?
    Ad ogni modo, continua la conversione, allunga le ore di lievitazione come hai scritto tu (12 ore)
    Continua i rinfreschi anche se non aumenta come speravi.
    Quando finisci tutta la conversione continua a rinfrescare 100gr di lievito fintanto che non riparte bene la lievitazione.
    Vedrai che si riprende alla grande.
    Tienimi informata :)

    RispondiElimina
  73. Grazie mille x la velocissima risposta :), ti aggiorno appena ci sono novita'.. Non vedo l'ora di fare le tue fantastiche ricette :) a presto

    RispondiElimina
  74. Ciao Anna. Come sono belle le tue ricette!!!!!Anch'io voglio provarle!! Comunque prima di tutto ti dico che sono alla fase 4 della conversione dal lm al liquido. Fino ad ora è nel forno ed è pieno di bolle, poi chissà. Avevo già provato a settembre ma non ci sono riuscita. Avevo provato a fare le freselle ma niente. Ti avevo scritto nel post pseudo rinfreschi.Lasciamo stare vengo al dunque: dopo che ho finito la fase 8 mi piacerebbe realizzare la pizza con il metodo Bonci e volevo sapere ad un kilo di farina quanto licoli occorre??? Ho letto nei vari passaggi che ne uso il 40% 0il 50% rispetto alla farina quindi ne metto 500Gr? infine se voglio realizzare una mia ricetta in cu è previsto 50 gr di lievito di birra come mi regolo? Invece con 9 gr di lievito madre???Ti ringrazio in anticipo.
    Ah dimenticavo! per arrivare a 5oog di licoli dopo la fase 8 quanti pseudo rinfreschi devo fare??
    Francesca73.

    RispondiElimina
  75. Ciao Francesca,
    ormai sarai arrivata vicino all'ultima fase. Cosa fa il bimbo: gonfia?? Lievita??
    Ho visto che anche nel post degli pseudo rinfresci ti ho risposto.
    Dopo la conversione fai prima delle prove con mezza dose o un terzo di dose per vedere se è pronto, in seguito puoi raddoppiare e triplicare la ricetta.
    - Non si può fare un rapporto tra ldb e licoli, la tua ricetta con 50 gr di ldb per quanta farina è. C'è anche la ricetta dove si usano 9 gr di pasta madre, non credo.
    Se intendi dire 90 gr allora puoi usare la stessa quantità di licoli ed elimina un poco di liquidi.
    Se devi procurarti 500 gr di licoli, ti conviene fare 3 rinfreschi completi partendo da 20. Gli pseudo rinfreschi servono quando si vuole preparare poco licoli.
    Spero di essere stata esauriente.
    Per qualsiasi altra domanda sono qua. In questo periodo sono molto occupata per questo ti chiedo scusa sin da adesso se non riceverai la mia risposta subito.
    Tieni informata.

    RispondiElimina
  76. Cara Anna,innanzitutto grazie per avermi risposto.Il mio lievito è bello gonfio.Stasera alle 24.00 devo fare l'ottavo passaggio. Nella mia ricetta con 50 gr di lievito di birra è prevista 700 gr di farina manitoba e 200gr di semola. Per il lievito madre ho sbagliato a scrivere sono 90 gr quindi ne metto 90 gr anche di licoli, giusto? Per la pizza bonci se devo fare 1 kg di farina mi confermi gr 500 di licoli? Infine per procurarmi i 500 g di licoli perchè devo partire da 20gr? Cioè come devo procedere? Sono andata a leggere i pseudo rinfreschi ma non ho capito niente? Son de coccio. Ti ringrazio in anticipo.
    Francesca73

    RispondiElimina
  77. Anna, scusami ma credo proprio che dopo l'ottavo pasaggio io non ho capito niente. Mi sà che rinuncero' a tutto. Sono talmante demoralizzata. Rinfreschi totali, pseudo rinfreschi. Quanto licoli usare? Quanti dubbi!!!!! Non ci riuscirò mai. Uffi uffi.
    Francesca73

    RispondiElimina
  78. Francesca,
    non capisco la tua reazione.
    Penso di averti detto che in questo periodo sono molto occupata e che non posso rispondere subito. Senza contare che io, non essendo in Italia, quando hai scritto il penultimo messaggio dormivo.

    Non penso che tu abbia letto con attenzione quanto ho scritto:
    I rinfreschi si possono fare come sempre ma anche con pseudo-rinfreschi.

    - Se pensi di fare gli pseudo rinfreschi, per avere 500gr di licoli devi iniziare con 350gr di licoli e fai 3 pseudo rinfreschi con tutto licoli+30gr di acqua e 30gr di farina.
    - Per la pizza di Bonci, dovrai aumentare tutti gli ingredienti per le quantità che desideri e lo stesso vale per licoli, non ti so dire se ne servono 500gr, devi fare tu i conti.

    RESTO SEMPRE DELL'AVVISO CHE E' MEGLIO FARE PRIMA UNA PROVA CON PICCOLE QUANTITA' PER VEDERE COME LAVORA IL TUO LICOLI.

    IO NON USEREI MAI NELLA PRIMA PROVA 1 KG DI FARINA, MA USEREI MEZZA DOSE DELLA RICETTA CHE VOGLIO FARE PER REGOLARMI DI COME FUNZIONA LICOLI, SE C'E' UMIDITA', SE LA FARINA E' QUELLA GIUSTA, ECC.

    buon lavoro

    RispondiElimina
  79. Ciao Anna , complimenti per il tuo blog. Volevo chiederti per convertire una mia ricetta in cui è presente il lievito di birra, come faccio? Io finora ho provato due ricette che ho trovato sul tuo blog, e devo dire che sono stata soddisfatta. Ho provato i panini e la focaccia morbidosa.Ora mi è venuto il pallino di utilizzare le mie ricette ma non sò quanto lievito liquido usare.Sai sono alle prime armi. Adesso staziona in frigo ed ho capito che quando mi serve devo fare per esempio: 10gr acqua +10gr di farina e 13 acqua per 8ore. poi per il secondo rinfresco 33+33+43 per8 ore. ed ifine il poolish. 50 di lievito+100farina+100acqua. Giusto? Ma dopo il poolish come mi regolo con la ricetta? E se ungiorno decidessi di adottare il metodo dei psudo rinfreschi come mi regolo con la ricetta.
    Buona serata.
    Maria Stella

    RispondiElimina
  80. Ciao Maria Stella,
    vedo che è difficile districarsi in questo labirinto di numeri e parole.
    Quanto prima pubblicherò un post il più possibile chiaro per dissipare al massimo i dubbi che sorgono quando si usa licoli.

    Prima di andare ai tuoi quesiti vorrei dirti che io, i rinfreschi "per panificare", li faccio con idratazione al 100%, non più al 130% (quello era il vecchio metodo che ho modificato molto tempo fa).
    Ma capita qualche volta che sono costretta ad aumentare l'idratazione a causa della farina che ha bisogno di più acqua, oppure da più o meno umidità ambientale, ecc.
    Mi regolo con la consistenza del lievito durante i rinfreschi.
    Sono più che convinta che per gli ingredienti relativi alla pasticceria serva essere precisi sino al grammo, al contrario, per la panificazione ci si può fidare del proprio intuito.

    I tuoi quesiti:
    Come ti ho spiegato prima, da molto tempo io procedo con la quantità dell'acqua uguale alla farina (non sono un farmacista che può misurare 2 o 3 gr ^_^).
    Ormai da tanto tempo non faccio più il poolish.
    Ma se per te va meglio procedere come hai fatto sin ora (due rinfreschi al 130% di idratazione e poolish), continua pure.
    Ti ho voluto dire come procedo io da tantissimo tempo, se guardi le mie ricette te ne accorgi da sola.
    Non capisco cosa vuoi dire con:
    - Ma dopo il poolish come mi regolo con la ricetta?
    = Prendi la quantità di poolish che ti serve a panifichi!
    Oppure intendi: quanto poolish devo usare?? Io in genere ne metto 2/5 o metà della farina, ma anche qua mi regolo al momento. Se non è molto attivo ne metto di più se è attivissimo ne metto di meno. Non sono molto fiscale con la bilancia.
    - E se un giorno decidessi di adottare il metodo dei psudo rinfreschi come mi regolo con la ricetta.
    = Questa non la capisco proprio.
    Gli pseudo rinfreschi sono solo comodi per non crearsi tanto lievito rinfrescato in eccedenza.
    Capita che il lievito non voglia partire né al primo né al secondo rinfresco e si è costretti a continuare nei rinfreschi per cercare di metterlo in movimento, se si continua a rinfrescare con le proporzioni del 100% di farina e del 130% (come fai tu) di acqua, può arrivare il momento che la casa venga sommersa dal lievito (?!?!). Per questo, grazie agli pseudo rinfreschi che sono solo dei rinfreschini fatti con 20 o 30 gr sia di acqua che di farina e che sono sufficienti alla voracità del lievito per rinvigorirsi.Per di più si possono fare anche 4 o 5 pseudo rinfreschi senza nessunissima conseguenza negativa per il lievito, anzi ne ricava solo benefici.
    Dopo si procede come sempre, quello che avrai alla fine degli pseudo rinfreschi sarà uguale al poolish.
    Scusa la lungaggine. Spero di essere stata abbastanza chiara.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  81. Scusa volevo dire quanto poolish usare? Invece per i pseudo rinfreschi volevo chiederti: dato che girovagando nel tuo blog e altri ho letto che in alcune ricette è usato il poolish. Se un giorno decidessi di adottare il tuo metodo dei pseudo rinfreschi, e quindi non faccio più il poolish, e nella ricetta invece è previsto, come procedo???? Buona serata e grazie per avermi risposto!Maria Stella

    RispondiElimina
  82. Maria Stella,
    allora penso di aver risposto alle tuo domande:
    - Scusa volevo dire quanto poolish usare?
    == Io in genere ne metto 2/5 oppure metà della farina, ma anche qua mi regolo al momento

    - Se un giorno decidessi di adottare il tuo metodo dei pseudo rinfreschi, e quindi non faccio più il poolish, e nella ricetta invece è previsto, come procedo????
    == Dopo si procede come sempre, quello che avrai alla fine degli pseudo rinfreschi sarà uguale al poolish.

    E` tutto chiaro???
    Buona giornata

    RispondiElimina
  83. Ciao Anna, io ho convertito la mia pm giovane di 3 mesi in licoli e a dire il vero non ho trovato nessuna difficoltà ho fatto pane, panini e quant'altro. Mi trovo benissimo con i pseudo-rinfreschi e sono talmente presa con questo lievito che ormai il pane non lo compro più e mio marito e stra-felice mi dice sempre che il profumo di questo pane gli ricorda la sua fanciullezza.Mica male eh!!! Grazie per avermi fatto scoprire questa meraviglia. Maria Lina

    RispondiElimina
  84. Maria Lina,
    grazie per la tua bella testimonianza.
    Sono felice di ricevere il tuo messaggio nel quale mi riconosco: Se potessi preparerei ogni giorni lievitati con licoli.
    Ti ringrazio ancora :D

    RispondiElimina
  85. ciao, complimenti per il tuo blog.
    Dopo diversi tentativi non andati a buon fine voglio provare il metodo da te indicato, speriamo bene. ti farò sapere come andrà a finire.
    grazie.

    RispondiElimina
  86. Ciao Cinzia, grazie, sei gentile :D
    Se non ci sei riuscita con altri metodi, ti vorrei consigliare un metodo molto più facile di questo.
    Vedi il procedimento di licoluva, in 2 giorni si riesce a panificare.
    E vedi anche licolmela che ha fatto Ornella, anche con questo si può panificare subito.
    Fammi sapere come va l'esperimento :D

    RispondiElimina
  87. Ciao Anna volevo sapere cosa bisogna fare quando il lievito collassa o comunque comincia a collassare Grazie

    RispondiElimina
  88. Lucia, bisogna fare un nuovo rinfresco se è in fase di conversione.
    Ma se licoli è quello che usi generalmente, quando sta per collassare lo metti in frigo fino alla prossima volta che lo vuoi usare.
    E' chiaro?
    Ma perché fai la conversione?? Non è meglio fare un licol-frutta?

    RispondiElimina
  89. Ciao eccomi qua ora mi spiegoho appena finito di dare alla luce il mio primo licol pesca proprio stamattina ho concluso tutti i passaggi e l'ho messo in frigo. Rima pero' avevo convertito il mio lievito madre in licoli (era cosi pimpante che sono bastati due passaggi il primo per portarlo al100% il secondo al 130%) per tenerlo in frigo in caso di necessita' visto che dovrebbe starsene buono buono almeno un mese ed invece dopo circa 3 giorni ha cominciato a sgonfiarsi ... e' normale? A questo punto cosa dovrei fare? P.s. anche il licol pesca si e' un po' smontato... e' normale? Grazie

    RispondiElimina
  90. Lucia,
    Se tu rinfreschi licoli, metti un segno sul vasetto e lo lasci lievitare, quindi raddoppia oppure triplica, ma dopo che lo metti in frigo ritorna all'altezza di partenza.
    Cioè ritorna come era prima di lievitare, questo è normale.
    Quando ti serve, ne prendi un poco, fai due rinfreschi e lievita di nuovo, a questo punto lo usi per panificare.
    E' abbastanza chiaro?
    Ciao

    RispondiElimina
  91. Ah ok!! Perfetto!! io invece pensavo rimanesse in "forma" per tutto il tempo... ti terro' aggiornata! Grazie mille x la disponibilita'

    RispondiElimina
  92. ciao sto seguendo questa ricetta e sono arrivata al rinfresco con 100% di acqua ... finisco questi rinfreschi qui ..ma poi..cosa devo fare? lo lascio cosìcomè dall'ultimo rinfresco e poi lo rinfresco ogni mese come?

    grazie dell'aiuto!

    RispondiElimina
  93. Ciao Love,
    dopo che finisci i rinfreschi potresti provare a panificare, altrimenti perché hai convertito la pasta madre? :DDD
    Se non hai tempo, dopo l'ultima lievitazione, lo metti in frigo.
    Se non lo usi, fai un rinfresco quando vedi che è stanco, quando si divide la parte solida da quella liquida.
    Per i primi mesi è meglio fare i rinfreschi totali, dopo va bene anche fare pseudo-rinfreschi.

    Hai visto i licol-frutta? Sono molto pià facili da fare e riescono sempre. Li trovi nel mio blog.

    Tieni informata :))))

    RispondiElimina
  94. Ciao! Sono giusta a te passando da "il pane" e da "coquinaria" e sto seguendo i tuoi consigli sul li.co.li. Intanto grazie mille per l'idea e per le spiegazioni precise e certosine su questo lievito. Lo trovo molto semplice ed il pane, che io non sono mai riuscita a fare benissimo, ora viene un capolavoro! Sono partita da acqua, farina e yogurt di soia e sto sfornando a più non posso! Ne andrà della mia linea! Ahahaahh
    Cmq grazie mille e, appena pubblico, ti ringrazierò anche pubblicamente! ^_^

    RispondiElimina
  95. @Ale
    Carissima, sei veramente gentile ad avvisarmi che hai seguito questo procedimento, non sono molti quello che mi avvisano.
    Sono contenta che ci sei riuscita subito, ma hai visto i nuovi licol-frutta? Vedi qua ed anche qua.
    Non c'è bisogno di avere la pasta madre da convertire, si fa con il liquido dell'infusione fatta con la frutta, e la farina.
    Si possono usare tantissimi tipi di frutta.
    Per la carrellata fotogratica di tutto quello che concerne licoli la trovi qui.
    Mi farebbe piacere vedere i tuoi lievitati, avvisami quando li posti.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna! Oggi ho sperimentato un pane alla zucca strepitoso! Ho usato il procedimento dei 10g partendo ieri mattina, Mi piace vedere la creaturina crescere ora dopo ora. ^_^
      Poi ho usato la tua ricetta dei panini al latte ripieni per fare una pagnotta di pane, ma questa volta ho usato la pasta madre. Cmq mi è piaciuta molto la ricetta (che ho adattato con latte di soia, sono vegana). Domani faccio le foto e presto posterò quel pane.
      Per il licoli l'ho fatto con yogurt di soia e mi è venuto subito benissimo, presto proverò anche quelli che mi suggerisci tu con la frutta. E anche alcune tue crezioni sulle quali ho letterlmente lasciato il cuore! ^_^
      Grazie ancora, a presto!

      Elimina
    2. Ale, sei contagiosa con il tuo entusiasmo.
      Sono felice che il tuo licoli ti stia dando tante soddisfazioni.
      Avvisami quando pubblichi le tue ricette così vengo a vedere le tue foto.
      Un abbraccio

      Elimina
    3. Ciao Anna!
      Eccomi qui, non ho ancora pubblicato molto comunque se ti va di dare un occhio:

      Licoli
      http://golositavegane.blogspot.it/2012/10/licoli.html

      A di Amelio
      http://golositavegane.blogspot.it/2012/10/a-di-amelio.html

      Treccia rotonda
      http://golositavegane.blogspot.it/2012/11/treccia-rotonda-alla-zucca.html

      Ne ho fatti altri ma ancora non li ho postati, appena li posto ti posto il link
      Grazie mille di tutto!
      Un abbraccio
      Ale

      Elimina
    4. Ale, sono venuta a dare un'occhiata ai tuo meravigliosi lievitati, ma quanto sei brava.
      Vengo più tardi a gustarmi bene le tue fatiche.
      Un abbraccio

      Elimina
  96. Ciao sono nuova del blog e ho letto tutti i commenti ma non capisco perché sei tornata alla idratazione 100 e non più 130? Ho finito giusto oggi di fare la conversione. Dici di metterlo in frigo appena raggiunge il massimo di lievitazione o quando collassa completamente e già si divide con l acqua sopra o quando sta scendendo? Scusa ultima domanda quando lo lascio in frigo usando solo una parte x fare gli pseudo rinfreschi come mi regolo col tempo x rinfrescare il rimanente? grazie e scusa se mi sono dilungata yle

    RispondiElimina
  97. Ciao Yle, scusa il ritardo della mia risposta, ma il tuo messaggio era tra le spam perché anonimo.
    Cerco di rispondere alle tue domande
    - uso l'idratazione al 130% solo nel rinfresco totale, cioè per quello che lascio in frigo come scorta. Gli pseudo-rinfreschi li faccio al 100% di idratazione, perché ne faccio 2 o 3 prima di panificare. Ma se, mentre faccio lo pseudo-rinfresco, la farina richiede ancora un poco d'acqua, l'aggiungo. La percentuale di idratazione è sempre relativa a quanto assorbe la farina.
    - si deve mettere in frigo quando è raddoppiato, non è necessario aspettare che collassi. Potrebbe anche non collassare.
    - alla parte che rimane in frigo come scorta sarebbe meglio fargli un rinfresco totale dopo un mese (più o meno) dall'ultimo rinfresco totale.
    Dico PIU' o MENO perché se lo usi molto spesso, dopo 2 o 3 settimane potrebbe rimanerne così poco da diventare urgente il rinfresco totale. In quel caso bisogna farglielo.
    Ma può capitare anche che si vada in vacanza per 40 giorni e licoli rimane nel frigo tranquillo, in quel caso può rimanere tutto il tempo senza fargli rinfreschi, non gli succede niente.

    Spero di essere stata esauriente, ma se hai bisogno di altri ragguagli, sono qua, sperando che i tuoi commenti non vadano nella spam :)

    Se ti va, potresti farmi vedere quello che fai con licoli? Ne sare felicissima.
    Ciao cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Anna Grazie per la risposta. vorrei tanto avere la tua esperienza per capire se ha bisogno ancora acqua o quando raggiunge la lievitazione giusta per infornare. Sto fine settimana ho fatto delle baguette sono piaciute a tutti ma io sono un po iper critica e le avrei preferite più lievitate. Riproverò. Ricetta per baguette con il Licoli ne avete? Io avendone adattato una ho avuto problemi per la lievitazione. Grazie di nuovo Ciao

      Elimina
  98. Yle, se le baguette sono piaciute a tutti, saranno state buonissime. Mai essere supercritiche con se stessi.
    Per i pani fatti da me con licoli ti consiglio di vedere questa pagina con tutte le foto ed i collegamenti ai post relativi.
    Ciao cara :)

    RispondiElimina
  99. Ciao Anna, ho letto tantissime domande e tantissime tue risposte, però mi sono un pò incasinato.. forse troppe nozioni in così breve tempo. Sono passato al Licoli da pasta madre, ho fatto tutti i passaggi fino al 7, domani mattina faccio l'8°. Mi potresti dare le indicazioni per panificare da adesso in avanti? Ho letto del poolish che tu non fai più ma fai pseudo rinfreschi.. Scusami magari lo avrai gia scritto migliaia di volte, ma fammi un favore scrivimi ancora una volta come fare per panificare. Grazie mille ! Buon pane a tutti !!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stefano, scusa se ti rispondo solo adesso ma non ricevo le notifiche dei commenti e quando mi accorgo del loro arrivo è già passato tanto tempo.
      Credo che ormai avrai capito da te come fare a panificare.
      Se licoli è bello vispo ed è profumato, senza odore di acido:
      prendine 30gr aggiungi 30gr di acqua e 30gr di farina, mescola bene, copri e lascia lievitare per 6~8 ore. Dopo questo tempo, a tutto il lievito che adesso è 90gr circa, aggiungi ancora 30gr di acqua e 30gr di farina, mescoli bene e fai lievitare.
      Adesso hai 150gr di lievito bello attivo, se ti basta puoi panificare, se non ti basta aggiungi ancora acqua e farina dello stesso peso fino ad arrivare alla quantità di licoli che ti serve.
      Per esempio: se ti servono 200gr di licoli, ai 150gr che hai aggiungi 25gr di acqua e 25gr di farina, mescoli bene e fai lievitare come prima ed alla fine avrai 200gr di licoli.
      Questi sono pseudo-rinfreschi.

      E' tutto chiaro?
      Fammi sapere come procede il tutto.
      Ciao

      Elimina
  100. Ciao Anna il tuo blog è fantastico :)
    posso chiederti la ricetta dei panini fatti con l'eccesso di licoli dal punto 4 in poi.. sono novella nel campo e sto cercando di capire le proporzioni tra licoli farina e acqua.. grazie mille ciao marzia

    RispondiElimina
  101. oppure la ricetta che hai usato per fare la pizza sempre con l'eccesso di licoli scartato per i rinfresci? grazie ciao marzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marzia cara, chiedo scusa anche a te per il ritardo.
      Non so rispondere alla tua domanda, è passato tanto tempo da quando ho fatto quei lievitati con gli scarti della conversione.
      Prova a fare un qualsiasi lievitato, ne trovi tanti nel mio blog ma prima fai 3 o 4 pseudo rinfreschi agli scarti della tua conversione.
      Fammi sapere.
      Ciao!

      Elimina
  102. Buongiorno Anna,
    il tuo blog è fantastico e completo.
    Tempo fa ho convertito la mia PM solida in LiCoLi e pensavo di esserci riuscito.
    Ieri sera ho aperto il barattolo del LiCoLi per prelevarne una parte e iniziare a rinfrescarlo per panificare (in questo caso briosch...are ;-P) ma aveva un fortissimo odore acido.
    Ho deciso di fare comunque il rinfresco con le proporzioni 1:1:1 ma ad ora, dopo 8 ore non si muove niente.
    Inoltre ho rinfrescato comunque tutto il restante LiCoLi sperando di "risolvere" la situazione ma anche in questo caso il suo volume è rimasto immobile e ha già cominciato a separarsi.
    Ora, prima di ricominciare con la trasformazione da PM a LiCoLi, volevo avere una tua (scusami se ti do del tu) chiarimento in merito alla mia situazione.
    Scusa la lunghezza del post, ma volevo provare a farmi capire.
    Grazie e buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Otto,
      non so quanto tempo hai tenuto licoli in frigo prima di usarlo. Se era da poco tempo probabilmente non era partito completamente. Quando lo hai messo in frigo non era ancora diventato licoli ma solo della farina ed acqua che iniziava ad unirsi.
      Se invece lo tenevi da alcuni mesi, e se il frigo viene aperto molto spesso, allora sarà dipeso da questo.
      Io lo tengo in frigo per oltre un mese senza fargli nessun rinfresco, ma dopo gli faccio un rinfresco totale: 1:1,3:1
      lo faccio lievitare bene e poi lo metto in frigo.
      Io, a quello che lascio in frigo uso quelle proporzioni, 1,3 è l'acqua.
      Ma quando faccio gli pseudo-rinfreschi le proporzioni sono 1:1:1
      Se da te la temperatura è aumentata, prova a fare un licolfrutta, vedi nel mio blog che c'è il procedimento.
      Se non lo trovi, avvisami che metto il link.
      Ciao

      Elimina
  103. Ciao, sto pensando di trasformare il mio lievito madre in licoli soprattutto perché il sapore non mi piace. Non ho capito però come devo fare a rinfrescare sia la parte che intendo utilizzare, sia quello che intendo conservare in frigo. Quest'ultima ogni quanto va rinfrescata? Che proporzioni devo seguire per entrambi? Con la pasta madre io rinfresco la sera e la mattina seguente impasto, è così anche per il licoli? Ti ringrazio e spero che vorrai rispondermi. Ciao Cinzia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cinzia,
      prima di tutto devi fare la conversione come da questo post. Non so quanta acqua possa assorbire la farina che usi tu, io sono arrivata ad una idratazione del 130% ma se la farina assorbe poco, si può farla al 100%. Spero che sin qui sia chiaro.
      Quando hai finito la conversione e licoli lievita in meno di 6~8 ore (dipende dalla stagione e dalla temperatura ambiente), puoi metterlo in frigo.
      In questo momento avrai nel frigo un bel po' di licoli, forse 250 gr.
      - Se non lo usi spesso, dopo 1 mese gli fai un rinfresco totale (stesso peso di licoli, di acqua e di farina), e dopo che lievita e raddoppia, lo rimetti in frigo. Anche qui l'idratazione dipende da come assorbe la farina.
      - Se lo usi spesso, quando ne resta 80 gr circa, fai un rinfresco totale (stesso peso di licoli, di acqua e di farina) e dopo che lievita e raddoppia, lo rimetti in frigo.

      Quando vuoi fare il pane o altro, ne prendi 20 gr, il resto lo rimetti nel frigo, aggiungi 20 gr di acqua e mescoli. Poi 20 gr di farina di forza e mescoli, metti da parte (fuori dal frigo) e lascia lievitare fino al raddoppio, avrai 60 gr circa di licoli.
      ** Dopo 6~8 ore a tutto questo licoli aggiungi 20 gr di acqua e mescoli. Poi 20 gr di farina di forza e mescoli, metti da parte (fuori dal frigo) e lascia lievitare >>, avrai 100 gr circa di licoli. (20 gr di acqua e 20 gr di farina possono essere 30/40/50 gr ognuno, dipende da quanto licoli ti serve)
      Il mio licoli a questo punto è lievitatissimo, per questo lo uso nell'impasto che ho deciso di fare.
      Se ancora il tuo licoli non lievita bene, allora devi fare uno o più rinfresci come da ** a >>
      Licoli è pronto quando raddoppia durante la lievitazione in 6~8 ore.
      Ti consiglio di fare almeno due rinfreschi prima di usare licoli.
      E' tutto chiaro? Se hai altri dubbi, scrivimi!
      Buon fine settimana

      Elimina
  104. Ciao, grazie per la tua esaustiva risposta. Ho capito come devo fare (spero ihihih). Comincerò la conversione del mio lm domani sera, speriamo bene. Per rinfrescare non utilizzo una farina in particolare. Tu dici di usare una farina di forza, ma su quelle che ho io non c'è mai scritto, quindi spesso opto per la manitoba. Ultima cosa, ogni kg di farina quanto licoli occorre. Grazie sei stata gentilissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cinzia, scusa ma solo ora mi accorgo di quest'altro tuo commento, spero che nel frattempo la tua conversione sia andata a buon fine e che da te stessa abbia capito quanto licoli serve per 1 KG di farina. A dire il vero, io non uso queste quantità.
      Ma se vedi questo metodo, forse diventa più facire raccapezzarsi con le quantità di licoli.
      Fammi sapere com'è andata.
      Ciao!

      Elimina
  105. Grazie...sono approdata a te grazie al post de Il pasto nudo. Sto cercando di risolvere una mia semplice difficoltà con gli impasti di Hollywood non volendo partire dal suo starter, ma provando ad utilizzare la mia PM trasformata in liquida. Da quello che ho capito (premetto che sono una super neofita!) però il potere lievitante è più forte rispetto allo starter fresco di Hollywood: lui ne usa 500 g su 750g di farina...secondo te che proporzioni dovrei usare con una PM trasformata? Spero di essermi spiegata...grazie cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina,
      non ho capito di quale impasto Hollywood parli, ho cercato su internet ed ho trovato solo questo: STOUT BREAD FIRMATA PAUL HOLLYWOOD nel blog Starbooks, ma qui parla di bicarbonato di sodio.
      Non saprei proprio cosa dirti, l'unico è consigliare anche a te questo metodo con il preimpasto. Dovresti prepararti almeno 150gr di lievito liquido attivo, la farina di riferimento dovrebbe essere 750gr+500gr(- l'eventuale quantità di acqua dello starter-75gr di farina del tuo lievito liquido). Anche per i liquidi dovresti farti lo stesso calcolo.
      Ma se vedi il post che ti indico, dovrebbe essere più facile da capire.
      Fammi sapere l'esito.
      Ciao

      Elimina
    2. Grazie mille per la risposta, appena produco ti faccio sapere! Buona giornata Cristiana

      Elimina
  106. Ciao Anna, mi sono avventurata anch'io nell'avventura del li.co.li e ne sono estasiata!! Sto scrivendo il post a riguardo e ti ho citato per quanto riguarda la conversione, giusto per informarti, buona serata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sere, anche tu nella famiglia del licoli, che bello!
      Sono venuta nel tuo blog ma non ho trovato il post della conversione. Forse lo hai sospeso momentaneamente?
      Hai fatto la conversione oppure un licolfrutta?
      Buona panificazione, vedrai quante altre soddisfazioni ti darà licoli.

      Elimina
  107. Ciao Anna, no non ho fatto la conversione, ho segnalato il tuo post per chi volesse farla, io con il LICOLI sono partita da zero. C'ho messo un bel po' a scrivere i post, uno su cos'è, uno su come si fa, ed uno su come si gestisce. Ti ho citata in tutti, d'altronde sei stata proprio tu a dargli il nome!! E' giusto riconoscere i tuoi meriti, che in materia, sono proprio tanti!! Buon pane!!

    RispondiElimina
  108. Ciao Anna il tuo post è meraviglioso. Io ho una PM solida che però è già un pò che medito per trasformarla in Licoli.
    Adesso, dopo aver letto il tuo post ho deciso di farlo. Ho solo un problema: i tempi. Io sono fuori casa quasi tutto il giorno compreso il sabato. Secondo te posso tra un rinfresco e l'altro (durante la conversione) mettere il preparato in frigo e poi, prima del rinfresco successivo farlo acclimatare un pò?
    Grazie
    Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena,
      non usare tutta la tua PM nella conversione, ma prendine una parte. Il resto conservalo, non si sa mai.
      Hai visto che gli intervalli tra un rinfresco e l'altro è di circa 8 ore, tu stai fuori molte più ore?
      Ti sconsiglio di tenere licoli in frigo tra un rinfresco e l'altro, basterà coprirlo con un panno leggero e tenerlo lontano da fonti di calore e può stare anche 10 o 11 ore.
      Fammi sapere come si comporta.
      Incrocio le dita :)
      Un abbraccio

      Elimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)

Cuochini e Cuochine nel mondo

fukuoka

Fukuoka google map

Visualizzazioni totali