venerdì 17 ottobre 2008

La pasta madre delle sorelle Simili

La mia amica Lella mi ha mandato con Yukiko (una studentessa dei miei corsi di italiano) ben 200 gr di pasta madre delle sorelle Simili.
Yukiko, sabato 11 ottobre, prima di rientrare in Giappone, dopo una vacanza di tre mesi in Italia, è stata ospite a cena a casa di Lella, la quale ha approfittato di questa visita per inviarmi il prezioso regalo.
La pasta madre, che è arrivata in Giappone martedì 14 ottobre (ma io l'ho ricevuta giovedì 16), era tutta schiacciata, umidiccia e con un odore molto forte.
Giovedì stesso ho rinfrescato la parte che a parer mio era salvabile.
Questa pesa 200 gr ed è stata appena rinfrescata.
La restante parte, 200 gr circa, l'ho divisa in due panetti da 100 gr l'uno.


Nonostante fosse stanca per il viaggio non indifferente, disorientata a causa del fuso orario, stamane venerdì 17 era così.

Con una delle due parti da 100 gr della nuova ospite ho provato a fare la "pizza in teglia come da tradizione campana" di Maruzzella (riveduta e corretta perché è con la pm e non con 1/2 gr di lievito di birra).

E, benché sia lievitata per meno ore consigliate dall'autrice del post suddetto e l'ultima lievitazione l'abbia fatta nel forno a 50C per solo un'ora e mezza, mi ha dato questo favoloso risultato:

Veramente buona!!!! Da non credere!!!!
Buon sangue (le sue origini) non mente!!!!

Così è dopo il secondo rinfresco, l'ho fatto a 24 ore di distanza dal primo perché penso che sia ancora stanca.

Nel contenitore superiore ce n'è 200 gr,

in quello inferiore 400 gr.

Sarò sommersa dalla pasta madre???????????? Aiuto!!!!!!!!

6 commenti:

  1. iiiiiiiiiiii finalmente hai anche tu una pm!! bellissima! e anche la pizzona!!

    :-*

    RispondiElimina
  2. Che dire bellissima,
    sembra non si sia accorta nemmeno di essere arrivata in Giappone

    ciao cara
    smack Manu

    RispondiElimina
  3. Non potete credere come mi fa compagnia (ahahahah!)

    RispondiElimina
  4. cara amica,
    farò in modo che le mitiche Simili vengano a conoscenza del tuo blog, ne saranno entusiaste ne sono sicura, la tua pizza è un capolavoro, sono felicissima di averti potuto inviare la PM che anche a me un'amica cara mi ha donato e che proviene direttamente da loro.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Ciao Anna!
    Tramite Lella sono arrivata al tuo blog, complimenti!
    La prossima volta che sento le Simili dico loro fino dove è arrivata la loro p.m.,non bastava tutta Italia, dalle Alpi al tacco passando anche dalle isole maggiori...ma è volata fino in Giappone!!!
    Vedo che la stai curando amorevolmente, le sorelle ne saranno molto orgogliose!
    Bacio grande!

    RispondiElimina
  6. Cindy, grazie della visita, gentilissima!
    E se vuoi saperla tutta ne ho regalata un poco anche ad una mia amica che ha aperto da poco un piccolo panificio, inizierà a fare anche pane italiano e non solo quello francese!
    Spero che le sorelle Simili ne siano contente!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)