martedì 10 maggio 2011

Troppo morbido? Allora ti inquadro!


Ci sono dei giorni che sembra che tutto vada storto, anche licoli non voleva oltrepassare la linea tirata subito dopo il rinfresco.
Avevo la sensazione che non stesse molto bene, che avesse qualche problemino, poi mi è balenato un pensiero: la farina l'avevo setacciata e messa in un contenitore di vetro più di una settimana prima, niente niente che abbia perso un poco di elasticità?
Ed infatti, dopo aver setacciato nuovamente la farina, licoli si è ripreso alla grande ed ha lievitato a meraviglia. Ma.... l'impasto del pane che avevo intenzione di fare, non voleva saperne di prendere forma.

Forse dipendeva dal fatto che al latte avevo aggiunto 120 gr di albumi che avevo trovato nel congelatore e che dovevo assolutamente consumare a cui ho unito 2/3 di uovo avanzatomi il giorno prima.
Temevo che tutti quei liquidi fossero troppi e che per questo non riusciva a prendere la forma che avevo in mente. L'unica cosa da fare era ficcare tutto in una forma, anche se volevo fare pane, non focaccia


E pane è stato

Pane quadrato con pomodori secchi

180 gr di lievito liquido (licoli) molto attivo (pseudo-rinfreschi)
120 gr di albumi
1 uovo piccolo
100 gr di latte
10 gr di zucchero
1 cucchiaino di malto
15 gr di olio evo

400 gr di farina di forza
5 gr di sale
pomodori secchi
sale grosso qb
olio evo


Nella planetaria ho sciolto licoli con le uova ed il latte, unito lo zucchero, il malto e l'olio evo. Aggiunto la farina setacciata ed impastato bene, ho lasciato riposare per 5 minuti. Unito il sale e fatto mescolare per 10 minuti circa, sintanto che l'impasto non si è staccato dalle pareti del boccale della planetaria.

Ho messo l'impasto in una ciotola unta d'olio, coperto con pellicola per alimenti e fatto lievitare per 2 ore circa, nel frattempo ho fatto due pieghe ogni 40 minuti. Ho deposto in frigo sino al giorno successivo, dopo aver infilato la ciotola in una busta di plastica.
L'indomani mattina ho tolto l'impasto dal frigo e lasciato a temperatura ambiente. Ho mescolato insieme i pomodori secchi tagliati a piccoli tocchetti, versato in una teglia quadrata unta d'olio e cosparso un po' di sale grosso sulla superficie.

Ho fatto lievitare sino al raddoppio ed infornato a 220°C per 10 minuti, quindi ho diminuito la temperatura a 180°C facendo cuocere sino a cottura (basta battere con le nocche sotto il pane, se da un suono di vuoto vuol dire che è cotto a puntino). Ho fatto raffreddare su una griglia.

L'ho mangiato in tantissimi modi, qui con prosciutto crudo, formaggio gouda e verdure


*************************************
Altri link relativi al lievito liquido (licoli)
*************************************

17 commenti:

  1. ti è venuto veramente soffice al punto giusto.mi piace molto e poi ho in casa tanti pomodori secchi!!!

    RispondiElimina
  2. A guardarlo a me sembra perfetto, ben alveolato e sicuramente soffice. Forse era solo un giorno da 'pane quadrato', no? A volte bisogna lasciare che le cose prendano il loro corso, l'esperienza mi insegna che dalla casualità in cucina nascono spesso delle meraviglie.

    RispondiElimina
  3. non credo che la forma sia importante, si vede che è venuto bene, quadrato o tondo poco importa...baci

    RispondiElimina
  4. Meraviglioso questo pane a "cassettone", cia Anna una bella giornata/serata a te :-)

    RispondiElimina
  5. la forma importa relativamente,l'importante è la sostanza!

    RispondiElimina
  6. Bellissimo anche se con forma quadrata ...... è poi chi lo dice che il pane deve avere una forma tonda!!!!

    Ciao carissima spero vada tutto bene, ultimamente non ci si incontra più

    :-(
    smack Manu

    RispondiElimina
  7. E' troppo bello! Poi è originale inquadrato!! Non vedo l'ora che venga estate per seccare i pomodori e poi voglio provare metterli nel pane! Tanti baci cara Anna

    RispondiElimina
  8. ma che bella mattonellona! Una fetta qua noo?

    RispondiElimina
  9. E' un bellissimo pane, con un'alveolatura ben evidente.
    Complimenti, mi piace molto anche la forma.

    RispondiElimina
  10. @lucy
    Quando l'impasto è molto idratato, di sicuro viene soffice. In questi casi il problema è sempre la forma.
    Buoni i pomodori secchi, mi piacciono molto, li metterei anche nel caffelatte (giusto per dire esagerazioni) ;-)

    @alex di 'food4thought'
    Di sicuro è diventato giorno da pane inquadrato ^-^, e meno male!

    @Tamara
    Così morbido mai e poi mai sarebbe potuto diventare tondo.

    @accantoalcamino
    Grazie Libera, buona giornata anche a te!

    @marsettina
    Parole sante!

    @Mirtilla
    Troppo morbido, lo era. E' bastato inquadrarlo per metterlo in forma^-^

    @Manu
    Ma sai che la prossima volta lo faccio di proposito inquadrato?
    Mi piace questa forma e poi mi ha dato la possibilità di averlo ben alveolato grazie all'impasto molto idratato.
    Hai ragione, non riusciamo più a cogliere l'attimo giusto ;-)


    @ornella
    Vero che la forma è bella? Non tutti i problemi vengono per nuocere!
    Poi mi dici come fai i pomodori secchi, per favore? Quest'anno ne ho piantati moltissimi, vorrei provare anch'io a farli ^-^!

    @Alessia
    Prego, cara! Se ti accontenti del virtuale, fai pure!

    @Natalia
    Anche a me piace molto,fosse stato un fiasco non l'avrei di certo postato ahahahahaha!!!

    Ringrazio tutte, siete gentilissime
    Baci, baci!!

    RispondiElimina
  11. quando si dice sapersi organizzare (e metterci del genio, pure)! ha un aspetto favoloso questo pane :D

    RispondiElimina
  12. dev'essere una nuvola! che meraviglia!! un bacione :-*

    RispondiElimina
  13. @LUIGI A.MORSELLO
    Ricambio Luigi!

    @sara b
    Grazie, sei molto gentile.

    @Stefania
    Grazie!

    Un abbraccio a tutti!

    RispondiElimina
  14. Sono arrivata a te tramite Stefania e incuriosita ho sbirciato un pò nel tuo blog e devo dire l'ho trovato davvero molto interessante,complimenti, non ti perderò di vista!!!
    P.s. buon fine settimana!!!

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)