mercoledì 6 aprile 2011

Quanti modi di fare e rifare la "Pastiera"


"Quanti modi di fare e rifare..." è il tema del nostro progetto (di Ornella, Tamara, e mio) : una volta al mese noi tutte vogliamo realizzare la stessa ricetta con gli ingredienti che abbiamo a disposizione e con il nostro modo personale di elaborarla.
Questo mese, per la pastiera, si sono unite a noi, con versione personale:
- Libera di Accantoalcamino's blog
- Solema di La cucina di Nonna Sole
- Stella di Una stella tra i fornelli


Le ricette elaborate sinora sono:
- il 6 febbraio 2011 il golosissimo "Pane tedesco alla birra"
- il 6 marzo 2011 gli sfiziosissimi "Li Frisgiori Longhi
(Frittelle Lunghe di Carnevale)"


Questo mese abbiamo scelto la PASTIERA, dolce pasquale napoletano. La ricetta è tratta da Pastiera.it il sito ufficiale dal 1999

Certamente trovare gli ingredienti non è stata una cosa facilissima, alcuni me li sono dovuti creare da me. Ma, nonostante questo, il risultato è stato eccellente.
Era la prima volta che mi cimentavo con questo dolce pasquale. Sarà anche super calorico, ma soddisfa tantissimo la voglia di dolci che qualche volta mi assale all'improvviso.
Metà l'ho usata per offrirla a delle amiche che hanno apprezzato moltissimo, l'altra metà l'ho tagliata a fette che ho messo in freezer. Facendola scongelare a temperatura ambiente ritorna buonissima come appena fatta.
Logicamente ne ho fatto un quarto della ricetta originale con alcune modifiche dovute all'impossibilità di reperire alcune cose.

Tra parentesi, ed in rosso, ci sono le mie quantità

Ingredienti

1Kg pasta frolla (circa 300gr homemade)
700gr ricotta di pecora (160gr di mucca homemade)
400gr grano cotto (orzo perlato 100gr)
600gr zucchero (100gr zucchero vanigliato)
1 limone (1 cucchiaio di aroma arancia)
50gr cedro candito (20gr di zenzero candito)
50gr arancia candita (20gr di arancia candita)
50gr zucca candita (20gr di cucuzzata)
100gr latte (30gr di latte)
30gr burro o strutto (10gr di burro)
5 uova intere + 2 tuorli (2 uova intere)
1 bustina di vaniglia (non l'ho usata)
1 cucchiaio di acqua di fiori d'arancia (non l'ho usata)
1 pizzico di cannella (facoltativo) (un pizzico)
(10 gr di amido di mais)

Prima di iniziare

- Pasta frolla :
200gr di farina
60gr di zucchero vanigliato
60gr di burro
20gr di strutto
1 uovo intero
1 cucchiaino di aroma arancia
1/2 cucchiaino di bicarbonato
un pizzico di sale

Impastare farina, burro e strutto, aggiungere lo zucchero, l'aroma arancia, il bicarbonato ed il sale. Per ultimo l'uovo. Compattare, avvolgere in pellicola per alimenti e tenere in frigo per almeno 30 minuti.

- Orzo perlato cotto :
Ho trovato dell'orzo perlato da usare nelle zuppe. Ne ho fatto cuocere 50 gr in 100 gr di acqua per 20 minuti a fuoco lento fino a quando è diventato morbido.

- Ricotta di latte di mucca :
Ho fatto sgocciolare lo yogurt Mar Caspio (matsoni) che faccio a casa e con il siero ho fatto del formaggio fresco morbido come la ricotta, l'ho fatto ben spurgare ed usato al posto della ricotta di pecora (introvabile in Giappone)

Preparazione

- Ho versato in una pentola l'orzo perlato cotto, il latte, il burro a tocchetti e l'aroma arancia ed ho lasciato cuocere, mescolando spesso fintanto che è diventato cremoso
- Con il pimer ho frullato la ricotta, lo zucchero vanigliato, le 2 uova, il pizzico di cannella e l'amido di mais (che ho aggiunto arbitrariamente per far addensare meglio la crema).

- Ho fatto riscaldare a fuoco lento fino a quando la crema ha iniziato a velare il cucchiaio, ho unito i canditi a tocchetti ed un poco di aroma arancia. A questo ho unito la crema di orzo perlato cotto e messo da parte a raffreddare.

- Ho steso l'impasto ed ho rivestito una teglia (20 cm di diametro) ricoperta da carta forno bagnata e strizzata, ho fatto dei fori con i rebbi della forchetta e ci ho versato dentro la crema ormai raffreddata che ho livellato.
- Ho steso i rimasugli di frolla ed ho formato la grata, ho spennellato con latte e fatto cuocere per circa un'ora in forno preriscaldato a 180°C


Con questo, vorrei augurare buona Pasqua a tutti


Pastiera di Tamara
Pastiera di Ornella
Pastiera di Nonna Sole

Pastiera di Libera


Pastiera di Stella


Per il 6 maggio 2011 vogliamo provare a fare un classico siciliano:

anelletti al forno alla siciliana
(Foto tratta dal blog di Andrea Matranga)
"Anelletti al forno alla palermitana", ricetta tratta dal blog "Cuciniamo insieme ad Andrea" di Andrea Matranga. Anche questa volta sarà una bella sfida con noi stesse, gli anelletti mi sembrano introvabili qui da me. A mali estremi, estremi rimedi, ci adatteremo a quello che riusciremo a reperire.
Noi ce la metteremo tutta, chi avrà voglia di seguirci?



***************************************************
***************************************************


15 commenti:

  1. Buonissima la pastiera.

    la prossima volta vorrei partecipare pure io.


    ciao

    RispondiElimina
  2. Siamo state proprio brave! E tu più di tutte perché hai dovuto prepararti anche la ricotta, sei unica! Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Grazie per gli auguri, che contraccambio e complimenti per come ti è riuscita la pastiera, è una meraviglia!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  4. Ciao Anna, io sono stata sicuramente facilitata dal fatto che qui trovo tutto, oddio ho dovuto ordinare il grano da cuocere, perché quello cotto non mi piace, ma è sicuramente più facile, ho la colomba a lievitare, è la prima, stasera colomba...baci

    RispondiElimina
  5. Tesoro, la tua pastiera è davvero strepitosa con la ricotta fatta da te, per giunta! Ma il 6 maggio posso partecipare anche io? MI piacerebbe fare la pasta siciliana in versione gluten free... ci hanno fatto gli anelletti apposta!
    Baci

    RispondiElimina
  6. Mi scuso con te per averti dimenticato, ho rimediato subito!!!
    Bella la tua pastiera!!!
    Per gli anelletti, spero di esserci!!!Nemmeno qui è facile trovarli!!!

    RispondiElimina
  7. avete fatto delle gran belle pastiere,brave!

    RispondiElimina
  8. Ciao Annina, ce bello spignattare assieme :-)
    per Solema non preoccuparti..glieli procuro io gli "anolini" ;-)

    RispondiElimina
  9. mamma mia che meraviglia, bravissima, la pastiera è deliziosa, mi cimento anche io da qualche anno seguendo le tradizioni di famiglia...seguirò anche le tue dritte bacioni

    RispondiElimina
  10. Che buona la pastiera!! Mi sa che quest'anno non abbiamo scuse per non farla ;) buona Pasqua anche a te, in anticipo!

    RispondiElimina
  11. Quante belle pastiere, bravissime...io non mai provato nè l'originale nè le varianti ma prima o poi ci provo, spero entro Pasqua!!! bacioni :)

    RispondiElimina
  12. Ciao Annina, ho sentito che c'è stata una nuova scossa...mannaggia, ti mando un abbraccio forte.

    RispondiElimina
  13. Bellissima la iniziativa...!!
    E qui ho fatto un piccolo ommaggio al Giappone con un link a te...
    http://glu-fri.blogspot.com/2011/04/jardin-japones.html
    Un abbraccio, Simonetta

    RispondiElimina
  14. @luby, grazie!
    @Alice4161, gentilissima.
    Sei la benvenuta, sai che andiamo di Anelletti al forno alla palermitana" vero? Ti aspettiamo.
    @ornella
    Carissima, ma lo sai che mi piace cucinare proprio perché devo e voglio crearmi da me le cose?
    Sono molto contenta della scelta della Pastiera, mi ha dato tante soddisfazioni.
    Baci!
    @Laura
    Grazie carissima, aguri ancora!
    @Tamtam
    Sai Tamara, questa è stata la mia prima Pastiera, e mi piace così tanto che credo la farò molto spesso anche fuori periodo pasquale ;-) Baci!
    @fantasia
    Stefania, che attenzione squisita nei vostri confronti, gli anelletti gluten free, questi sono gli atteggiamenti positivi che mi piacciono.
    Allora ti aspettiamo. Postiamo tutti il 6 maggio, l'orario: a chi fa prima ^-^!
    Baci
    @Solema
    Di niente carissima.
    Sono contentissima della tua partecipazione.
    Libera mi ha detto che gli anelletti li troverete assolutamente voi due (forse ci pensa lei ^-^), da me non ce ne sono, ho comprato qualcosa che somiglia lontanamente, ma moooolto lontanamente. Ci si deve adattare. Non posso farmi gli anelletti uno ad uno ;-)
    A presto
    @marsettina
    Oltre che belle sono buonissime.
    Un abbraccio!
    @accantoalcamino
    L'ho appena scritto a Solema, vi aspettiamo. Continuiamo, nel possibile a spignattare insieme che ci divertiamo. Baci!
    @sulemaniche
    Grazie! Se tu quest'anno l'avessi fatta entro il 6 aprile l'avresti potuta condividere con noi, peccato.
    Baci!
    @Jul e Mo
    E su ragazzi, bisogna farla. E poiu, avete visto quanti modi ci sono per farla? E sono tutte buonissime.
    Baci!
    @Luciana
    Anche per me è stata la prima volta, ma non sarà l'ultima.
    Baci!
    @accantoalcamino
    Sì, Libera, si sta sempre in apprensione. meno male che lo tsunami è rientrato.
    @Glu.fri cosas varias sin gluten
    Grazie cara Simonetta, vengo a vedere di corsa.
    Baci!



    Grazie a tutti e Buona Pasqua anche se con molto anticipo.
    Baci baci!!!!

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)