sabato 3 dicembre 2016

Sciroppo di fichi


Nell'aria si sente l'imminenza delle feste natalizie (anche se qui da me lo si vede più che altro nei grandi magazzini), ed io mi sono portata avanti per poter preparare i dolci tradizionali di questo periodo della mia terra😚
Per addolcire molti dolci natalizi pugliesi viene adoperato lo sciroppo di fichi o il vin cotto. Il vin cotto si fa con il mosto di vino, mentre lo sciroppo di fichi (chiamato anche miele di fichi) con i fichi. Ho fatto quest'ultimo la prima volta nel 2010, l'ho rifatto in questi giorni perché i fichi ritardatari dell'alberello del mio giardino non riuscivano a maturare dato che le temperature non sono più molto alte, per questo li ho raccolti ed ho fatto questo delizioso sciroppo da amalgamare a carteddat e purcidduzz per Natale. Il nome di questi dolci viene anche italianizzato in "cartellate e porcedduzzi". I fichi non erano maturi, perciò non dolci, e per questo ho aggiunto un poco di zucchero di canna, se si usano fichi maturi al punto giusto, non serve.
200g di fichi
1 litro di acqua
100g di zucchero di canna

Ho affettato i fichi, li ho travasati in una pentola e ricoperti d'acqua. Ho lasciato in infusione per circa un'ora poi ho fatto cuocere a fuoco debole sino a quando il liquido si è dimezzato (circa 3 ore)
Ho filtrato il liquido, era circa 500ml, che ho rimesso in pentola insieme allo zucchero di canna e ho fatto sobollire a fuoco debolissimo sino a quando si è addensato adeguatamente. Deve avere la consistenza del miele. L'ho messo in un vasetto di vetro con chiusura ermetica e riposto in frigo.
Lo si può utilizzare per un mese circa tenendo il vasetto ben chiuso ed in frigorifero.
Qui l'ho usato sulle carteddat e purcidduzz, dolci natalizi pugliesi e lucani. La polpa dei fichi non l'ho buttata, ho aggiunto 100g di zucchero, 1 grossa arancia amara affettata sottilmente e ho fatto cuocere per oltre un'ora. E' venuta fuori un'ottima confettura di fichi e arancia amara.




5 commenti:

  1. Sicuramente delizioso cara Socia! Lo preparerò l'estate prossima, quando il sole della Grecia maturerà tantissimi fichi! Così potrò avere le carteddat anch'io per Natale:-) E immagino la bontà della marmellata!! Un abbraccio cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Socia, se farai lo sciroppo con i fichi greci, sarà moooolto più buono di questo che ho fatto io. Che voglia di mangiare i fichi della mia infanzia, dolcissimi e carnosi.
      Ricambio l'abbraccio cara

      Elimina
  2. Adoro i fichi anch'io e ne ho mangiati tantissimi da mio zio quando ero piccola e non solo ricordo la dolcezza di quei fichi. Ottimo lo sciroppo e la marmellata che buoni devono essere. A presto.

    RispondiElimina
  3. Chissà che bontà!!!
    Un pensierino per provare a farlo il prossimo anno lo facciamo anche noi...
    Strasupercarpiato!

    RispondiElimina
  4. Complimenti per questa ricetta e per il recupero finale. Un abbraccio.

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)