domenica 10 luglio 2016

Quanti modi di fare e rifare Scarpazzoun


Ed è arrivato anche luglio, qui da me il tempo è incerto: caldo-afoso che supera i 32° o pioggia e temperatura caduta repentinamente di 10°. Non ci si crede che siamo in estate!
Meno male che la Cuochina di Quanti modi di fare e rifare ci fa distrarre con le sue deliziose ricette: è incredibile come le sue scelte siano sempre eccellenti ;)
E così, anche se si doveva usare il forno, per fare questo squisito "Erbazzone" propostoci da Daniela, le basse temperature hanno creato in casa l'ambiente adatto alla sua preparazione. Ne è valsa veramente la pena!
Per amalgamare le verdure ho fatto la panna acida home made, facilissima da fare e comodissima, le foglie di tarassaco sono un residuo delle piante spontanee del mio giardino.
Per la ricetta propostaci da Daniela, rimando al suo blog


Per la pasta
100g di farina debole

100g di semola rimacinata
20g di burro

20g di olio evo
sale
70g di acqua fredda


Per il ripieno
200g di spinaci

100g di foglie di tarassaco
2 porri
1 cucchiaio di pane grattugiato
1 uovo
3 cucchiai di parmigiano
2 cucchiai di olio evo

125g di panna acida home made
erbe aromatiche: prezzemolo, rosmarino, melissa, menta
sale e pepe
Ho amalgamato gli ingredienti della pasta, ho appallottolato, messo in una ciotola, coperto con un canovaccio e lasciato da parte per 3 ore circa.
Nel frattempo ho lavato: spinaci, porro e tarassaco e tagliati a piccoli pezzi, li ho fatti soffriggere a fuoco debole con l'olio evo, con coperchio.
Quando le verdure si sono ammorbidite ed era evaporato tutto il loro liquido, ho spento il fuoco e fatto raffreddare.
Alle verdure ho unito la panna acida, che avevo preparato il giorno prima e fatta ben sgocciolare, l'uovo, le erbe aromatiche spezzettate, il pangrattato ed il parmigiano, sale e pepe ed ho mescolato il tutto.
Ho preso 2/3 di impasto e tirato una sfoglia sottile, l'ho adagiata in una teglia ricoperta da carta forno e vi ho spalmato la crema di verdure. Ho assottigliato la restante parte di impasto che ho appoggiato sopra la crema. Ho chiuso per bene le giunture per non far fuoriuscire la crema, con la forchetta ho fatto dei piccoli fori centrali sulla sfoglia superiore, e fatta cuocere a 220°C per 30 minuti circa
Questa torta salata è ottima calda, tiepida ma anche fredda. Grazie Daniela per averla condivisa con tutte noi.

Adesso ci aspetta un mese di relax, riposo per il corpo e la mente. Anche la Cuochina, dopo tutto questo tempo ad elaborare e coordinare i nostri incontri, vuole assolutamente riposare.
 Per questo, ad agosto siamo tutti in VACANZA

 Ci si rivede a settembre

 **************************
L'11 settembre 2016 
saremo da Carla Emilia

per preparare lo Stoccafisso in buridda
Vi aspettiamo in tanti


**************************
Ricordo che il blog della Cuochina è
"Quanti modi di fare e rifare"
il suo indirizzo di posta elettronica è:
quantimodidifareerifare@gmail.com
che gli incontri dei "Quanti modi" avvengono
la seconda domenica del mese, alle 9:00
Qui per vedere la lista di tutte le ricette, comprese quelle del 2016
e che ci si può incontrare su Facebook  e su Twitter
 
   

E... scaricate, scaricate i pdf 2011, 2012, 2013, 2014 e 2015 







10 commenti:

  1. Che verisione particolare, da assaggiare!!
    Buone vacanze!!

    RispondiElimina
  2. Squisito con la panna acida, strasupercarpiato!!!

    RispondiElimina
  3. Anche qui piove spesso e di sera la temperatura scende sui 12 gradi..Non si può dire che siamo in estate! Golosissima versione con panna acida e tarassaco! Un abbraccio carissima Socia e grazie ♥ ♥ ♥ Buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  4. Proprio una bella idea usare il tarassaco dalle tante proprietà e benefici e la panna acida che rende l'impasto morbido ottima versione cara anna: Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Proprio una bella idea usare il tarassaco dalle tante proprietà e benefici e la panna acida che rende l'impasto morbido ottima versione cara anna: Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Una versione fantastica, bellissimo l'accostamento del dolce del tarassaco alla panna acida, da rifare anche in questa versione:-)
    Quante cose impariamo con la Cuochina :-)
    Alla prossima ...
    Buone vacanze :-)

    RispondiElimina
  7. Cara Anna, come sempre bravissima! Mi piace molto il tuo ripieno, con tarassaco, panna acida ed erbe aromatiche. Ora da noi il tarassaco non è di stagione, ma quando lo sarà di nuovo proverò questa versione.
    Ti auguro buone vacanze!

    RispondiElimina
  8. Cara Anna, come sempre bravissima! Mi piace molto il tuo ripieno, con tarassaco, panna acida ed erbe aromatiche. Ora da noi il tarassaco non è di stagione, ma quando lo sarà di nuovo proverò questa versione.
    Ti auguro buone vacanze!

    RispondiElimina
  9. Grazie mille a tutti, buone vacanze!
    Ci si rivede l'11 settembre, non mancate!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. interessantissima la tua versione da fare ache questa,grazie,buona estate

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)