lunedì 22 novembre 2010

2011 anno del Coniglio, ed un INVITO A FARE IL PANETTONE INSIEME


Come ho già accennato, nel calendario lunare cinese, il 2011 è l'anno del coniglio.
Per augurare un anno pieno di salute, gioie, serenità, pace, ecc. si preparano omanju oppure omochi
Avevo preparato kuromame ed ho fatto questi omanju a forma di coniglietto. In questo periodo impazzano in molti siti giapponesi: ce ne sono di tanti tipi e con ingredienti diversi.
Ne ho fatti due tipi: uno con farina di frumento ed uno con farina di riso



Ingredienti
80 gr di kuromame (o castagne bollite)
40 gr di zucchero
20 gr di acqua
70 gr di farina 0 (oppure 70 gr di farina di riso)
1/4 di cucchiaino di lievito per dolci


Ho schiacciatoo kuromame col passaverdure, l'ho diviso in 8 parti e li ho appallotolati (2 cm di diametro circa).
(La stessa cosa si fa con le castagne bollite.)
In una ciotola ho sciolto lo zucchero con l'acqua, quindi ho aggiunto la farina setacciata, il lievito ed ho amalgamato ben bene tutti gli ingredienti, diviso l'impasto in 8 pezzi e li ho appallottolati.
(Si fa lo stesso procedimento con la farina di riso che sostituisce la farina 0.)


Con l'aiuto di altra farina, ho assottigliato ogni pallina dell'impasto e ci ho messo dentro il pesto di fagioli neri (la stessa cosa con il pesto di castagne) ed ho chiuso i lembi, formando un fagottino allungato.
Ho fatto cuocere per 10 minuti nella vaporiera (ho messo dell'acqua nella pentola poi il cestello ed il coperchio).
Appena cotti, ho tolto i coniglietti dal cestello e, con i rebbi di una forchettina intinti in poco colorante nero alimentare, ho fatto il naso e le orecchie ai coniglietti.
Premere con il pollice e l'indice la parte opposta alla testa del coniglietto, per dargli il segno delle zampette posteriori


Questi sono con farina e kuromame

Questi con farina di riso, il ripieno è fatto una parte con kuromame ed un'altra con castagne bollite.
Quest'ultimo impasto si lavora molto meglio, si riesce a richiudere dentro il pesto di fagioli molto agevolmente. Invece quello con farina ha avuto difficoltà a richiuderli.

Ma quelli con farina sono molto più gustosi, mentre quelli con farina di riso sono farinosi in bocca. Devo provare ad usare delle farine diverse per trovare quella ottimale.


Anche con questa ricetta partecipo alla raccolta del contest di Ornella
del blog "Il giardino dei sapori e dei colori"



ED ORA VENIAMO ALL'INVITO A FARE IL PANETTONE INSIEME
Di solito è sui forum che si fa il "cucinare insieme", ma noi blogger non ci facciamo intimorire da questa prassi, ci proviamo a farlo anche con i nostri blog!!

Con alcune blogger stiamo pensando di fare il panettone insieme, seguendo una ricetta.
L'anno scorso ho fatto questo "Panettone delle Simili con lievito liquido" ed è venuto molto bene, l'ho rifatto 3 volte, sempre con ottimi risultati. Al che abbiamo pensato di fare questo


Prevediamo di iniziare con il fare il poolish venerdì sera 3 dicembre, farlo lievitare tutta la notte e sabato mattina, 4 dicembre, andare con il primo impasto. La cottura è prevista per la giornata di domenica.
La cosa essenziale è avere il lievito liquido (licoli) mooooolto attivo. Per averlo così bisogna fare tanti rinfreschi. Per non ritrovarsi con la casa sommersa da licoli rinfrescato, è meglio procedere con gli pseudo-rinfreschi. Con questo metodo si evita lo spreco di farina

Gli ingredienti per un panettone da 750 gr sono:

Primo impasto
183 gr di farina di forza
43 gr di zucchero
47 gr di burro morbido
83 gr di acqua tiepida
75 gr di poolish
2 tuorli d'uovo

Secondo impasto
Tutto il primo impasto
90gr di farina di forza
47gr di burro morbido, non fuso
27gr di acqua tiepida circa
8gr latte condensato (o latte in polvere)
17gr di zucchero
100gr di uva sultanina
arancia e cedro canditi a cubetti qb
3gr di sale
3gr di miele
3gr di malto
2 tuorli d'uovo
1/3 stecca di vaniglia, solo i semi (per questo, sarebbe meglio mettere una bacca di vaniglia nello zucchero in ricetta, almeno una settimana prima).


Per chi è interessato/a, lasciare un commento al presente post.
Qui non ci sarà nessun maestro nè maestra. Tutti potremo interagire con tutti.

Dato che io l'ho già fatto l'anno scorso, mi permetto di pubblicare un post con il piano lavoro, lo farò entro la fine di questa settimana.

A presto e grazie per avermi letto sino alla fine


19 commenti:

  1. Carissima
    io ci sono sicuramente (anche se lo sai già)dovrò solo studiare un po' i tempi visto che domenica lavoro, comunque sai che questo è solo un piccolo dettaglio

    smack a presto
    Manu

    Ps: il lievito è sonnacchioso, ma sveglio!!!!

    RispondiElimina
  2. Passo per l'invito del panettone, perché proprio non sono capace e non potrei mai farlo...
    Per i dolcetti, ti suggerisco di usare l'amido di riso che è molto più sottile rispetto alla farina... Li proverò anche io!
    P.s. Vanno bene anche le castagne secche, messe prima a mollo e poi lessate, o devono essere quelle fresche?
    Baci mio tesoro bravissimo!

    RispondiElimina
  3. Che belli Anna!! Grazie mille!! Per il panettone sono pronta, ho rinfrescato il licoli anche oggi! Spero che diventi super attivissimo! Ora mi stampo gli ingredienti ma ti volevo chiedere: qui c'è il latte condensato dolce e quello senza zucchero quale prendo? Un abbraccio super e a presto!

    RispondiElimina
  4. sul panettone ho qualche perplessità, già l'anno scorso provai a farlo con la pasta madre senza glutine, e il risultato non ci fu. rimasi così male, dopo essere stata a tribolargli dietro per tre giorni, che mi ripromisi "Mai più!" solo che ora che si avvicina il natale mi viene una voglia...

    bellissimi questi dolcetti!
    concordo con stefania, prova ad usare, invece della farina di riso, o almeno sostituendola in parte, l'amido, l'effetto è decisamente migliore!

    RispondiElimina
  5. @Manu
    Eh, sì cara, sì che lo so che partecipi! Sei una delle blogger di cui parlavo prima.
    Dagli una bella smossa a questo licolino sonnacchioso. Vedrai che sino a quando serve sarà pippantissimo!
    Bacioni!

    @fantasie
    Stefania, lo so che è difficile fare il panettone con farine senza glutine, non riuscirebbe a lievitare il tanto necessario per una buona riuscita.
    Per le castagne, la cosa importante è che si possa fare il purè, penso che anche le castagne secche vadano bene. Io ho usato quelle fresche.
    Un abbraccio grandissimo cara.

    @ornella
    Tu, Manu, Tamara, un'amica di Tamara ed io siamo le blogger fondatrici di questa iniziativa. Spero che se ne aggiunghino altre, sarebbe bello divertirsi con una moltitudine di temereri blogger
    Per il latte condensato, penso che vada meglio quello dolce.
    A prestissimo carissima.

    @La Gaia Celiaca
    E ci credo Gaia, il panettone ha bisogno di glutine, proprio quello che non serve a voi, altrimenti non lievita.
    Grazie a te ed a Stefania per la dritta, userò l'amido di riso, la farina di riso rimane farinosa in bocca, ma si lavora divinamente. Riesce a nascondere alla perfezione la pallina di purè che ha nel corpo, al contrario della farina di frumento che si strappa se è molto sottile.
    Ciao Ciao!

    Un bacione cosmico a tutte

    RispondiElimina
  6. Cara Anna, nei prossimi giorni pubblicherò qualcosa e farò un link a questo tuo post! Prenderò in prestito anche una foto del tuo panettone dell'anno scorso per presentare il progetto ok? Un bacione

    RispondiElimina
  7. Perfetto cara, grazie!
    Non vedo l'ora di mettere le mani in pasta.
    Bacioni!

    RispondiElimina
  8. Che carini, anna!!!
    Per il panettone passo, non ho ancora il lievito madre...:-(

    RispondiElimina
  9. bellissimi questi coniglietti! da provare!
    E se invece delle castagne, vado diretta con crema di marroni, troppo dolce???
    per la farina di riso, è vero che da sola rimane troppo farinosa, ma tu dovresti facilmente trovare dalle tue parti della farina di riso glutinosa, che è più fina, e mescolarla a quella di riso.
    Non avendo una vaporiera, posso provare con il bagnomaria o è fuori questione?
    Per il panettone passo anche io, purtroppo :-(
    Baci baci

    RispondiElimina
  10. ho letto da Ornella...
    sarei stata felice di partecipare..
    ma..sono sprovvista di lm...
    complimenti x gli omochi!!
    ciao Enza

    RispondiElimina
  11. Potrei partecipare... tutti questi rinfreschi mi intimoriscono un pò... ma le sfide sono bellissime!!
    Devo vedere se quel we sono in casa... se mi iscrivo e poi non posso...??
    Intanto ci penso un pò su...
    Baci baci,
    Franci

    RispondiElimina
  12. Anna, ma i coniglietti sono deliziosi...penso che li farò anche io...sto ancora mangiando quella meraviglia di pan brioche....lo metto anche io l'annuncio del panettone?

    RispondiElimina
  13. adesso ho capito....i coniglietti si possono fare con l'interno o di fagioli neri di soia...ecc. o con l'interno di castagne bollite...è così?

    RispondiElimina
  14. @arabafelice
    Grazie Stefania!
    Eh, sì! E' necessario il lievito liquido, peccato!
    Un abbraccio.

    @Mirtilla
    Grazie Mirtilla. Baci!

    @Fabipasticcio
    Penso che anche la crema di marroni possa andare bene.
    Sì che va bene cuocere a bagnomaria, in fondo la vaporiera ha quella funzione.
    Grazie cara.

    @Enza
    Ciao Enza, peccato che non hai il lievito liquido, sarà per la prossima volta.
    Grazie!

    @Francesca
    Ciao Franci!
    Ma certo che non ti mandiamo i carabinieri se alla fine non potrai farlo con noi ^-^.
    Carissima, questo fare il panettone insieme è tutto free, si può partecipare comunicandolo ma anche in silenzio per i fatti propri, non ci sono assolutamente problemi.
    Vogliamo solo divertirci.
    I rinfreschi sono facilissimi, non ti preoccupare. Sabato inserisco la tabella di marcia e tutto quello che può servirci.
    Speriamo che tu possa liberarti, mi farebbe molto piacere.
    Baci!

    @Tamtam
    Tamara cara, potresti mettere anche tu l'annuncio, per favore?
    Così viene comunicato a più persone.
    Sì, il ripieno dei coniglietti è di due tipi: uno è pesto di fagioli neri e l'altro è pesto di castagne bollite.
    Un abbraccio cara!

    RispondiElimina
  15. Ecco... quando ci fai vedere come si fanno i piatti giapponesi io TI ADORO!!
    Causa mancanza di tempo e organizzazione per il Panettone passo... ma vi seguirò passo passo ;-)
    Baci!!!
    Chiara

    RispondiElimina
  16. Ciao Chiaretta,
    lo so che piacciono i piatti giapponesi, ma non sempre gli ingredienti si trovano in giro per il mondo. Per questo non so quanto possano servire agli altri queste ricette.
    Il panettone, te ne avanzeremo alcune fette.
    Bacioni

    RispondiElimina
  17. Che tipo di farina di riso è?
    Magari prova a fare un po' di una e un po'dell'altra.
    Ma la farina per dolci va bene lo stesso??

    RispondiElimina
  18. Ciao Shakie,
    ho usato semplice farina di riso.

    Per farina per dolce intendi quella a bassa percentuale di proteine (8~10%)? Se sì, è proprio questa quella che ho usato.
    Prova a fare una piccola quantità con metà e metà di farine e poi fammi sapere, io non li ho più fatti da allora.

    Ciao!

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)