mercoledì 15 ottobre 2008

Kabocha manjū (Manjū con marmellata di zucca)

Autunno: periodo di zucca!
Manjū sono dei dolci tradizionali giapponesi ripieni di "anko"
(marmellata di azuki), cotti a vapore.
Io, invece di anko ho usato la marmellata di zucca
Anche questa ricetta partecipa alla
oltre che a "Afternoon tea Award" di twostella
Ecco "Kabocha manjū"
(Manjū con marmellata di zucca)
Ed ecco gli ingredienti e la preparazione
(per la marmellata)
zucca 80 gr
zucchero 60 gr
sale 1 pizzico
(per la base)
farina 90 gr
lievito per dolci 3 gr
zucchero 30 gr
acqua 25 cc
Cuocere la zucca nel microonde per 4 minuti.
Schiacciare la zucca, unire zucchero e sale e far raffreddare.
Setacciare farina, lievito e zucchero, aggiungere l'acqua ed amalgamare.
Spolverizzare il tagliere con della farina e tagliare la pasta in 5-6 pezzi.
Stendere con il mattarello la pasta e metterci dentro un cucchiaio di marmellata di zucca, chiudere ed arrotondare.
Vaporizzare con acqua la superficie dei dolcini.
Far cuocere a vapore per 10 minuti e mangiare!
Sono dei dolcini un poco particolari, ben diversi dall'idea di dolcino italiano:
la base un poco pastosa con al centro una marmellata morbidissima e dolce.

5 commenti:

  1. accidenti anna!!
    sono mlto particolari..ma mi intrigano tantissimo!
    se ti va...
    twostella fa una racoclta per il afternoon tea..
    http://giardinociliegi.blogspot.com/2008/10/t-allinglese-e-ricette-classiche.html
    magari potresti participare.
    bacioniiii

    RispondiElimina
  2. Sono proprio contenta della segnalazione di brii, perchè mi fa conoscere te e questa ricetta. Come hai sottolineato tu sono un po' diversi rispetto ai dolci italiani, ma mi diverte conoscere altre abitudini e soprattutto mi piace sperimentare! Grazie!!!!

    RispondiElimina
  3. Siete carine entrambe!
    Grazie per la segnalazione e per l'accoglienza!
    Baci!
    anna

    RispondiElimina
  4. ciao!! che bella scoperta il tuo blog.. è delizioso. condividiamo la passione per il Giappone vedo.. ^___^ i manju li mangio sempre, li adoro! avevo provato a farli ma era uscito un disastro.. riproverò di certo ma li accompagnerò con dell'anko tsubushian! *-* io li chiamo "coniglietti"... quelli che mangio al ristorante hanno anche gli occhietti! XD

    RispondiElimina
  5. Ciao Sayuri,
    hai visto che ho fatto anche i coniglietti?
    Io non potrei non amare il Giappone dato che ci vivo.
    Ciao cara.

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)