domenica 12 marzo 2017

Quanti modi di fare e rifare il Gulasch di manzo (Rindsgulasch)

Terza ricetta del Menù 2017 ideato dalla nostra Cuochina di Quanti modi di fare e rifare. Siamo a marzo, mese che porta la primavera che pian pianino si fa vedere,anche se, al nord del Giappone, ci sono delle zone dove ancora nevica.
La ricetta mensile che ci propone la Cuochina per oggi è questa ottima ricetta regionale altoatesina: il Gulasch di manzo (Rindsgulasch)
Io l'ho preparato come ci suggerisce la Cuochina, e l'ho servito con le patate  in tecia anche se queste ultime sono triestine.

Dosi per 2 persone
250 g di manzo
100 g di passata di pomodoro
1 cipolla
brodo qb
1 cucchiaio di strutto
1 spicchio d'aglio
alloro, maggiorana
cumino, paprika
aceto, sale
scorza di limone

In una casseruola mettere lo strutto, la cipolla tritata finemente e far appassire a fuoco lento. Insaporire con un poco di aceto ed un cucchiaino di paprika. Aggiungere la carne tagliata a grossi dadi e far soffriggere per qualche minuto, unire poi la passata di pomodoro, l'aglio, due foglie di alloro, un pizzico di cumino e un rametto di maggiorana ed un po' di scorza di limone grattugiata, 100 ml di brodo ed il sale.
Mescolare, mettere il coperchio e lasciar cuocere a fuoco moderato per 2 o 3 ore, fintanto che la carne diventi tenera, mescolando di tanto in tanto per evitare che si attacchi sul fondo. Aggiungere del brodo nel caso il sugo si asciughi molto. A cottura ultimata, togliere l'aglio e le foglie di alloro, servire il gulasch ben caldo. 

Di seguito riporto la ricetta delle Patate in tecia
Patate in tecia
500 g di patate
30 g di strutto (o burro)
1 cipolla
brodo di dado oppure acqua
Sale e pepe
Rosmarino

Far bollire le patate in acqua bollente e sbucciarle. Soffriggere la cipolla affettata con lo strutto, quando diventa color oro, unire le patate: metà affettate e metà schiacciate con la forchetta. Salare, pepare e far cuocere a fuoco medio. Sulle patate si deve formare una crosticina. Se serve, aggiungere un poco di brodo o di acqua. Aggiustare di sale ed unire alcuni aghi di rosmarino

***************************
Il prossimo incontro con i "Quanti" sarà il 9 aprile 2017 , 
seconda domenica del mese, alle ore 9:00
con la quarta ricette del Menù 2017, della nostra Cuochina

Sarà  la volta di questa ottima ricetta di Pasquetta di Agrigento
(Nel 2017 la Pasquetta cade il 17 aprile)  
**************************
Ricordo che il blog della Cuochina è
"Quanti modi di fare e rifare"
il suo indirizzo di posta elettronica è:
quantimodidifareerifare@gmail.com
che gli incontri dei "Quanti modi" avvengono
la seconda domenica del mese, alle 9:00
Qui per vedere la lista di tutte le ricette dei Menù 
e che ci si può incontrare su Facebook  e su Twitter
 
   
   



7 commenti:

  1. Che bontà anche le patate in tecia, il prossimo autunno accompagneranno anche il nostro gulasch, strasupercarpiato e alla prossima!

    RispondiElimina
  2. Associo spesso la primavera alle incredibili immagini della fioritura dei sakura..mi piacerebbe tanto vederli un giorno! Cara Socia, ottimo abbinamento del gulasch con le patate in tecia! Grazie infinite per tutto, sempre in gran forma noi due :-D Un abbraccio e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  3. Ottimo abbinamento cara Anna gulasch-patate in tecia. Le patate così come le hai proposte le devo proprio provare.Un abbraccio e grazie per tutto.

    RispondiElimina
  4. Ma che belle quelle patate... intanto copio la ricetta poi vedremo se la mia dieta mi permette uno sgarro ;) Bacione

    RispondiElimina
  5. L'accostamento alle patate è proprio indovinato! devo provare anche con le patate in tecia, hanno un aspetto delizioso! Quante cose impariamo con la Cuochina! Magnifica scelta!
    Un abbraccio, alla prossima ...

    RispondiElimina
  6. ciao Anna,
    ricetta splendidamente speciale e speciali sono
    le patate in tecia...con gli aghetti di rosmarino a mo' di decorazione...non possono
    che esserle!!
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  7. Buonissimo...e grazie anche per la ricetta delle patate!!!

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)