giovedì 21 luglio 2016

Non è cotto due volte, ma non si discosta molto dalla ricotta

In estate, due volte alla settimana rigenero il mio yogurt "Matsoni", ne faccio 3 o 4 porzioni per volta, così evito che il sapore diventi pungente. Questo problema viene causato dalle alte temperature, anche se lo ripongo nel frigo, matsoni riesce a percepire questi cambiamenti atmosferici.
Rigenerandone piccole quantità, me ne avanza sempre un bel po' della "madre"che faccio sgocciolare per una notte intera in frigo, quindi lo condisco con olio sale ed erbe aromatiche e lo mangio spalmato sul pane. Il siero che avanza l'ho sempre buttato perché non sapevo che farne.... Ma l'altro giorno mi è balenata un'idea: se lo riscaldassi e ci versassi un poco di latte? Niente niente che riesco a ricavare qualcosa di commestibile?  
Ci ho provato con:

140g di siero di yogurt (matsoni)
500ml di latte 3,6% di grasso

e sono venuti a galla i fiocchetti come quando si fa la ricotta
Ho messo a scaldare, a fuoco lento, 130g di siero, quando stava per bollire ho aggiunto 60~70ml di latte, *quando iniziava a rapprendersi ho aggiunto ancora 60~70ml di latte*. Ho continuato da * a * sino ad esaurimento del latte, per ultimo ho aggiunto la restante parte di siero (10g circa) ed ho spento il gas. I fiocchetti erano molto evidenti.
Ho messo il coperchio alla pentola e l'ho coperta con una copertina. Ho lasciato intiepidire per 30 minuti circa
quindi ho prelevato i fiocchetti e li ho travasati in una fiscella per ricotta
Ho fatto sgocciolare per 30 minuti circa.
Ed è venuto fuori un prodotto caseario a cui non so dare un nome, non è ricotta perché il siero proviene dallo yogurt che rigenero a freddo. Non è un formaggio perché non ho usato caglio, né limone o aceto, ma solo il siero spurgato dallo yogurt. Potrei chiamarlo "yogurcotto", giusto per dargli un nome, ma il suo sapore è molto vicino a quello della ricotta appena fatta. L'ho mangiato che era ancora tiepido, proprio come la ricotta che mangiavo da bambina. Con questi ingredienti ho ricavato 130g di yogurcotto.

Io ho usato il siero dello yogurt che auto produco, non so come possa venire con quello industriale. Il siero che è avanzato dallo yogurcotto lo userò per panificare ed il ciclo sarà compiuto ;)





4 commenti:

  1. Wow, un caloroso benvenuto allo yogurtcotto!! Sei un portento cara Socia! Sopra, ci starebbe proprio bene la salsa di mirtilli che ho preparato ieri sera...:-) Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Il nome mi piace molto. Sei sempre piena di risorse. :)

    RispondiElimina
  3. Carissima Fatina, sperimenteremo anche noi lo yogurtcotto!
    Strasupercarpiato!!!

    RispondiElimina
  4. Geniale! assolutamente geniale!
    Deve essere buonissimo.
    Buona domenica a rileggerci presto

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)