domenica 12 giugno 2016

Quanti modi di fare e rifare Pane e Panelle

Per questo mese la Cuochina di Quanti modi di fare e rifare ha scelto un delizioso street-food (uno dei più famosi cibi da strada siciliani): Pane e Panelle. Era da tanto che mi ripromettevo di provare a farli e finalmente ci sono riuscita.
Non so come siano gli originali, non avendoli mai mangiati, ma questi mi hanno soddisfatto moltissimo, per questo ringrazio Silvia per aver condiviso con tutte noi la sua ricetta.
Per i panini mi sono affidata all'impasto base nr.1 della nostra carissima Cuochina

        
Panini con l'impasto base nr.1 della Cuochina 
100g di licolfico molto attivo
160 ml di latte 
10g di zucchero
1 tuorlo
300g di farina di forza (12% di proteine)
15g di burro a temperatura ambiente
poco sale
latte per spennellare
sesamo nero

Nella planetaria ho mescolato licolfico con latte tiepido, zucchero, tuorlo e farina setacciata. Ho fatto amalgamare e messo a riposare per 30 minuti circa (autolisi), quindi ho aggiunto il sale e il burro. Ho fatto impastare sino ad incordatura, trasferito l'impasto in una ciotola appena unta e coperta con una salvietta. Ho lasciato la ciotola a temperatura ambiente e, per due volte, a distanza di mezz'ora, ho fatto delle pieghe a tre. Quindi ho lasciato lievitare per 3 ore circa e riposto in frigo.
La mattina successiva ho riportato a temperatura ambiente l'impasto, l'ho diviso in 10 pezzi da 60g l'uno, ho piegato in tre ogni pezzo di impasto e poi ancora in tre e quindi l'ho arrotondato. In una teglia ricoperta da carta forno ho allineato i panini. Ho fatto lievitare sino al raddoppio (3 ore circa), li ho spennellati con del latte appena tiepido e spolverati con sesamo nero.
Ho infornato a 200°C per 10 minuti, ed a 190°C sino a cottura.
Panelle
300g di acqua fredda
100g di farina di ceci
poco sale e pepe
prezzemolo
olio per friggere

In una pentola ho versato l'acqua fredda di frigo e, con una frusta a mano, ho sciolto la farina di ceci, ho messo sul fuoco, aggiunto sale e pepe e, appena arrivato a bollore, ho fatto cuocere per 10 minuti circa sempre mescolando.
Ho spento il fuoco ed aggiunto le foglie di prezzemolo. Ho compattato l'impasto dandogli una forma cubica, ho tagliato delle fette alte 1cm circa e le ho fritte in olio caldo.
Ho fatto sgocciolare le panelle su carta assorbente e farcito i panini al sesamo nero. Li abbiamo gustati con cetrioli sottaceto e fette di pomodori.

**************************
Il prossimo 10 luglio 2016 
saremo da Daniela
per preparare lo Scarpazzoun
 Vi aspettiamo in tanti
**************************
     
Ricordo che il blog della Cuochina è
"Quanti modi di fare e rifare"
il suo indirizzo di posta elettronica è:
quantimodidifareerifare@gmail.com
che gli incontri dei "Quanti modi" avvengono
la seconda domenica del mese, alle 9:00
Qui per vedere la lista di tutte le ricette, comprese quelle del 2016
e che ci si può incontrare su Facebook  e su Twitter
 
 

E... scaricate, scaricate i pdf 2011, 2012, 2013, 2014 e 2015 


10 commenti:

  1. Splendidi con il sesamo nero!!!
    Buona domenica!!!

    RispondiElimina
  2. Che bontà anche il tuo pane e panelle con i cetrioli sottaceto, strasupercarpiato!!!

    RispondiElimina
  3. Ecco quadi quello che è stato il mio pranzo,buonissimo questo panino,vero?Buona domenica

    RispondiElimina
  4. Quante meraviglie ci gustiamo mese dopo mese con la nostra amata Cuochina cara Socia!! Siamo una forza imbattibile :-) Grazie per tutto Anna cara, un abbraccio e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  5. Una versione fantastica,sfiziosissima con i cetrioli e il sesamo nero! che belli i panini con l'impasto della Cuochina, sono perfetti, devo assolutamente decidermi a provarlo :-)
    Quante cose impariamo con la Cuochina :-)

    RispondiElimina
  6. che bontà!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  7. ciao Anna,
    panini al sesamo nero bellissimi
    farciti con una vera bontà!!!
    Ci piace pensare ...ricetta della tradizione palermitana...suggerita da Roma, rifatta in Giappone e non solo....e adesso in giro per tutto il mondo grazie alla cuochina.
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  8. Girando tra i blog ho trovato il licoli e il licoluva... ora anche il licolfico!!! Siete fantastiche... ed io devo decidermi prima o poi a sperimentare questo tipo di fermentazione.
    Bellissimi i tuoi panini (ma che lo dico a fare)... e come sempre GRAZIE per tutto quello che fai ♥

    RispondiElimina
  9. Grazie a tutti, siete come sempre molto carini!
    Alla prossima volta da Daniela prima delle vacanze estive.
    Un abbraccio

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)