lunedì 6 maggio 2013

Quanti modi di fare e rifare la Bughàtsa dolce da Salonicco

Ma quanto ci piace viaggiare a noi Cuochini di Quanti modi di fare e rifare !!! Da un aereo all'altro, da una nazione all'altra, da nord a sud e viceversa.
Siamo sempre in movimento io, Ornella e tutti gli amici blogger che ci seguono nella nostra bellissima iniziativa.
E dopo la Svezia e la Germania, con una breve tappa in Italia, a Venezia, siamo in Grecia, la bellissima e luminosa Grecia, e più precisamente a Salonicco, a casa di Marina.
Siamo tutti elettrizzati e col grembiule già allacciato, pronti per preparare la sfoglia e, subito dopo, la Bughàtsa dolce da Salonicco sotto la magistrale guida di Marina del blog "Il laboratorio di MM_SKG". 
Avendo apportato alcune variazioni, rimando al blog di Marina per la ricetta originale. 

Per la sfoglia:
  • 100 gr di farina di forza
  • 90  gr di farina debole
  • 100 ml di acqua fredda
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 100 gr di burro freddo
Per la crema pasticciera:
Per spolverare
  • zucchero a velo.
Ho fatto la sfoglia con il mio solito procedimento:
Ho mescolato le farine con il sale ed impastato bene con l'acqua fredda, fatto un panetto e tenuto per 1 ora in frigo, nella parte più fredda.
Ho steso l'impasto e ci ho allineato il burro freddo affettato e spolverato sopra un poco di farina, ho portato i due bordi laterali al centro e schiacciato delicatamente con il matterello.
Portato i due bordi restanti al centro e schiacciato delicatamente, quindi ho chiuso a libro, ho avvolto con pellicola per alimenti e tenuto tutta la notte in frigo, nella parte più fredda.
Dopo aver messo in frigo la sfoglia, ho preparato la crema pasticciera:
Ho sbattuto i tuorli con lo zucchero fino a quando è diventato spumoso e chiaro, ho aggiunto la fecola di mais, l'aroma arancia ed amalgamato bene con la frusta a mano.
Ho unito il latte tiepido e messo sul fuoco e far addensare. Ho trasferito in un contenitore di vetro e, appena fredda, ho coperto la crema a pelle, con la pellicola per alimenti. In questo modo non si forma la pellicina dura in superficie. Messo in frigo.

L'indomani mattina:
* Tenendo la piegatura sulla destra, ho allungato l'impasto delicatamente, per non far fuoriuscire il burro. Ho avvicinato al centro i due bordi superiore ed inferiore ed ho allungato, tenendo la piegatura in verticale. Ho avvicinato al centro i due bordi restanti ed allungato, tenendo sempre la piegatura in verticale. Quindi ho chiuso a libro, avvolto con pellicola per alimenti e messo in frigo, nella parte più fredda, per due ore *
Ripetere da * a * per altre tre volte
Io ho fatto delle mini-bughàtsa, dividendo la sfoglia in 4 parti (100 gr circa ognuna), che ho steso molto sottile, spalmato la crema e piegato a lettera. Ho chiuso bene le cuciture per evitare la fuoriuscita della crema.
Le ho allineate sulla teglia coperta da carta forno con le cuciture verso sotto, spennellate leggermente con burro fuso. Ho preriscaldato il forno a 250°C e fatto cuocere per 15 minuti quindi ho diminuito a 220°C e fatto cuocere fino a doratura, circa 20 minuti. 
Le ho spolverizzate con zucchero a velo e ognuna l'ho tagliata in quattro pezzi. Marina consiglia di servirle, preferibilmente, ancora calde. Ed io concordo con lei.

**************************
Il 6 giugno torneremo in Italia, andremo a casa
di Antonella, per preparare i suoi Canederli verdi
Vi aspettiamo in tanti
**************************
Ricordo che il blog della Cuochina è
"Quanti modi di fare e rifare"
  il suo indirizzo di posta elettronica è:
quantimodidifareerifare@gmail.com 


e che ci si può incontrare su
E... scaricate, scaricate i pdf 2011 e 2012

  Qui per le ricette 2012-seconda parte   
Qui per le ricette 2012- prima parte  
Qui per le ricette 2011 completo




25 commenti:

  1. Ciao, buon giorno e buon maggio in dolce compagnia di questa tua meraviglia: una sfogliatura fantastica!

    RispondiElimina
  2. Buongiorno!!! ma tutte queste ''dolcezze'' di prima mattina!!! ma che voglia di mangiarne unaaaa !! un pezzetto !! ahahaha
    Ciao Dany :-)

    RispondiElimina
  3. Che spettacolo la sfoglia! Io proprio non ci tento altrimenti mamma mi caccia da casa XD
    Rubo un pezzetto per colazione!
    Baci! :*

    RispondiElimina
  4. Questa focaccia mi è piaciuta da matti e ti confesso che ogni tanto me le compro già fatte io ci vado matta per la sfoglia con la crema :-)

    RispondiElimina
  5. carina la versione mini!! mi piace :) ciao cara!

    RispondiElimina
  6. Che golisi questi dolcetti, fanno proprio venire voglia di provarli!

    Un bacione
    S.

    RispondiElimina
  7. Cara "socia", bughàtsa preparata magistramente..te lo dice una che se ne intende ;-) Vero..noi Cuochini non vediamo l'ora di viaggiare per esplorare le cucine di tutto il mondo! Emozione unica questa condivisione e collaborazione! Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Che bella sfoglia Anna, ti è venuta proprio bene, voglio provare anch'io il tuo procedimento...sembra bella croccante, la mia invece era un po' moscetta...un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Mi piace molto la tua spiegazione dettagliata, magari mi cimenterò nella realizzazione di questa spettacolare sfoglia!

    grazie come sempre!

    RispondiElimina
  10. Cara Anna, sono tanto contenta ad ospitarvi nella mia cucina oggi! Sono contenta che ti è piaciuto la bughatsa! Ottima la tua preparazione e la tua sfoglia riuscita a perfezione!
    Un abbraccio e appuntamento il 6 giugno!

    RispondiElimina
  11. Cara amica da te c'è sempre da imparare !
    Che splendida la tua sfogliaaaaaa;-))))
    Buona settimana e a presto ......

    RispondiElimina
  12. Grazie per aver inserito anche un mini tutorial sulla sfoglia..sempre utile..molto carina l'idea di fare delle mini porzioni da iniziare e finire subito!!

    RispondiElimina
  13. Bella spiegazione... vedo che ognuna ha il suo modo per fare la sfoglia... beh, l'importante è che il risultato finale sia sempre ottimo! E da quel che vedo... la tua è superlativa! :-)

    RispondiElimina
  14. Ciao Anna, sto morendo di bugatsa con tutti questi assaggi meravigliosi, per fortuna sono virtuali :) Anche la tua è molto buona, bacione

    RispondiElimina
  15. Fantastica questa sfoglia...mi fai venir davvero voglioa di provarci!
    Non vedo l'ora di fare i canederli!
    farncesca

    RispondiElimina
  16. Golose le mini bughàtse... hai ragione è un dolce da gustare ancora tiepido (chi tratteneva più le forchette?) ma anche a temperatura ambiente si difende bene!
    Carpiatissimo … ;-)))

    RispondiElimina
  17. bellissima l'idea dei fagottini..le monoporzioni sono sempre più facili da servire e pure più eleganti...complimenti!!!

    RispondiElimina
  18. Anna che meraviglia questo post viene
    voglia di provare subito subito la
    tua sfoglia!
    Generosa e chiarissima la spiegazione e
    belle belle le mini porzioni
    BRAVISSIMA!!
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  19. Una signora sfoglia...complimenti! E mi piace il gusto dell'arancia nella crema ottima idea.
    Ciao

    RispondiElimina
  20. Una bellissima idea quella di fare delle mini bughatse. Anche questa versione è da provare. Un abbraccio

    RispondiElimina
  21. Mi piace l'idea dell'arancia nella crema.
    Ottimo questo dolce.

    RispondiElimina
  22. Grazie a tutte, come sempre siete tanto gentili :))
    Baci ed appuntamento da Antonella il 6 giugno alle 8:00

    RispondiElimina
  23. Ciao Anna finalmente vengo a salutarti, ultimissima e me ne scuso. Belle davvero le tue bughatse e non ho nessun dubbio sull'aroma, adoro l'arancia. La prossima volta che mi verrà in mente di rifare la pasta sfoglia proverò questo tuo metodo, magari non sortirà lo stesso effetto con il senza glutine, ma perchè non provare? Buona serata carissima e a rileggerci prestissimo ♥

    RispondiElimina
  24. Ottima versione e complimenti per aver fatto la pasta sfoglia....io non ho osato...ma tua è meravigliosa ciao Luisa

    RispondiElimina
  25. Grazie ragazze, un abbraccio :)

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)