martedì 20 ottobre 2009

Liquore di kaki


Questo è un esperimento che avevo in mente da molto tempo, usare i kaki del mio giardino per fare un liquore.
Ma ne ho fatti due di esperimenti:
Liquore filtrato e liquore con kaki frullati e poi filtrato.
Esperimenti riuscitissimi!!!!
Sono buoni entrambi!!!!


Ho lavato un kaki appena raccolto e l'ho affettato con tutta la buccia.
Devono essere kaki duri, i morbidi si spappolerebbero nell'alcol.


L'ho messo in infusione in 200 cc di alcol a 95° per una settimana.
Ho portato ad ebollizione 300 cc di acqua in cui ho fatto sciogliere 100 gr di zucchero.
Appena lo sciroppo si è raffreddato, ho unito l'alcol con il kaki ed ho lasciato in infusione per 2 ore.
Ne ho filtrato metà e messo in bottiglia. Ho frullato, con il pimer, la restante parte contenente i pezzi di frutta macerati.
Ho quindi filtrato quast'ultima parte ed ho imbottigliato.
Lascio in freezer entrambe le bottiglie per gustare questo delizioso liquore nella sua temperatura ideale.
Sono così buoni che è difficile dire quale dei due è da preferire

10 commenti:

  1. Questo si chiama rispetto per i doni di madre natura! ^^ Sfruttare tutto senza buttar via niente! Grande! Liquore di cachi non l avevo mai sentito, ma provvederemo he he!
    Ciaoo!

    RispondiElimina
  2. strepitosoooo... io la sett ho fatto quello con i noccioli di nespole e quello al cioccolatoooo gnam gnam! troppo buoni entrambi!
    bravissima

    RispondiElimina
  3. quale varietà di kaki hai usato? quelli detti a mela che rimangono duri anche se maturi o gli altri quelli che una volta maturi sono "molli"? se hai usato questi ultimi (da acerbi)non è che il liquore "allappa"?
    Sono golosa di questo frutto e mi piacerebbe fare questo liquore...
    Silvia

    RispondiElimina
  4. @Jul e Mo
    Grazie mille!
    Io difficilmente butto qualcosa... potrei addirittura essere considerata tirchia ahahahahahah!!!!

    @Lalla
    Al cioccolato l'ho già fatto, ma mi piacerebbe vedere quello ai noccioli di nespole, non l'hai postato, vero? Deve essere buonissimo!!!

    @furfecchia
    Ciao Silvia,
    non ti so dire a quale tipo che si trova in Italia somiglino. Probabilmente sono una via di mezzo tra quelli a mela e gli altri: Sono durissimi sintanto che non diventano molto maturi, ma non sono assolutamente allappanti.
    Ti converrebbe assaggiarli prima di usarli. E poi, per fare il liquore, ne serve solo uno.
    Se ti piacciono i kaki, sontrolla questo mio blog, posterò ancora tante cose con questo frutto.
    Ma vedi anche qui, stupenda ricetta della mitica Brii.

    RispondiElimina
  5. coem ti ho detto di là..
    bella bella ricetta!!!
    i kaki sono a riposooooo ;)
    un abbraccio fortissimo anna
    baciusss

    RispondiElimina
  6. Da un po' che non visito il tuo blog, fra malanni, cose familiari e l'impegno a rifornire in modo significativo il mio blog non riesco nemmeno più a leggere, e ne ho di libri recenti!
    Ciao.

    RispondiElimina
  7. Bri, Luigi,
    grazie della visita!
    Baci!

    RispondiElimina
  8. hai usato solo un kaki x questa ricetta risp grazie

    RispondiElimina
  9. Ciao Greis,
    sì un solo kaki.
    Grazie a te!
    Buone feste

    RispondiElimina
  10. kaki vaniglia...si trovano nel periodo sett.fine ott. sono durissimi e tagliati sono di colore scuro, da qui la denominazione vaniglia...buonissimi, non "ligano" la bocca,ma anzi molto dolci e saporiti...più meridionali che settentrionali...la gente che non li conosce non li compra visto la durezza del frutto,pensando siano come i normali kaki, credono non maturino più...provateli e non ne mangerete nessun altro tipo.

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)