mercoledì 7 gennaio 2009

Pechino: Tian'anmen


"Porta della pace celeste" (significato letterale di Tian'anmen) che dà il nome alla famosissima piazza.
Dalla morte di Mao, nel 1976, sopra l'ingresso è stato posizionato un suo ritratto, mentre sulle mura orientali e occidentali capeggiano due cartelli recitanti "Lunga vita alla Repubblica popolare cinese" (中华人民共和国万岁), a sinistra, mentre a destra si legge "Lunga vita alla grande unità del mondo del popolo" (世界人民大团结万岁).
Entrambi i cartelli sono scritti in cinese semplificato, anziché in tradizionale.
Le frasi hanno un forte significato simbolico, come il palazzo stesso, dal momento che erano tradizionalmente riservate solo all'imperatore, mentre ora sono rivolte alla gente comune (da Wikipedia).
Da questa porta, per entrare nella piazza, ci sono diversi
sottopassi nei quali ci sono dei posti di blocco per il controllo bagagli,
come negli aeroporti.
Immagine aerea della piazza
(foto dal web)
Ed ecco la grandissima piazza, da nord a sud lunga 880 metri
e larga da est ad ovest 500 metri (da Wikipedia)

La sfilata di un gruppo di soldati
E' grande, veramente infinita.
Pensavo di trovare molte più persone!
Che emozione stare in questa piazza
che è stata il simbolo della protesta del 1989.

2 commenti:

  1. In effetti la piazza così vuota fa impressione: quando siamo stati noi c'era talmente tanta gente che dovevamo tenerci per mano per non perderci. Però mancavano pochi giorni a non so che festa nazionale e fervevano i preparativi.....

    RispondiElimina
  2. Sì Chiara, era strano vedere tutto quello spazio con pochissima gente.
    Si percepiva anche la presenza della polizia, mi sa che sono sempre sull'allerta.

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)