venerdì 1 aprile 2022

La Falia di Priverno (Latina)

La Cuochina di Quanti modi di fare e rifare recentemente, per la serie dei "pani nel mondo" ci ha preparato questo meraviglioso lievitato dal nome molto strano "La Falia di Priverno". E' un prodotto a metà strada tra un pane e una focaccia dalla forma allungata e schiacciata, tradizionalmente consumato dai pastori insieme a ortaggi locali e di stagione e irrorato da olio extravergine di oliva.
Si narra che l’origine della Falia e del suo nome sia dovuto a una fornaia di Priverno di nome Lia che sfornava ogni giorno pagnotte piatte e lunghe, con profondi solchi sul dorso. E se qualcuno chiedeva "Chi la fa questa pagnotta? La risposta era sempre “La fa Lia“, e da qui è venuto fuori il nome falia.
(Per il resto rimando al blog della Cuochina per altre notizie e ragguagli.


Io ne ho fatto 1/2 dose, in questo modo:
Ingredienti
Per la biga

250 g di farina di forza 
110 ml di acqua
1 g di lievito secco
 
Per l'impasto
250 g di farina di forza
210 ml di acqua 
15 ml di olio extra vergine di oliva
1 cucchiaino di malto
5 g di sale 
 
Procedimento
Biga:
 
Mescolare il lievito nella farina, aggiungere l’acqua e impastare lasciando però il composto grezzo. Lasciar fermentare l’impasto per 18~20 ore a temperatura ambiente. 
 
Impasto:
Sciogliere in poca acqua il sale; unire alla biga la farina, l'acqua, il malto, l'olio ed il sale sciolto. Impastare fino a quando diventa liscio e ben lavorato.
Trasferire l'impasto in una ciotola leggermente unta, coprire con pellicola e lasciar lievitare fino al raddoppio del volume (ci vorranno circa 4 o 5 ore a 20 gradi).
 
Una volta lievitato, suddividerlo in 3  pagnotte. Arrotolarle con le mani formando dei panetti leggermente lunghi e lasciar lievitare per un’ora circa sul piano di lavoro, ricoperti da un canovaccio.
Preriscaldare il forno a 250°C. 

Stendere i panetti tirandoli sottili, fare due solchi su ognuno con il palmo della mano ed incavarli ancora di più con una taglierina. Irrorare una buona quantità di olio extra vergine (non incluso negli ingredienti) nei tagli.
Far cuocere per circa 35~40 minuti. Devono diventare dorate e croccanti.

Far raffreddare su una gratella e poi farcirle con verdure passate nell'olio, aglio e peperoncino. 

Infatti,  il consiglio della gente del posto è: provatela ripiena di broccoletti! Grazie alla Cuochina per averci presentato quest'ottima ricetta, è molto buona!




1 commento:

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)