venerdì 29 ottobre 2021

Afghani Bolani Kadoo (Focaccia afgana ripiena di zucca)


Afghani Bolani Kadoo
(Afghan Pumpkin Stuffed Flatbread)
(Focaccia afgana ripiena di zucca)

Periodo di zucca. Halloween ci invoglia ad usarla in mille modi. Cercando nel web qualche modo particolare di usare "kabocha" (zucca giapponese), mi sono imbattuta in questa ricetta molto invitante "Afghani Bolani Kadoo" (in inglese: Afghan Pumpkin Stuffed Flatbread(in italiano: Focaccia afgana ripiena di zucca). 
Bolani è una focaccia afgana ripiena e cotta in padella. Ha una crosta sottile e può essere farcita con una moltitudine di ingredienti diversi, per esempio patate o porri ma anche zucca, erba cipollina, lenticchie rosse o con carne macinata. Può essere servito con yogurt bianco o yogurt alla menta e con una bevanda chiamata doogh fatta con yogurt liquido.
Bolani viene preparata per delle occasioni speciali come feste di compleanno, feste di fidanzamento o festività. (da Wikipedia)

Bolani sono focacce farcite, piegate a semicerchio e cotte in padella fino a doratura (tradizionalmente per la cottura si usa tawah, una padella piatta di ferro).
In questo caso il ripieno è fatto con Kadoo (zucca), ma vi sono anche altri ripieni come Gandana, (un tipo di porro afgano che può essere sostituito da garlic chives), Kachaloo (patate) e Morgh Kofta (pollo).  
(Presentazione e ricetta tratte da qui)
Ho usato circa 1/3 delle quantità originali ed ho apportato delle piccole modifiche.

Bolani:
160 g di farina debole
1/2 cucchiaino di lievito secco (2g circa)
80~90 ml di acqua tiepida
1/2 cucchiaio di olio di semi 
olio di semi per piastra
3 g di sale

Ripieno Kadoo (zucca):
200 g di zucca gialla
120 ml di acqua calda
1/2 spicchio d' aglio
1 cucchiaino di semi di coriandolo
Sale e pepe nero macinato al momento


Per i Bolani:
In una ciotola di media grandezza mescolare la farina, il lievito secco e il sale. Fare la fontana ed aggiungere metà dell'acqua tiepida, mescolare con le mani facendo inumidire gli ingredienti solidi. Continuando ad impastare, aggiungere l'olio e di seguito l'acqua tiepida rimanente, fino a formare un panetto sodo ed elastico. Potrebbe essere necessario regolare leggermente la quantità di acqua o di farina per ottenere la giusta consistenza.
Formate una palla e metterla in una ciotola leggermente unta d'olio, coprite con un canovaccio e lasciate riposare per circa 30~40 minuti, o fino al raddoppio.

Dividere l'impasto in 3 parti uguali ed arrotondare, coprire con un canovaccio e lasciar lievitare per 15~20 minuti (devono gonfiare leggermente).

Per il ripieno di Kadoo (zucca):
Sbucciare e tagliare a piccoli pezzi la zucca gialla. Metterli in una pentola, aggiungere l'acqua calda e far cuocere a fuoco lento fino a quando diventa morbida e l'acqua si sarà assorbita (2~3 minuti circa). 

Schiacciare la zucca con una forchetta ed aggiungere l'aglio grattugiato, i semi di coriandolo polverizzati con un macinino per spezie o con un mortaio con pestello, il pepe nero macinato al momento e il sale. Mescolare bene gli ingredienti e tenere da parte.

Assemblare:
Su una superficie leggermente infarinata, stendere una pallina per volta in un cerchio dal diametro di cm 18 circa. Su una parte del cerchio posizionare un terzo del purè di zucca e distribuirlo uniformemente. 

Ripiegare l'altra metà sul ripieno formando un semicerchio e premere i bordi per sigillare. Ripetere con con le altre palline.

In una piastra dal fondo spesso versare l'olio e far scalda. Spostare un  bolani per volta sulla piastra calda e farlo cuocere, rigirandolo alcune volte finché non diventa dorato e croccante.
Trasferire in un piatto  ricoperto da carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso, e cuocere gli altri bolani.

Servire ancora caldi con dello yogurt naturale e denso da inzuppare.


Li ho rifatti a distanza di giorni. Questa volta ho cambiato solo il metodo di cottura, li ho fritti in olio di semi. Anche così sono molto buoni, è difficile stabilire quale dei due sia più buono.
C'è solo da dire che la parte panosa di questo fritto è più croccante, è più vicino al panzerotto.



1 commento:

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)