giovedì 24 gennaio 2019

Pane nel mondo: Damper australian bread

Ho rifatto Damper australian bread, più precisamente “Sour cream and chive Damper”, usando metà dose degli ingredienti, niente farina auto lievitante ma farina+lievito di birra con relativa lievitazione. Per il resto è simile alla ricetta riportata nel post dalla Cuochina pubblicata nel blog "Quanti modi di fare e rifare" con la tag "il pane nel mondo" nella quale c'è anche una spiegazione sintetica della storia di questo pane:
Damper è un pane australiano che, storicamente, veniva preparato dagli allevatori. Consiste in un pane a base di farina di grano che veniva cotto nella brace di un falò o in un forno da campo. Damper è un piatto iconico australiano. Viene anche preparato in Nuova Zelanda quando si va in campeggio.
Originariamente veniva preparato dagli allevatori di bestiame che viaggiavano in aree remote per lunghi periodi, con solo razioni di farina, zucchero e tè, che integravano con qualsiasi carne fosse disponibile. 
Il resto lo si può leggere dalla Cuochina.

Grazie Cuochina, i tuoi suggerimenti sono sempre eccellenti!

Sour cream and chive Damper
Pane Australiano Damper con panna acida ed erba cipolina

Ingredienti
40 g di farina di forza
100 g di farina debole
2 g di lievito secco
1 cucchiaino di erba cipollina fresca, tritata
2 g di paprika
2 g di sale
15 g di burro
35 g di formaggio grattugiato
50 g di panna acida 
25 ml di acqua
In una grande ciotola ho unito le farine setacciate col sale, l'erba cipollina tritata e la paprika, ho mescolato con le mani ed unito il lievito secco. Ho sbriciolato il burro insieme alle farine con la punta delle dita. Aggiunto il formaggio grattugiato lasciandone da parte un cucchiaio.
Ho sbattuto insieme la panna acida e l'acqua. Fatto la fontana al centro della farina e versato la panna acida. Ho mescolato con le punte delle dita fino a quando gli ingredienti si sono amalgamati.
Ho trasferito l'impasto su una superficie leggermente infarinata e fatto delle pieghe per compattare bene gli ingredienti, messo in una ciotola leggermente imburrato e fatto lievitare per 2 ore circa 
L'ho sgonfiato, arrotondato e trasferito in una teglia, ricoperta da carta forno, circa 18 cm di diametro, Ho fatto dei tagli a spicchi con una lametta, Ho cosparso il formaggio rimasto e fatto riposare per 30 minuti circa. Ho coperto con un foglio di alluminio per non far bruciare il formaggio in superficie. Ho fatto cuocere in forno preriscaldato a 210°C per 20 minuti, tenendolo sulla griglia centrale. Quindi, ho diminuito a 190°C e continuato a cuocere per altri 10 minuti, spostando la teglia sulla griglia inferiore, ho tolto la carta di alluminio e continuato a cuocere fino a quando è diventato dorato. 
E' un pane molto buono da mangiare senza niente altro, ha già il suo sapore molto intenso. Appena sfornato dà il suo massimo, altrimenti, se lo si mangia nei giorni successivi conviene riscaldarlo.


1 commento:

  1. Bellissimo e certamente buonissimo cara Socia! Grazie Cuochina non sbagli un colpo, tutte ricette fantastiche!

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)