domenica 13 settembre 2015

Quanti modi di fare e rifare la Torta Ciosota

E dopo la lunga vacanza estiva, eccoci nuovamente insieme anche questa seconda domenica del mese di settembre, come sempre con le mani in pasta per preparare la ricetta di Quanti modi di fare e rifare, propostaci dalla Cuochina, la nostra mascotte che rappresenta me ed Ornella. Il menù completo per il 2015 si trova qui. Un grazie caloroso a tutte le amiche che ogni mese si uniscono a noi per preparare la ricetta della Cuochina.
Certamente tutti siamo a conoscenza dei due pdf delle ricette del 2014 che la nostra Cuochina gentilmente ci ha regalato, ma se qualcuno ancora non ne sapesse niente, sono qui pronti per essere scaricati e/o sfogliati.
**************************
Vorrei anche ricordare che sono "aperte le iscrizioni" :-) rivolte a blogger o non blogger che desiderano proporre una loro ricetta per creare il menù della Cuochina 2016! 
Leggete QUI. Vi aspettiamo!!
Tornando alla ricetta odierna, questa volta siamo in Veneto, ci accompagna Terry che ha proposto per il menù della Cuochina la ricetta della "Torta ciosota", un meraviglioso dolce fatto col famoso radicchio di Chioggia e tanti ingredienti non usuali per una torta. Non ci resta che provare a replicarla.

Per il pane biscottato, ho preso delle fette di pane con l'impasto base 3 (è il pane che faccio più spesso), l'ho fatto biscottare in forno e poi sfarinare nel frullatore.
 
Ingredienti
40gr di burro e 10gr di olio evo
50gr di zucchero
3 uova
1/3 di bacca di vaniglia (i semi)
40 gr di farina debole
10gr di cremor tartaro 
60gr di carote grattugiate
80gr di radicchio di Chioggia tritato finemente
80gr tra nocciole, mandorle e semi di zucca
20gr di mirtilli rossi secchi
10gr di fichi secchi
20gr di frutta candita home made
1 cucchiaio di aroma arancia
2 fette (50gr circa) di pane biscottato sbriciolato
burro e farina per la teglia
zucchero a velo per spolverare
Separare i tuorli dagli albumi e montare gli albumi a neve ferma. Sbattere i tuorli con lo zucchero, il burro morbido e l'olio evo fino a quando il composto diventa chiaro e cremoso.
Unire i semi della bacca di vaniglia, sfarinare col mixer le nocciole, le mandorle ed i semi di zucca ed unirli insieme al pane biscottato sfarinato, quindi aggiungere le carote, il radicchio, i mirtilli e i fichi secchi, la frutta candita, l'aroma arancia, farina e cremor tartaro setacciati, mescolando ad ogni aggiunta con una spatola per amalgamare bene il tutto. In ultimo incorporare delicatamente al composto gli albumi montati, mescolando dal basso verso l’alto. Versare il composto in uno stampo per ciambella imburrato e infarinato e far cuocere a 180° per 30~40 minuti, facendo la prova stecchino per controllarne la cottura. 
Far raffreddare e cospargere di zucchero a velo. E' buonissima sia tiepida che fredda, ma quante buone ricette ci fa conoscere la nostra Cuochina!!
E' sofficissima ed il profumo dei vari ingredienti è veramente inebriante. Grazie Terry per questa meravigliosa ricetta :)


**************************
L'11 ottobre saremo da Maria Giovanna
per preparare il pilzgröstl o rosticciata ai funghi
Un veloce ed ottimo secondo piatto gluten-free
Vi aspettiamo in tanti
************************** 
Ricordo che il blog della Cuochina è
"Quanti modi di fare e rifare"
il suo indirizzo di posta elettronica è:
quantimodidifareerifare@gmail.com
che da settembre gli incontri dei "Quanti modi" avvengono
la seconda domenica del mese, alle 9:00
Qui per vedere la lista di tutte le ricette
e che ci si può incontrare su
E... scaricate, scaricate i pdf 2011, 2012, 2013 e 2014




10 commenti:

  1. Anche tu i mirtilli..... mi sa che devo provare a metterceli pure io :)))
    Bella la tua versione ciambellosa!!!

    RispondiElimina
  2. Che golosa la tua torta ciosota, ricchissima di sapore!!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Molto invitante, è ovvio che si deve rifare con i mirtilli....prossimamente!
    Brava!,

    RispondiElimina
  4. Cara Anna, abbiamo avuto la stessa idea del ciambellone!!! Il tuo con i mirtilli e la frutta candita deve essere davvero speciale, ricco di profumi e sapori.
    Buona domenica

    RispondiElimina
  5. Cara Socia, tardiva ma sicura :-) Abbiamo avuto la stessa idea "mirtillosa" :-) ma ci stanno benissimo vero?
    Anche la forma a ciambella mi piace molto! Grazie di tutto..un abbraccio e buon inizio settimana <3

    RispondiElimina
  6. Che bella la ciambella ciosota! bellissima la tua versione ricca di sapori ed aromi! la fetta è davvero incantevole!
    Ma quante cose ci fa conoscere la cuochina :-)

    RispondiElimina
  7. quanta buona frutta secca in questo dolce, mi attira anche la forma a ciambella! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  8. la forma a ciambella è deliziosa... e poi che bella idea farsi il pane e biscottarlo!!! complimenti!

    RispondiElimina
  9. ciao Anna,
    qui da te leggendo la tua ricetta si impara qualche cosa di diverso ogni volta.....l' home made di tante cose, oggi biscottare il pane
    (e chi ci aveva pensato?), i semi di zucca , fichi secchi, nell'impasto.
    Abbiamo portato con noi una fetta della tua ciosota....dovevamo assaggiare ...troppo invitante.
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  10. Ciao Anna! Fantastica la tua versione a ciambella arricchita con i frutti secchi! da riprovare anche così! :)

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)