martedì 1 aprile 2014

Con tarassaco.......

 Miele e frittata di tarassaco
Facendo un giretto in un parco vicino al mare, ho notato tanti bellissimi fiori gialli, fino a l'anno scorso non ne conoscevo il nome. L'ho saputo quando ho visto questi fiori nel blog di Ornella,  in una bellissima e coreografica ricetta: TARASSACO! E mi sono messa a raccogliere quei fiori. 
Arrivata a casa mi sono resa conto che erano una modesta quantità, a malapena arrivavano a 50gr con tutto il calice.
Ho fatto un giretto nel web ed ho trovato questa ricetta per fare "Il miele di tarassaco", prevede il fiore intero e non in grammi ma a numero di fiori, lì ne usano ben 700, ho deciso di farne 2/10, più accessibile alla quantità in mio possesso.
 
I miei erano 120 circa, sono andata nel mio giardino e..... stupore, ce n'erano un certo numero, sono riuscita ad arrivare a 140 fiori, evviva!!
 Miele di tarassaco
140 fiori di tarassaco
1 limone
600gr di acqua
500gr di zucchero

Ho tolto tutto il gambo ai fiori di tarassaco, li ho lavati e messi in una ciotola con l'acqua. Ci ho aggiunto il limone (del mio giardino) tagliato a spicchi e lasciato da parte per 2 ore circa.
Ho travasare in una pentola e portato ad ebollizione, facendo cuocere per 15 minuti circa. Ho strizzato per bene i fiori, che ho messi da parte per la frittata, e i pezzi di limone, che ho buttato.
Ho filtrato il liquido, che era diventato 500gr circa, e a questo ho aggiunto 500gr di zucchero. Ho fatto cuocere a fuoco debole per 1 ora e mezza circa. La consistenza era molto vicina a quella del miele.
L'ho travasato in 2 vasetti da 320gr e uno da 100gr, puliti e sterilizzati, chiusi ermeticamente e messi capovolti per far il sotto vuoto.

------------------------------------------------------------
E con i fiori di tarassaco che avevo fatto bollire per il miele, ho fatto questa frittata, mi sono ispirata a questo sito, era un peccato buttarli ;))

Frittata di tarassaco
fiori di tarassaco bolliti
1/2 spicchio di aglio
poco olio evo
1 uovo
1 cucchiaio di pangrattato
1 cucchiaio di parmigiano
latte, prezzemolo, sale e pepe qb

Come già detto prima, ho utilizzato i fiori fatti bollire per il miele, mi dispiaceva buttarli, li ho fatti insaporire nell'olio con l'aglio grattugiato e messi da parte.
All'uovo ho unito parmigiano, pangrattato, pepe, sale e prezzemolo spezzettato, ho amalgamato per bene ed unito ai fiori di tarassaco.
Ho fatto riscaldare la padella in ceramica appena unta ed ho fatto cuocere la frittata a fuoco lento con coperchio. Appena cotta da un lato l'ho rivoltata e fatta cuocere per pochi minuti dall'altro lato.
Beh, non male come produzione, vero?

  

5 commenti:

  1. Da te c'e' sempre da imparare,sei geniale! Complimenti di cuore e grazie per condividere con noi le tue ricette. Buona giornata ^__"

    RispondiElimina
  2. Mi state troppo stuzzicando con il miele... st a vedere che ci provo anche io =)

    A presto
    Simo

    RispondiElimina
  3. Cara Anna che delizie, anche qua questi fiori ce ne sono in abbondanza nei nostri prati. Le foglie di questa pianta le mangiamo bollite assomiglia un po alla catatonia poi si condiscono con aglio olio aceto e sale.
    Che lavoro ma buono il miele di tarassaco e la frittata chissà che buonaaa.
    Un bacione con abbraccio :-)))

    RispondiElimina
  4. Belle idee con il tarassaco, anche i prati intorno a casa mia sono pieni, il tarassaco è una pianta diuretica e disintossicante, le foglie sono un pò amare ma si mangiano condite in insalata oppure anche cotte come dice Nadia.

    RispondiElimina
  5. il tarassaco in insalata lo mangio sempre, i fiori non avevo mai pensato di usarli per fare una frittata,sarà molto buona e sono curiosa di provarla...un abbraccio

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)