venerdì 10 maggio 2013

Kolache (pane dolce ceco-slovacco) con lievito liquido

Un po' di tempo fa in un commento, Giovanni, un blogger che usa licolfrutta con sua grande soddisfazione, mi aveva scritto: "Il licoluva è stupendo e lavora molto bene sia col pane sia con dolci tipo i Kolache"........ Kolache?? Cosa saranno mai???
Ho fatto delle ricerche in rete ed ho scoperto che sono dei biscotti ceco-slovacchi, molto conosciuti in Minnesota, nel cui impasto si aggiunge del formaggio fresco, senza lievito.
Ma, memore di quanto aveva detto Giovanni, ho continuato le mie ricerche e finalmente ho trovato due ricette complementari, molto simili tra di loro.
La prima (questa) spiega ampiamente come fare i Kolache schiacciati, la seconda (questa) come fare i saccottini.
Io ho usato il mio licolfrutta molto attivo (è dall'autunno scorso che uso il mio affidabilissimo licolfico) ed ho dovuto adattare tutti gli altri ingredienti. Ho proceduto in questo modo:

Primo impasto
  • 100 gr di licolfrutta attivo
  • 30 gr di latte
  • 70 gr di farina di forza
In una ciotola ho sciolto licolfrutta con il latte, aggiunto la farina di forza e mescolato bene. Ho lasciato lievitare coperto con pellicola per alimenti ed una copertina leggera per tutta la notte

Secondo impasto
  • tutto il primo impasto
  • 70 gr di latte caldo
  • 45 gr di burro a pezzi
  • 30 gr di zucchero vanigliato
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di aroma arancia
  • 1/3 cucchiaino di noce moscata
  • 200 gr di farina di forza
  • 1/3 cucchiaino di sale 
Ed inoltre ho usato
Ho fatto sciogliere il burro a pezzi nel latte caldo insieme allo zucchero vanigliato, appena si è raffreddato ho unito il primo impasto e tutti gli altri ingredienti escluso il sale, ho fatto mescolare per breve tempo e fatto riposare per 15 minuti (autolisi), quindi ho aggiunto il sale e fatto mescolare bene.
Ho travasato in una ciotola appena unta, coperto con pellicola alimentare e con una copertina leggera, fatto lievitare per 3 ore  circa.
Per i fagottini:
Ho preso 200 gr di impasto a cui ho fatto delle pieghe a tre, formato un panetto e messo nella leccarda coperta da carta forno.  
Per le schiacciate:
Ho diviso in 6 pezzi da 65 gr circa, fatto delle pieghe a tre e formato delle palline che ho messo a lievitare nella leccarda coperta da carta forno. Ho fatto lievitare per 2 ore.
In questo intervallo ho preparato il ripieno di semi di papavero.
Quindi ho proceduto per i fagottini: ho steso il panetto e tagliato in 6 quadrati 5x5 cm. In 3 di essi ho messo al centro un cucchiaio di ripieno di semi di papavero, negli altri 3 della marmellata di arance amare, ho avvicinato i quattro angoli che ho bloccato con uno stuzzicadenti (qui per il passo passo).
Poi ho fatto le schiacciate (vedere qui): ho premuto il centro di ogni pallina, con un pirottino di metallo, per formare l'incavo nel quale ho messo in 3 il ripieno di semi di papavero e negli altri 3 la marmellata di arance amare
Ho messo tutto nella leccarda coperta da carta forno a lievitare per 3~4 ore, quindi ho fatto cuocere in forno preriscaldato a 240°C per 10 minuti, poi ho diminuito la temperatura a 200°C, e continuata la cottura fino a doratura.
Le ricette consigliano di spennellare i Kolache con uovo e acqua sbattuti, io non l'ho fatto e sono diventati ugualmente di un bel color oro.

Ripieno di semi di papavero:
  • 45 gr di semi di papavero
  • 50 gr di latte
  • 25 gr di miele
  • 30 gr di fichi secchi a piccoli pezzi
  • 15 gr di noci tritate
  • 1/2 cucchiaino di cannella
Ho messo in una pentola tutti gli ingredienti, con l'aiuto di uno spargifiamma e fatto cuocere a fuoco lentissimo, con coperchio, fino a quando i semi non si sono ammorbiditi. L'ho fatto  raffreddare prima di usarlo.
Cosa dire, sono una meraviglia!! Mi piacciono sia con la marmellata di arance amare che col ripieno di semi di papavero. Grazie Giovanni per la dritta!


*******************************
Altri link relativi al lievito liquido (licoli)

*******************************


8 commenti:

  1. che spettacolo Anna, anche io li proverei tutti e 3!

    RispondiElimina
  2. Anna ma che delizia! Li proverò sicuramente, era tanto tempo che cercavo questa ricetta perché ne avevo sentito parlare in un libro, ma non mi aveva mai convinto nessuna versione.. Sei proprio un tesoro!

    RispondiElimina
  3. Nn li ho mai sentiti però mi fanno molta gola! Brava!

    S.

    RispondiElimina
  4. Mai sentiti ma sono una meraviglia!! grazie a te e alla tua bravura per la ricetta cara Anna e anche a Giovanni per averti ispirata :-)Baci

    RispondiElimina
  5. Che meraviglia, giusto in tempo per la colazione...
    Carpiatissimo!!!!

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia cara Anna, mi ha incuriosito il ripieno di semi di papavero . Ne prendo due o tre per colazione !!!!!
    Buon fine settimana :-))))

    RispondiElimina
  7. non li conoscevo neppure io, sono una meraviglia, proverò licolmela appena nato...un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Grazie a tutte ed un bacio :)

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)