venerdì 17 aprile 2009

Succo di mandarino per una omelette


E` da un po' che ho preparato questa omelette profumata al mandarino.
Nel mio giapponese la potrei chiamare "Mikanjiru tamagoyaki"
(Omelette al succo di mandarino)
A me piacciono sia le omelette che i mandarini.
Qui, in Giappone, ci sono tantissimi tipi di agrumi, tutti molto profumati ed invitanti.

Ma con la tragedia di L'Aquila e zone limitrofe mi sono svuotata, il mio entusiasmo per la cucina e per tutto quello che mi è sempre piaciuto, si è smorzato.
Ed ho lasciato in sospeso tante cose che avrei voluto inserire in questo mio spazio.
Pur con tanta tristezza e rabbia per i fatti ed i misfatti che si susseguono in quella terra tanto martoriata, mi affaccio nuovamente nel mondo dei blogger con questa semplicissima ricetta.


Ho usato
2 uova
1 mandarino succoso
1 cucchiaino di zucchero
un pizzico di sale
pepe giapponese

Ho sbattuto le uova con il succo del mandarino, lo zucchero ed il pizzico di sale, ho ricoperto una padella rettangolare con della carta forno e ci ho versato dentro le uova.
Aiutandomi con la carta forno ho arrotolato l'omelette, e fatta cuocere su tutti i lati.
L'ho affettata grossolanamente e ci ho grattato sopra del pepe giapponese.

Con questa ricetta senza pretese vorrei partecipare al Concorso "ci piace un succo" indetto da Tzatzili a Colazione

13 commenti:

  1. Grazie Anna.
    In bocca al lupo!!!!

    RispondiElimina
  2. che buona e profumata questa omelette !

    RispondiElimina
  3. Anna carissima,
    questa omelette è veramente fantastica ............ lo so che dopo l'Abruzzo ci si sente un po' strani ......... però le tue delizie mi sono mancate .......... e anche le nostre chiacchierate ....... a presto amica mia

    smack Manu

    RispondiElimina
  4. grazie della ricetta , e speriamo in tempi migliori . E come mi raccontava mia mamma che dicevano un tempo - se non sarà una gran fortuna speriamo almeno sia una gran frittata -!

    RispondiElimina
  5. Che bella questa ricetta Anna e chissà che profumo!!

    dopo il terremoto sembra che si sia fermato un pò tutto..per giorni c'era molto silenzio ed ora pian piano si sta riprendendo ma sempre con tanta tristezza nel cuore..

    Un bacio

    RispondiElimina
  6. Ciao anna! Che bella idea quella del succo di mandarino...
    Quasi quasi ci aggiungo anche le scorze di mandarino quando la preparo...

    RispondiElimina
  7. Grazie a tutti per il sostegno morale!
    Lo so che la tristezza accomuna tutti, ma quello che mi fa rabbia è sentire cosa fanno in alto, è semplicemente vomitevole.

    Sono contenta che il profumo di mandarino piaccia anche a voi, gli agrumi danno un certo gusto anche a piatti insignificanti!
    Baci, bacioni!

    RispondiElimina
  8. Speriamo che questo momento terribile sia passato e non si ripete mai più, in nessuna parte del mondo....

    La tua omelette mi attira molto, è un' ottima idea, che dici se al post del pepe giapponese ci metto un pò si zucchero al velo e la servo con la mia confettura di mandarini? Può andare?

    RispondiElimina
  9. Milla, questa omelette è abbastanza dolce.
    Ma ciò non toglie che potresti provare a mettere lo zucchero a velo e servirla con la tua marmellata di mandarini (che goduria la marmellata di mandarini gnam gnam)

    RispondiElimina
  10. E' strano constatare che tutti noi siamo stati talmente colpiti dal terremoto (anche chi come me lontano, non ha partecipato all'evento) da toglierci la forza anche di fare cose semplici... Sono contenta che comunque tutto stia pian piano tornando alla normalità, sperando che anche l'Abruzzo possa ricominciare. Più difficile, ma possibile.

    RispondiElimina
  11. Io, pur da lontano, ho sentito molto vicino questo dramma!
    A distanza le notizie rimbombano!
    Qui era quasi ora di pranzo quando è successa la scossa che ha creato tanti danni e guardando le notizie su Yahoo ne sono stata informata, ma non ci volevo credere.
    Spero veramente che chi è stato colpito così duramente si possa riprendere.

    RispondiElimina
  12. ciao! grande idea questa tua omelette, mi hai ispirato per la colazione di stamattina!

    http://roarino.blogspot.com/2009/04/una-colazione-diversa.html

    Complimenti per il blog!

    RispondiElimina
  13. Grazie!!!
    Sei stata gentilissima a volerla provare!
    Ciao!

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)