domenica 8 ottobre 2017

Quanti modi di fare e rifare il Budinone senese

Nona ricetta del Menù 2017 ideato dalla nostra Cuochina di Quanti modi di fare e rifare. Siamo a ottobre e restano solo altre due ricette da fare del Menù 2017.
Anche oggi, come ogni seconda domenica del mese, è stato bello incontrarci con le nostre amiche che ci accompagnano nell'allegra cucina della Cuochina. La ricetta di questo mese arriva da Siena, è un buonissimo dolce: Il Budinone senese!   
Le mie modifiche:
Ho usato del riso bianco cotto alla giapponese che era avanzato il giorno prima, così non ho avuto problemi di cottura e la quantità di latte andava benissimo.
Ho diminuito leggermente le quantità del burro e dimezzato quelle dello zucchero,secondo me lo zucchero di canna è molto più dolce di quello bianco, 50g è stato sufficiente.
Invece dei pinoli ho usato le nocciole, ne ho un po' in freezer da usare.
Ho aumentato le quantità della frutta candita frullata ed omesso la buccia di agrume grattugiata.
E per finire, ho ricoperto non uniformemente il budinone con una meravigliosa glassa colorata, fatta con zucchero a velo e liquore di gelsi neri autoprodotto. E' diventato un ottimo e bellissimo fiore viola.

Dosi per 4 persone 
150g di riso cotto alla giapponese
50g di zucchero di canna
300ml di latte
30g di burro
2 tuorli d'uovo
50g di arancia candita frullata
20g di uva passa
15g di nocciole
½ bacca di vaniglia
zucchero a velo qb
liquore di gelsi neri                                    

In una pentola, versare il latte e lo zucchero di canna e portare ad ebollizione, aggiungere il riso, già cotto, e mescolare, far cuocere fino a quando il latte non si sarà asciugato completamente. Far raffreddare.
Frullare i canditi, tagliare a piccoli pezzi l’uva passa e le nocciole. Far ammorbidire il burro a temperatura ambiente.
Aggiungere al riso freddo i due tuorli, i canditi, l’uva passa, le nocciole, i semi della mezza bacca di vaniglia ed il burro morbido, mescolare bene e versare in una teglia (16cm di diametro x 4,5cm di altezza) ricoperta da carta forno.
Livellare e cuocere per 20~25 minuti circa a 200°C, fare la prova stecchino. Farla raffreddare e spolverare sopra un po' di zucchero a velo.
Preparare la glassa ai gelsi neri: Mescolare 35~40g di zucchero a velo con 20g di liquore di gelsi neri, quando sarà liscia e senza grumi, versare sul budinone, facendola scorrere a suo piacimento. 
Veramente ottimo, dolce al punto giusto!


***************************
Il prossimo incontro con i "Quanti" sarà il 12 novembre 2017 , 
seconda domenica del mese, alle ore 9:00
con la nona ricette del Menù 2017, della nostra Cuochina
Sarà la volta di questa meravigliosa ricetta sarda

***************************
Ricordo che il blog della Cuochina è "Quanti modi di fare e rifare"
il suo indirizzo di posta elettronica è: quantimodidifareerifare@gmail.com
che gli incontri dei "Quanti modi" avvengono la seconda domenica del mese, alle 9:00
e che ci si può incontrare su Facebook e su Twitter







4 commenti:

  1. Che versione fantastica, sempre top, strasupercarpiato!!!

    RispondiElimina
  2. ciao Anna,
    che colore bellissimo....idea troppo bella la glassa con il liquore...sai
    che vogliamo provare a farla con il bargnolino...liquore di prugnolo!!
    Grazie e a presto
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  3. Carissima Socia ecco svelato l'ingrediente di quella golosissima glassa! Ha un colore bellissimo e della bontà, sono più che certa :-) Anche oggi tutto è andato a meraviglia,grazie! Certo il mese scorso è stata una fantastica doppia emozione, poter fare tutto vicine e a quattro mani, ma noi siamo sempre e comunque a pochissimi passi :-* Un abbraccio grande e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  4. Ottimo cara Anna il tuo budinone con la glassa di gelsi, buona settimana.

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)