mercoledì 7 giugno 2017

Mustazzoli leccesi

Ho in programma un pranzo con delle amiche, mangeremo logicamente cucina giapponese; per un adeguato scambio culturale/gastronomico ho deciso di fare e portare loro dei mustazzoli leccesi che sono dei dolci rappresentativi della mia terra  (*-*)
Ho letto su Wikipedia che i mustazzoli sono noti anche come: mustaccioli, zozzi (a causa della glassa al cioccolato sulla superficie), mostaccioli, mustazzueli, bisquetti, pisquetti, mustazzòli ‘nnasparati, scagliòzzi, scàiezzuli, castagnette. Io li ho chiamati appunto MUSTAZZOLI
Ho seguito il procedimento di questo video di Youtube, ma in questo video di dosi neanche l'ombra (lo dicono anche nei vari commenti del filmato); partendo dal fatto che mandorle, zucchero e farina sono in parti uguali, il resto l'ho fatto da me ed il risultato mi sembra buono.

Per i mustazzoli
75 g di mandorle
75 g di zucchero semolato
75 g di farina debole
1 1/2 (10 g) di cacao amaro in polvere
1 cucchiaio (3 g) di buccia di arancia grattugiata
1 cucchiaino (2 g) di cannella
1 cucchiaino (3 g) di ammoniaca per dolci (lievito per dolci)
1 cucchiaio (20 g) di miele
1 (35 g) albume
Per la glassa
100 g di zucchero semolato
5 g di cacao amaro in polvere
30 g di acqua

Ho tostato le mandorle, dopo averle lavate per togliere la polvere che a volte le ricopre, e dopo le ho polverizzate, nello stesso frullatore ho polverizzato anche lo zucchero semolato.
 
In una ciotola ho unito: farina di mandorle, zucchero, farina debole, cacao, buccia di arancia, cannella e lievito per dolci (sarebbe andata meglio l'ammoniaca per dolci, ma qui non penso che sia commercializzata). Ho mescolato con una spatola ed ho aggiunto prima il miele e poi l'albume ed ho fatto amalgamare il tutto.
Con l'impasto ottenuto ho formato 23 palline da 13 g ognuna, le ho leggermente schiacciate con i palmi delle mani ed allineate in una teglia ricoperta da carta forno. le ho fatte cuocere a 180°C per 10 minuti. Le ho tolte dal forno e lasciate raffreddare a temperatura ambiente.
Ho quindi preparato la glassa al cioccolato:
Ho mescolato zucchero semolato con acqua ed aggiunto il cacao, ho messo sul fuoco al minimo fino a quando lo zucchero si è sciolto ed il tutto è diventato glassa.
Vi ho tuffato i mustazzoli dentro e li ho fatti ricoprire di glassa, quindi li ho messi ad asciugare su una gratella.
Li ho fotografati ancora non completamente asciutti, ma si capisce lo stesso come sono venuti.
L'altro giorno ne avevo fatto una piccola quantità per prova senza schiacciarli, non so quali preferire.



2 commenti:

  1. Cara Anna se non fosse che la distanza non mi permette di arrivare puntuale farei volentieri anch'io lo scambio culturale-gastronomico. Buon pranzo e Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Saranno stati entrambi squisiti, non ho dubbi!
    Strasupercarpiato!!!

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)