domenica 9 ottobre 2016

Quanti modi di fare e rifare i Pisarei e faso’

E' ormai autunno e qui da me, periodicamente, arrivano tifoni più o meno pericolosi. Per fortuna quest'anno non ne è arrivato nessuno pieno di vigore, si sono sgonfiati nell'Oceano Pacifico prima di atterrare. Ma l'autunno porta anche dei meravigliosi colori, nel mio giardino gli aceri giapponesi sono tutti rossi. E ci porta anche squisiti sapori, e grazie alla Cuochina di Quanti modi di fare e rifare che ci fa preparare sempre ottime ricette, questa volta ne prepariamo una autunnale, piena di buon sapore antico, i Pisarei e faso’ della nonna di Elena del blog Zibaldone culinario, una eccellente ricetta emiliana, più precisamente di Piacenza
Anche se per farla ho dovuto apportare delle piccole modifiche, il risultato finale è stato veramente eccellente. Qui di fagioli freschi o surgelati neanche l'ombra, in questo periodo non ho fagioli secchi in dispensa per questo ho usato dei fagioli precotti, quelli in scatola. Il pangrattato l'ho fatto con due fette del mio pane greco che ho tostato e grattugiato grossolanamente. Niente parmigiano, sui legumi non lo gradisco, in sua sostituzione ho usato peperoncino e prezzemolo. Rimando al blog di Elena per la ricetta originale

Ingredienti per 2 persone
Pasta
100g di farina debole
40g di pane
sale
10g di burro
acqua calda qb
Sugo
150g di fagioli borlotti in scatola
20g di burro
1/2 carota
1/2 costa di sedano
1/2 spicchio di aglio
1/2 scalogno piccolo
4~5 pomodorini
sale e peperoncino
prezzemolo
Preparare la pasta:
Versare la farina in una ciotola ed al centro il pane, il sale e il burro; scottare il pane con acqua calda. Lasciare raffreddare, impastare il tutto velocemente e far riposare l'impasto coperto da una ciotola per 10-15 minuti.
Fare dei piccoli cordoncini di pasta dal diametro di 4mm circa, tagliarli a piccoli pezzi e incavarli a gnocchetti.
Preparare il sugo:
Versare dell'acqua fredda in una pentola e aggiungere le verdure tagliate a piccoli pezzi e il burro, tutto a freddo, cuocere a fuoco debole per circa 90 minuti. Aggiungere i fagioli ben sgocciolati dal liquido di conservazione e far insaporire per 10~15 minuti. A fine cottura aggiustare di sale. Il sugo deve essere abbastanza liquido.
Cuocere gli gnocchetti in abbondante acqua salata. Scolarli, appena salgono in superficie, e aggiungerli al sugo. Cospargere del peperoncino ed un poco di prezzemolo e servire. Sono ottimi anche da freddi
Un ottimo primo piatto dal sapore antico, grazie Elena per questa tua meravigliosa condivisione.


**************************
Il prossimo 13 novembre saremo da 
Clara e Nicola per preparare gli
 
Amaretti di Nicola per San Nicola

**************************
Ricordo che il blog della Cuochina è
"Quanti modi di fare e rifare"
il suo indirizzo di posta elettronica è:
quantimodidifareerifare@gmail.com
che gli incontri dei "Quanti modi" avvengono
la seconda domenica del mese, alle 9:00
Qui per vedere la lista di tutte le ricette, comprese quelle del 2016
e che ci si può incontrare su Facebook  e su Twitter
 

 
 

7 commenti:

  1. Carissima, che colori stupendi ha il tuo piatto chissà che buoni i pisarei fatti con il tuo pane greco, strasupercarpiato!!!

    RispondiElimina
  2. devono essere buonissimi con il tuo pane greco, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  3. Hai interpretato al meglio la ricetta dei pisarei, per me è stato un onore poter diffondere questo piatto, e l'idea che sia arrivata fin in Oriente mi riempie di gioia, chissà cosa avrebbe detto mia nonna!!! grazie di cuore, alla prossima!

    RispondiElimina
  4. Carissima Socia, come hai detto tu, anche oggi è filato tutto liscio come il vento, grazie infinite ♥ ♥ ♥
    Bellissima e golosa versione la tua,ma io al contrario di te, annegherei i fagioli nel formaggio :-DDD Un abbraccio e buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  5. La ricetta è ottima, anche se, non arrabbiarti, preferisco la pasta e fagioli alla veneta (lol). Nel mio giardino ho tre aceri giapponesi (herables du Japon - in francese). Sono favolosi quasi come le tue ricette. Un amichevole abraccio e buona settimana.

    RispondiElimina
  6. Che belli i pisarei in questa tua versione colorata e piccantina, abbiamo imparato davvero una ricetta meravigliosa!
    Un abbraccio, alla prossima ...

    RispondiElimina
  7. ciao Anna,
    CI PIACE molto il tutto a freddo per il sugo...e allora Anna
    possiamo restare per un assaggio dei tuoi pisarei e fasò ..che
    sono così invitanti?
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)