domenica 11 ottobre 2015

Quanti modi di fare e rifare i Pilzgröstl con funghi

Ed eccoci nuovamente insieme come ogni seconda domenica del mese, per la ricetta di Quanti modi di fare e rifare propostaci dalla Cuochina, la nostra mascotte che rappresenta me ed Ornella.
Il menù completo per il 2015 si trova qui.
Questa volta è Maria Giovanna che condivide con noi una squisita ricetta gluten-free (la sua versione è qui) dal nome difficilotto da pronunciare: Pilzgröstl o rosticciata ai funghi.

Io non sono stata molto fiscale nel cercare gli ingredienti senza glutine: ho usato del prosciutto di Parma comprato in Italia nel mio ultimo rientro in patria, non so se è senza o con glutine; per farlo durare più a lungo, ce l'ho in freezer. Per quanto riguarda gli altri ingredienti, dato che sono dei vegetali, dovrebbero andare bene per tutti.
I finferli non li ho mai visti qui dove abito io, ho usato i funghi eryngii (chiamati anche cardoncello) che trovo facilmente in qualsiasi supermercato.

Per 2 persone
3 patate
2 fette spesse di prosciutto di Parma
2 funghi eryngii (cardoncello)
1 cipolla piccola
sale e pepe nero
olio evo
cerfoglio (erba aromatica)
Lavare e far bollire le patate, sbucciarle lasciarle raffreddare.
Pulire i funghi ed affettarli, farli saltare in padella con mezza cipolla affettata e un cucchiaio di olio, salare e proseguire la cottura a fuoco moderato per circa 10 minuti.
Tagliare il prosciutto a listarelle e farlo dorare in un tegame antiaderente con un filo di olio.
Tagliare le patate a fette spese e metterle in un’altra padella con olio e l’altra metà cipolla affettata e far saltare per qualche minuto fino a doratura.
Aggiungere i funghi, aggiustare di sale, pepare, cospargere il gröstl con il prosciutto ed unire il cerfoglio (erba aromatica).
Sono ottimi anche freddi

**************************
Il prossimo 8 novembre andremo in Norvegia, 
dalla carissima Cuochina Ornella
per preparare i Kanelsnurrer
Dei golosissimi pani dolci norvegesi.
Vi aspettiamo in tanti
************************** 
Ricordo che il blog della Cuochina è
"Quanti modi di fare e rifare"
il suo indirizzo di posta elettronica è:
quantimodidifareerifare@gmail.com
che da settembre gli incontri dei "Quanti modi" avvengono
la seconda domenica del mese, alle 9:00
Qui per vedere la lista di tutte le ricette
e che ci si può incontrare su Facebook
E... scaricate, scaricate i pdf 2011, 2012, 2013 e 2014


12 commenti:

  1. Capisco il problema funghi e condivido la soluzione...è venuta comunque bene!!

    RispondiElimina
  2. Gnam gnam cara Anna.... sappi che il tuo piatto è rigorosamente gluten-free visto che il prosciutto crudo è l'unico insaccato che i celiaci possono consumare senza pensiero :)
    Bellissima versione, per un piatto veramente goloso.

    RispondiElimina
  3. Cara Socia, vedo che anche tu hai problemi a trovare lo speck in Giappone:-) Ma è buonissima ache col crudo! A dire il vero penso che si possa usare anche la sopressa veneta ;-) Grazie cara, siamo sempre un duo fantastico, sia nelle corte che nelle lunghe distanze :-) baci

    RispondiElimina
  4. Ciao Anna, nonostante i paesi dove vi trovate tu e Ornella riuscite sempre a preparare bellissimi piatti! Un abbraccio

    RispondiElimina
  5. adoro i funghi cardoncelli, bella la tua versione! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  6. Carissima, favolosa la tua rielaborazione strasupercarpiato!!!

    RispondiElimina
  7. L'aggiunta del cerfoglio mi piace molto, in questa gustosa ricetta.

    RispondiElimina
  8. Ma che bella la tua versione ... profumata e golosa .... quante cose impariamo con la Cuochina :-)

    RispondiElimina
  9. Anna cara, versione molto, molto invitante la tua!
    Quante belle variazioni sul tema che si imparano, in cucina così non ci si annoia mai.
    Grazie, a presto

    RispondiElimina
  10. Cara Anna, è sempre un piacere ritrovarsi per questo divertente appuntamento mensile, e poi quante cose nuove si imparano??!! Bella la tua versione con il cerfoglio!

    RispondiElimina
  11. ciao Anna,
    come fa a non essere meravigliosamente buona questa rosticciata con il crudo di Parma?
    Pensi che siamo un po' di parte.....noi che abitiamo a Parma?
    Si.... Lo ammettiamo spudoratamente di parte...!!
    Brava e sempre grazie per il gran lavoro che ogni mese fai con cuochina e Ornella.
    Un bacio dalle 4 apine

    RispondiElimina
  12. Grazie mille care amiche, grazie di tutto! Grazie di completare con me ed Ornella questa splendida creatura.
    Ci si rivede in Novregia, a casa della mia meravigliosa Socia, non vedo l'ora di partire ;)
    Un abbraccio caloroso a tutte!

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)