martedì 6 maggio 2014

Quanti modi di fare e rifare le Mini quiche lorraine

Anche oggi siamo molto indaffarate: io, Ornella e le nostre care amiche dei "quanti", siamo ospiti di Dany del blog Profumo di zenzero e cannella per preparare le sue golosissime Mini quiche lorraine per l'incontro del mese, organizzato dalla nostra Cuochina di Quanti modi di fare e rifare.
E' inutile dire che il divertimento è sempre tanto, siamo veramente un bellissimo gruppo pieno di allegria e tanta voglia di mettere le mani in pasta. Come al solito ognuno ha fatto di testa sua :))
Io ho fatto delle mini quiche lorraine salate, ma ho voluto anche provare un ripieno semi-dolce, anche quest'ultimo era ottimo! Per la ricetta di Dany, rimando al suo blog 

Nel blog della cuochina c'è anche una comunicazione importante che accenno: dopo le vacanze estive (cioè da settembre 2014) la data dei nostri incontri culinari non sarà più il 6 del mese alle ore 8:00 ma la seconda domenica del mese alle ore 9:00 E' meglio leggere con attenzione quanto dice la nostra cara Cuochina.

Torniamo alle nostre "quiche", io ho fatto così:

Per la pasta brisè
100gr di farina debole
20gr di olio evo
un pizzico di sale
30gr circa di acqua fredda
timo fresco

Per il ripieno salato
100gr di latte
1 tuorlo
1 cucchiaio di cheddar
1 cucchiaio di parmigiano
2 fette di pancetta
noce moscata, sale
Per il ripieno semi-dolce
1 tuorlo
1 cucchiaio di matcha
1 cucchiaio colmo di fecola di mais
300gr di latte
1 cucchiaino di aroma limoncello
3 albicocche secche
Ho impastato gli ingredienti della brisè, ho aggiunto le foglie lavate e asciugate di timo, appallottolato e lasciato in frigo per 2~3 ore avvolto in pellicola per alimenti.

Nel frattempo ho preparato i due ripieni
per quello salato:
Ho mescolato yogurt, latte, tuorlo, i due formaggi grattugiati e le fette di pancetta a piccoli pezzi, un'abbondante grattugiata di noce moscata ed il sale. Ho lasciato in frigo sino al suo impiego.
per quello semi-dolce:
Ho sbattuto il tuorlo con lo zucchero, matcha e fecola di mais, ho aggiunto il latte e l'aroma limoncello e portato a bollore. Appena freddo, l'ho messo in frigo sino al suo impiego.
Col mattarello ho steso la brisè al timo ed ho ricoperto 6 formine di carta. Ho messo al centro un poco di carta forno ed alcuni fagioli secchi (questi che ho usato, ce li ho da parte solo per metterli sulla sfoglia da cuocere senza condimento). Ho fatto cuocere in forno a 180°C per 15 minuti circa. 
Ho riempito 3 gusci con il ripieno salato e 3 con quello semi-dolce, a queste ultime ho messo al centro un'albicocca secca. Ho lasciato cuocere ancora per 30 minuti, sempre a 180°C, fino a doratura del ripieno.
E come consiglia Dany, le ho servite con insalata mista! Sia le salate che le semi-dolci :)

**************************
Il 6 giugno 2014 saremo da Lucia 
  per preparare i suoi
Vi aspettiamo
**************************
Ricordo che il blog della Cuochina è
"Quanti modi di fare e rifare"
il suo indirizzo di posta elettronica è:
quantimodidifareerifare@gmail.com
Qui per vedere la lista di tutte le ricette del 2014
 ci si può incontrare su


20 commenti:

  1. Ciao, finalmente riesco a fare qualche giro. Mi incuriosiscono le quiche semi dolci che proverò!!!

    RispondiElimina
  2. Carissima Socia e anche oggi siamo state super!! Prima di scappare al lavoro mi prendo una meravigliosa quiche per tipo :-) Quella semi-dolce m'attira come una calamita..Bellissime foto Anna, complimenti!! Buon pomeriggio cara e grazie <3

    RispondiElimina
  3. Ma quest'idea del semi dolce mi stuzzica proprio, grazie a voi tutte che mi date sempre dei meravigliosi suggerimenti.
    Donatella

    RispondiElimina
  4. le quiche dolci che belle! Un abbraccio da me!

    RispondiElimina
  5. Complimenti Anna, due bellissime versioni!!! bacioni

    RispondiElimina
  6. wow! sempre mi stupite!! deliziose tutte e 2 le versioni!!! poi lo strutto home-made ... beh adesso vado proprio a vedere.. mi precipito!!! eheheh complimenti come sempre stupefacente!!!
    Perbacco ! mi sono accorta che nn ero tra i tuoi 'Fans'!!!
    molto grave!!! ehehee
    Ciao grazie e a presto! :-)

    RispondiElimina
  7. Complimenti Anna per l'idea dell'impasto semi dolce,c'è sempe da imparare. A proposito il mio blog è tornato a posto, come avevi detto tu.
    Sono sempre debitrice. Un abbraccione.

    RispondiElimina
  8. ottime idee! una salata e una semidolce! grazie per la notifica :)

    RispondiElimina
  9. Cara Anna, che bontà!!! Per noi una dolce e una salata grazie! Stracarpiato e alla prossima!

    RispondiElimina
  10. Che belle cara Anna la tua fantasia si trasforma in bontà grazie per darmi sempre idee fresche !!!!!
    Un bacione con abbraccio ;-)))

    RispondiElimina
  11. Che belle e sicuramente buone le tue quiche!!! Non ce l'ho fatta proprio sto mese... ma... la farò quanto prima... promesso!

    RispondiElimina
  12. Ciao Anna, trovo solo ora il tempo di passare nelle cucine di tutte le cuochine per vedere per bene le loro bellissime quiche!!! Le tue versioni sono davvero particolari, soprattutto quella semi-dolce, mi piace molto l'idea del timo nell'impasto!!!
    Un bacio

    RispondiElimina
  13. ma quante belle varianti...e quel te matcha mi incuriosisce utilizzato così...bravissima!

    RispondiElimina
  14. Stupende le tue varianti sia quella salata che semi dolce! Originalissime! :)

    RispondiElimina
  15. Altri spunti per una piacevole serata con amici francesi che amano le quiche. Buona settimana.

    RispondiElimina
  16. Sono meravigliose queste quiche! Bravissima,alla prossima ricetta :)))

    RispondiElimina
  17. Blog davvero interessante: ricette assolutamente da provare!
    Grazie, ti seguo con interesse!
    Carla.

    RispondiElimina
  18. Grazie, grazie, grazie a tutti voi!
    Baci

    RispondiElimina
  19. Splendide versioni davvero! Solo a leggere, vien l'acquolina in bocca :-D
    Buon fine settimana e sorrisi per te :-D

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)