giovedì 6 marzo 2014

Quanti modi di fare e rifare i Pici all'aglione

Ed è già marzo.... ma quanto è veloce il tempo!!
Meno male che ogni 6 del mese c'è la nostra meravigliosa cucina aperta che ci fa apprezzare il passare del tempo. 
Quest'oggi, insieme alla nostra Cuochina di Quanti modi di fare e rifare, Ornella e tutte le amiche che ci seguono in questo girovagare nelle cucine del mondo, siamo arrivate a casa di Stella, la nostra cara amica del blog Una stella tra i fornelli, per preparare i suoi Pici all'aglione.
Di sicuro siamo tutti a conoscenza che sono pronti i due pdf con le ricette che abbiamo rifatte nel 2013 (QUI) e che il menù del 2014 si trova QUI.

Ma andiamo alla ricetta di oggi; ecco come ho fatto io i pici all'aglione
Ingredienti: per i pici
  • 150 gr di semola
  • 1 cucchiaio di olio
  • poco sale
  • 90 gr di acqua calda circa
Ho setacciato la farina, fatta la fontana e versato dentro olio, sale e acqua calda. Ho impastato bene e fatto riposare l'impasto a campana per 30 minuti circa.
Ho tirato l'impasto con la macchina della pasta alla tacca più larga e, quindi, l'ho passato nella trafila delle tagliatelle.
Sul piano lavoro infarinato ho arrotolato ogni filo di tagliatella, formando dei cordoncini molto sottili e lunghi circa 40 cm. Li ho spolverati con la farina e messi da parte.
Ingredienti: per il condimento
  • pomodori qb
  • 3 cucchiai d'olio evo
  • 2 spicchi d'aglio per persona
  • sale e parmigiano qb
  • basilico
Ho fatto cuocere i pici in acqua bollente salata per 10 minuti circa. Nel frattempo ho fatto soffriggere nell'olio evo, a fuoco lento, gli spicchi d'aglio, unito i pomodori spellati e tagliati a tocchetti. Ho scolato i pici e fatti saltare nel sughetto. Ho impiattato ed aggiunto un poco di parmigiano e delle foglie di basilico.
Eccoli pronti per essere gustati.


**************************
Il 6 aprile 2014 saremo da Carla Emilia 
per preparare la Torta Pasqualina 
Vi aspettiamo in tanti
**************************

Ricordo che il blog della Cuochina è
"Quanti modi di fare e rifare"
il suo indirizzo di posta elettronica è:
quantimodidifareerifare@gmail.com
Qui per vedere la lista di tutte le ricette del 2014
e che ci si può incontrare su


26 commenti:

  1. Favolosi, ma sai Anna che non ho pensato di tagliarli con la nonna papera? mi hai dato una bella dritta per farli la prossima volta in maniera più precisa e anche più veloce. Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. belli i tuoi pici Anna, vi confermo che anche mia mamma li tagliava con la macchinetta, ma lei ne faceva un kg alla volta però ;-)

    RispondiElimina
  3. complimenti,sono perfetti!!!

    RispondiElimina
  4. Belli e buoni, i pici! Vi aspetto da me allora, alla prossima, baci :)

    RispondiElimina
  5. Bellissima l'idea di tagliarli con nonna papera!
    Prendo nota, così la prossima volta le mie mani saranno più contente...
    Complimenti!

    RispondiElimina
  6. la proxima volta anche io vado di macchinetta :D tanto li rifaccio ;)

    RispondiElimina
  7. Bella idea di tagliarli prima con la macchina, così vengono tutti simili.

    RispondiElimina
  8. Cara Anna che belliiiiii , non avevo pensato di farli con la sfogliatrice che ideona grazie !!!!!
    Un bacione con abbraccio :-))

    RispondiElimina
  9. Che Belli! E che idea a tagliarli con la macchina per le tagliatelle... cosi vengono di sicuro tutti uguali! Va beh... prossima volta ti copio!!!

    RispondiElimina
  10. Ti sono venuti benissimo e deve essere delizioso il tuo piatto di pici :)
    Un bacio!

    RispondiElimina
  11. Mi è piaciuta un sacco questa uscita dei pici, e come sempre le versioni sono tutte favolose!!!

    RispondiElimina
  12. Ottima idea farsi aiutare dalla nonna papera...ti sono venuti benissimo!!!
    Alla prossima!!

    RispondiElimina
  13. Che profumino delizioso arriva sin qui!
    Carpiatissimo!!!

    RispondiElimina
  14. Ogni volta che andiamo in Toscana li compro per portarli a casa ed adesso che mi hai insegnato la ricetta perso proprio che li farò io: Non sapevo che si potevano tirare con la macchinetta della pasta.
    Grazie e grazie anche per i PDF
    Buona giornata
    Patrizia di Cucina con Dede

    RispondiElimina
  15. ...quanto ho pensato alla mia nonnapapera impacchettata a casa.....bellissimi questi lici....alla prossima
    francesca

    RispondiElimina
  16. Ecco come dovevo fare!!!! trafila per tagliatelle e poi arrotolare, prossima volta ....
    Una versione golosissima, complimenti!!!

    RispondiElimina
  17. davvero bellissimi!!! Mi piace molto il tuo blog e sarei molto felice se passassi dal mio: http://golosedelizie.blogspot.it/
    ti aspetto ^_^

    RispondiElimina
  18. Certo che abbiamo visto i pdf...grazie sono molto interessanti e carinissimi!! Come questi pici, e che ideona usare il tagliapasta,in questo modo risultano davvero bei sottili! Bravissima!

    RispondiElimina
  19. Grazie per essere venute a salutarmi, grazie a tutte voi.
    Confermo la bontà dei pici.
    Tutte le scelte fatte dalla Cuochina, così come queste per il menù 2014, sono eccellenti.
    Adesso andimo ad organizzarci per la Torta Pasqualina, ci vorrà un poco di tempo in più per prepararla, per questo pensiamoci in tempo, vale la pena farla.
    Baci e alla prossima

    RispondiElimina
  20. Idea fantastica quella di tagliarli con la macchinetta e poi finire a mano non ci avrei mai pensato! Adoro questo piatto e' uno dei miei preferiti,complimenti come sempre,seguirti e' un piacere! Buon fine settimana cara ^__*

    RispondiElimina
  21. Purtroppo mi sono persa questo appuntamento, ma la ricetta la farò in differita. Il prossimo non me lo perdo, però.
    Versione spettacolare cara Anna, come sempre.
    Buon fine settimana e a rileggerci tra ricette e sorrisi :-D

    RispondiElimina
  22. Brava Anna! Bellissimi i tuoi pici! Ancora aspetto con curiosità il tuo commento dei miei "piciudon" XD Un abbraccio!

    RispondiElimina
  23. Buonissimi!
    Io questa macchina non sono riuscita ad utilizzarla a dovere, cosi ero molto felice a tirarli con le mani... è una bella comodità però!
    Alla prossima!

    RispondiElimina
  24. ciao Anna,
    dopo aver volato su tutti i pici e letto tutti i post di questo appuntamento...abbiamo lasciato
    per ultime te ed Ornella, non per scortesia, ma perchè i vostri pici (come tutte le ricette di ogni mese) hanno un valore aggiunto....un ingrediente magico...
    sono preparati in terra giapponese nel tuo caso e norvegese nel caso di Ornella...e riescono sempre ad essere bellissimi!
    Un bacio e grazie sempre per tutto.
    le 4 apine
    p.s.....Eh! si... GRANDE IDEA la macchina della pasta!!!!

    RispondiElimina
  25. non sapevo si potessero tirare con la macchina! Bella comodità caspita! Bellissimi e buonissimi vero'?

    RispondiElimina
  26. Ho già visto i picci (non sapevo che esistessero) anche da Ornella. Le varianti sono veramente buone. Un amichevole abbraccio.

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)