mercoledì 6 marzo 2013

Quanti modi di fare e rifare la Pastiera di maccheroni

Ormai la nostra Cuochina e tutti noi quantisti, non facciamo altro che scendere da un aereo e salire su un altro, tornati dalla Svezia, ci siamo subito organizzati per partire per la Germania dove ci aspettava Francesca di "Voglio vivere così" per preparare insieme la Pastiera di maccheroni che era il dolce preferito di suo nonno, campano d'oc.
Francesca ci ha detto anche che dalla nonna si aspettava Pasqua per prepararla e che è un dolce molto particolare, sembra che si faccia qualcosa di simile anche nella penisola sorrentina.
Ringraziamo Francesca per aver aperto la sua bellissima cucina a tutto il rumorosissimo e gioioso gruppo di "Quanti modi di fare e rifare"

Io mi sono organizzata in questo modo:
Dato che ho problemi a trovare i capellini, l'acqua di fiori d'arancio, la sugna, ecc., per questo mi sono autoprodotta buona parte degli ingredienti.
  • 500g capellini (130gr di tagliolini homemade)
  • 1l latte (150ml di latte)
  • 1kg zucchero (150gr di zucchero)
  • 12 uova (2 uova)
  • 100g sugna (20gr di strutto homemade)
  • 100g pezzetti di cedro canditi  (20gr di arancia amara candita)
  • sale (un pizzico)
  • acqua di fiori d'arancio (aroma arancia)
  • sugna (strutto) e farina (semola) per la teglia
Prima di tutto ho fatto i tagliolini con 70gr di semola rimacinata, 30gr di farina debole, poco sale ed acqua tiepida qb. Ho impastato questi ingredienti, appallottolato, coperto con una ciotolina e fatto riposare per 30 minuti circa.
Con la macchina della pasta ho tirato delle sfoglie non troppo sottili (7a tacca) che ho tagliato con l'accessorio per le tagliatelle. Ho infarinato abbondantemente i tagliolini con la semola e fatti asciugare per un'oretta.
Li ho fatti cuocere in acqua bollente leggermente salata, in cui avevo versato un cucchiaino d'olio per non farli attaccare. Li ho scolati conservando un poco dell'acqua di cottura.
Ho messo in una ciotola i tagliolini, li ho coperti di acqua di cottura, ho aggiunto lo strutto, il latte, lo zucchero, le uova sbattute, l'arancia candita tagliata a piccoli pezzi e l'aroma arancia.
Ho unto con lo strutto 6 pirottini e li ho spolverati di semola. Li ho riempiti, dividendo equamente (con l'aiuto della bilancia) i tagliolini con tutto il condimento e fatto cuocere per 30 minuti in forno a 200°C.
Si sono sformati facilmente, e il caramello li aveva ambrati al punto giusto.
Anche l'interno era molto bello da vedere. E' un dolce molto particolare, la presenza della pasta lo rende leggermente denso, pur rimanendo molto soffice. 
L'unica cosa che eviterò, la prossima volta, è lo strutto, durante la cottura il suo profumo prevaleva su quello del dolce. Meno male che quando si è raffreddato è sparito completamente.
**************************
Il 6 aprile, dopo aver girato l'Europa in lungo ed in largo,
ci fermeremo in Italia, andremo dalla carissima Spery
per preparare insieme un ottimo piatto napoletano


**************************
Ricordo che il blog della Cuochina è
"Quanti modi di fare e rifare"
  il suo indirizzo di posta elettronica è:
quantimodidifareerifare@gmail.com 
e che ci si può incontrare su
E... scaricate, scaricate i pdf 2011 e 2012

Qui per le ricette 2012-seconda parte   
Qui per le ricette 2012- prima parte  
Qui per le ricette 2011 completo
**************************

Ma non posso finire senza un piccolo pensiero
 a tutte le donne del mondo
Con l'augurio che ogni giorno sia l'8 marzo 
Le mimose del mio giardino

 

26 commenti:

  1. Mitica Annina :) Che spettacolo dev’essere con la pasta fatta in casa. Troppo bella l’idea delle monoporzioni. Un abbraccio grande, buona giornata

    RispondiElimina
  2. Buon giorno Anna e ben ritrovata!
    Oggi nelle nostre bellissime cucine aleggiano profumi fioriti ed deliziosi aromi pasquali!
    Che meraviglia anche la tua versione della Pastiera di maccheroni, grazie per averla preparata con noi!
    Colgo l'occasione per augurare a te e famiglia una buona Pasqua.
    Ti ricordo il prossimo appuntamento, da non mancare assolutamente, del 6 di aprile con gli Strangula prievet' di Spery.
    Un abbraccio
    Cuochina

    RispondiElimina
  3. Grazie mille per le belle mimose che ci avete offerto! e grazie per avermi dato l'idea dello stampino singolo...mi piace un sacco!!
    e complimenti per la tua bravura...un dolce autoprodotto dall'inizio alla fine!

    RispondiElimina
  4. che bella idea questa delle monodosi!!! sono carine anche da presentare!!! Buona giornata

    RispondiElimina
  5. Certo che addirittura hai fatto la pasta.....mi inchino alla tua bravura, complimenti per la meravigliosa pastiera che hai fatto che sicuramente avrà un profumo e gusto unico.

    RispondiElimina
  6. Simpatiche le tue mini pastiere!
    E... complimenti per l'inventiva! AHAHAHAHHA è un dolce super hom made! AHHAHA

    RispondiElimina
  7. grazie per la bella mimosa, auguri anche a te...mi piace molto la monodose e tutta la tua autoproduzione, sono venuti molto bene e sono belli da vedere...un caro abbraccio

    RispondiElimina
  8. Ma tu sei un mito! Ti sei fatta anche i tagliolini :-D Belle le monoporzioni!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Che bontà!!! Complimenti davvero!

    RispondiElimina
  10. bella la versione miniporzione! anche tu all'arancia! ottimi! sugna in casa? bravissima! ciao cara!!

    RispondiElimina
  11. Wow Annuccia! Sono splendidi e sicuramente buoni!
    anche io avrei ridotto le dosi di uova e zucchero. Una versione monoporzione eccezionale!
    I tagliolini li voglio fare anche io!

    じゃあね!

    http://lemilleunapassione.altervista.org/

    RispondiElimina
  12. Bellissime bellissime le pastiere mono porzione bella idea
    Buona Pasqua ; )))))

    RispondiElimina
  13. Bellissime le monoporzioni e bravissima a fare anche la pasta! Davvero Complimenti!!

    RispondiElimina
  14. Sei piena di risorse. :)
    A vederle sembrano una sorta di budini. Sono molto belle.
    Grazie per le mimose. Auguri!

    RispondiElimina
  15. Sono molto belli. Ti ringrazio carissima per le dritte che mi hai dato. Ormai da te è già notte. Ti auguro la buona notte!!!

    RispondiElimina
  16. Torno per aproffittare della tua disponibilità...quando hai un attimo puoi passare qui http://www.pinkopanino.blogspot.it/2013/02/daifuku-mochi-gueffos.html
    per darmi un tuo parere??

    RispondiElimina
  17. Anna le pastierine sono fantastiche....sono contenta che vi sia piaciuta e mitica a farti anche la pasta....
    alla prossima
    francesca

    RispondiElimina
  18. Ciao cara Anna, hai ragione: è proprio bello girare fra le nostre cucine e scambiarci idee. Spero che prima o poi veniate anche nella mia. Vi ospiterei molto volentieri! La tua versione monoporzione come una creme caramel molto particolare mi piace moltissimo, sei stata davvero brava. Ti abbraccio e alla prossima :)

    RispondiElimina
  19. Cara socia Anna eccomi qui..ero fiduciosa di terminare prima invece da queste parti l'imprevisto è sempre dietro l'angolo ;-) Ma sono certa che una pastierina per me l'hai tenuta da parte :-) Sono bellissime!! A te non ti ferma proprio nessuna difficoltà in cucina..se non lo trovi lo autoproduci! Un abbraccio carissima

    RispondiElimina
  20. ...me n'ero dimenticata: la mimosa del tuo giardino è fantastica grazie.. e 365 volte auguri anche a te :-*

    RispondiElimina
  21. Anna sei fantastica,
    meravigliose le tue pastiere col 90% di ingredienti autoprodotti!!!
    Prendo un rametto della mimosa, augurissimi!
    Carpiato triplo con doppio avvitamento e spaccata!

    RispondiElimina
  22. Bellissime le tue mono porzioni...e complimenti per i tuoi fiori...si sta avvicinando la festa della domma... bacioni

    RispondiElimina
  23. non conoscevo affatto questa preparazione che mi ispira molto, mi ricorda la torta di riso (non a caso, credo) che amo moltissimo!

    RispondiElimina
  24. Oh si è una idea fantastica quella delle monoporzioni
    Grazie e buona giornata

    RispondiElimina
  25. Un caloroso ringraziamento a tutti
    :) :) :)

    RispondiElimina
  26. Hey! Great post I just came across your blog and
    I love it! It would be amazing if you could visit my blog too.
    We can also follow each other if you like! :)
    thanks for sharing !!!
    καρυωτακης
    kariotakis

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)

Cuochini e Cuochine nel mondo

fukuoka

Fukuoka google map

Visualizzazioni totali