domenica 10 giugno 2012

Angeliche pizzose con l'impasto base nr.1 della Cuochina

Stavo sfogliando il libro "Pane e roba dolce" delle sorelle Simili, e, a pag. 92, ho visto l'angelica dolce. Mi allettava molto, ma cercavo qualcosa di salato.
Allora, prendendo in prestito solo l'idea dell'intreccio e del taglio per la lunghezza, ho fatto l'Angelica Pizzosa con l'impasto base nr.1 della Cuochina di Quanti modi di fare e rifare.

L'ho rifatta due volte, la prima volta: la classica angelica a ciambella, la seconda volta: nove piccole treccine, tutte andate a ruba. Più della metà delle treccine sono servite per la merenda dei ragazzi dei vicini e del nonno :D

A proposito dell'impasto base della Cuochina, ci ha dato delle dosi per un lievitato da fare con il lievito liquido e ci ha detto che potevamo cambiare la natura degli ingredienti senza modificarne il peso.
  • 100 gr di licoli attivo
  • 160 ml di latte
  • 10 gr di zucchero
  • 1 tuorlo
  • 300 gr di farina di forza (12% di proteine)
  • 15 gr di burro a temperatura ambiente
  • poco sale
Io, per l'angelica ho usato 2 tipi diversi di farina per un totale di 300 gr, 10 gr di miele invece dello zucchero e 15 gr di strutto invece del burro.
Il miele e lo strutto perché mi avanzavano in frigo e volevo smaltirli, ma non sono essenziali.
Licoli era molto attivo perchè avevo fatto le puccette pugliesi (100% di idratazione)

  • 100 gr di licoli
  • 160 ml di acqua
  • 10 gr di miele
  • 1 tuorlo
  • 150 gr di farina di forza
  • 150 gr di farina debole
  • 15 gr di strutto home made
  • poco sale
Per farcire la ciambella:
- pomodori a pezzi, olive, capperi, origano secco, olio e sale
- peperoni arrostiti, prosciutto crudo sfilettato, rosmarino, olio e sale
Per farcire le treccine:
- pancetta, capperi, pomodori a pezzi, origano fresco, olio e sale

Nella planetaria ho sciolto licoli con l'acqua, miele e tuorlo, ho aggiunto le farine, amalgamato un poco e fatto riposare 30 minuti circa (autolisi), dopo ho aggiunto il sale e lo strutto. Ho fatto impastare sino ad incordatura, ho trasferito l'impasto in una ciotola appena unta, dopo mezz'ora circa ho fatto delle pieghe a tre, dopo un'altra mezz'ora ancora delle pieghe a tre. Quindi ho lasciato lievitare sino al raddoppio (5 ore circa).
Ho travasato l'impasto su un piano infarinato e (per la ciambella l'ho diviso in due, per le treccine in nove pezzi), schiacciato con le mani e sparpagliato su ognuno la farcia salata.
L'ho arrotolato dal lato lungo e con le forbici da cucina ho dato un taglio per la lunghezza.
Tenendo il taglio in alto, l'ho intrecciato e dato la forma di ciambella e di treccia e fatto lievitare ancora 3 ore circa.
Li ho spennellati con un'emulsione di latte ed acqua e fatti cuocere a 220°C per 10 minuti, ed a 180°C fino a cottura.

Che dire, questo impasto della Cuochina è davvero stupendo, si riesce a fare veramente di tutto.


Anche queste angeliche pizzose sono per la

*******************************
Altri link relativi al lievito liquido (licoli)

*******************************

20 commenti:

  1. Le treccine pizzose sono strepitose :) Mannaggia a non poter mettere le mani in pasta tutti i giorni, sei una tentazione continua ^_^ Un bacione, buona domenica

    RispondiElimina
  2. E la terza fornata è tutta mia :-D... e che nessuno me le tocchi ;-)
    Anzi me le porto via subito subito...Grazie

    RispondiElimina
  3. Ma questa cuochina arriva sempre prima di me e fa man bassa di tutte le delizie che trova ;-)??
    L'angelica non l'ho mai fatta neanche dolce, sarà l'occasione di assaggiarla in entrambe le versioni!
    Bellissime Anna, sia in versione ciambella che a treccina!
    Baci

    RispondiElimina
  4. Ragazze, non vi preoccupate, le rifaccio subitissimo :D

    Ma sono facilissime da fare e voi siete tutte e tre bravissime con licoli, per questo credo che facciate prima voi a farle ;-)
    Baci baci baci!

    RispondiElimina
  5. L'impasto della cuochina sarà stupendo ma le tue sono manine d'oro!
    Ci credo che sono andate a ruba, peccato non essere dalle tue parti per un assaggino...
    Baci doppi

    RispondiElimina
  6. io ne mangerei fino allo sfinimento, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  7. Adoro l'angelica sia dolce che salata!
    Le tue sono semplicemente divine!

    RispondiElimina
  8. Super golose e super invitanti i ragazzi le avranno gradite e non solo loro immangino ed hai ragione il lievitato della cuochina è fantastico da pochi semplici ingredienti nascono golosità uniche grazie ciao Luisa

    RispondiElimina
  9. Tu non sei una cuoca, sei un genio della cucina che trova mille modi di trasformare una ricetta base. Tutti i miei complimenti ed un caro saluto.

    RispondiElimina
  10. Grazie, grazie a tutti per la gradita visita.
    Siete sempre molto gentili :D

    RispondiElimina
  11. com'è che mi ero persa questa meraviglia?
    è veramente eclettico questo impasto!

    RispondiElimina
  12. Manine fatate le tue per questa angelica grandiosa! Che goduria...spero di ridarmi ai lievitati prima o poi.
    Un abbraccio grandissimo

    RispondiElimina
  13. mah, col caldo di questi giorni, la lievitazione dovrebbe essere straordinaria, peccato poi per l'effetto inferno in casa quando si accende il forno.

    caldo a parte, dev'essere buonissima..

    RispondiElimina
  14. Hei Anna come stai? Scusami se non passo spesso, ma sono superincasinata, ma ti penso sempre.
    le tue ricette sono sempre una grandefonte di inspirazione per me.
    Ciao cara :-*

    RispondiElimina
  15. buona l'angelica! bella in formato treccine :D certo che vanno a ruba! sono più simpatiche da vedere :D ciao cara!

    RispondiElimina
  16. Vedo che ancora non ho ringraziato le ultime graditissime visite, sarà il caldo???
    Un grande grazie a tutti :D

    RispondiElimina
  17. Magnifiche!!!! Io ci ho fatto pure dei piccoli calzoni mortadella e scamorza. Ho pubblicato le foto sul mio blog http://cuminoecardamomo.blogspot.it/.

    RispondiElimina
  18. Grazie Maya, sono bellissimi i tuoi calzoni :))

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)

Cuochini e Cuochine nel mondo

fukuoka

Fukuoka google map

Visualizzazioni totali