domenica 6 maggio 2012

Quanti modi di fare e rifare i "Ravioli di pere con speck e aceto balsamico"

Ed eccoci a maggio, qui in Giappone la prima settimana di questo mese è la settimana di "golden week" (una settimana piena di giorni festivi) e la gente si diletta ad andare in vacanza in giro per il mondo.
Ma, per noi di "Quanti modi di fare e rifare" non è ancora il momento delle vacanze, siamo alle prese con tante iniziative: indaffarate a ultimare il ricettario di quest'anno; dopo aver creato il nuovo indirizzo di posta elettronica quantimodidifareerifare@gmail.com , abbiamo dato vita al nostro nuovo blog "Quanti modi di fare e rifare"; e tante altre piccole grandi novità di cui vi parleremo in altro momento.
Siamo elettrizzate per questa nuova creatura: da adesso tutto farà capo a LEI ed al SUO indirizzo di posta elettronica (quantimodidifareerifare@gmail.com), è lì che saranno pubblicate le foto di tutte le versioni (non più in questo mio blog ed in quello di Ornella), i link e le foto dovranno essere inviati al predetto indirizzo di posta elettronica.
E' bellissimo ritrovarci ogni 6 del mese a spignattare tutte insieme in una delle nostre cucine aperte, ed è qui che si concretizza il divertimento, l'allegria, la complicità, l'unione, ..... che fa diventare magico questo giorno del mese.

Ma adesso è ora di mettere le mani in pasta, spostiamoci da Elena del blog "Zibaldone culinario" per preparare tutti insieme i suoi buonissimi "Ravioli di pere con speck e aceto balsamico".
Ma, i miei, a causa di mancanza di alcuni incredienti (niente pere, niente speck e niente ricotta) sono diventati:
"Ravioli di mela con pancetta e aceto balsamico"
Da un po' sono sola in casa, il marito in una luuuuunga trasferta nazionale, per questo ne ho fatta una porzione singola, ma tanto abbondante che sarebbe bastata per due :D

(in rosso le mie variazioni)
Pasta all'uovo
  • 250 g di farina (40 gr di semola rimacinata+20 gr di farina 0)
  • 2 uova (1/2 uovo, circa 25 gr)
  • 1 cucchiaino di olio evo (poco)
  • sale
  • un goccio di acqua (se serve)
Ripieno
  • 3 pere william non troppo mature (1/2 mela Granny Smith: 70 gr circa)
  • 200 g di ricotta (formaggio cremoso)
  • 50 g di grana padano grattugiato (15 gr di parmigiano)
  • 1 uovo (10 gr di uovo circa)
  • sale pepe (sale e curcuma homemade)
Condimento
  • 5-6 fette di speck (3 fette di pancetta)
  • un cucchiaio di olio (niente)
  • 30 g di burro (1 cucchiaio)
  • aceto balsamico tradizionale (crema di aceto balsamico addensato)
  • erba cipollina
  • parmigiano reggiano grattugiato
Sul piano lavoro ho setacciato le farine, al centro ho aggiunto l'uovo, l'olio, il sale ed un poco d'acqua. Ho impastato a lungo, ho avvolto nella pellicola e fatto riposare in frigo per 30 minuti circa.

Per il ripieno:
- ho mescolato formaggio cremoso, mezza mela sbucciata e grattugiata grossolanamente, parmigiano, uovo, sale e curcuma (home made). Siccome era troppo acquoso, l'ho fatto sgocciolare su una garza sterile.
Per il condimento:
- ho mescolato la crema di aceto balsamico con un cucchiaio di amido di mais per farlo addensare ancora un poco.
- In una padella antiaderente ho fatto asciugare da entrambi i lati le fette di pancetta che ho tagliato a listarelle.
Con la macchina della pasta ho tirato la sfoglia alla penultima tacca, ne ho ricavati dei dischetti e dentro ci ho messo un cucchiaino di ripieno ed ho chiuso a libro, ho premuto con i rebbi della forchetta i bordi dei ravioli per non far fuoriuscire il ripieno e, con il coppapasta adatto, ho dentellato i bordi (ne sono venuti 26). Ho fatto cuocere i ravioli in acqua bollente salata e con un goccino di olio evo, li ho scolati e conditi con il burro fuso, il parmigiano grattugiato, la pancetta e l'erba cipollina. Per ultimo ho decorato con la crema di aceto balsamico.
Il contrasto dolce salato è di una bontà unica, grazie cara Elena della bellissima ricetta.

Con queste quantità (che nelle mie intenzioni doveva essere una porzione giusta), ne sono venute due, ma se si ha mooolta fame può diventare una porzione abbondantissima (*_*)

***************************************************
E la prossima volta, il 6 giugno 2012, dove ci incontriamo?

Ma a casa di Vale del blog "In cucina senza glutine"
per fare tutti insieme le sue gustosissime "Puccette pugliesi".
Che bello una ricetta della mia regione d'origine.


***************************************************
Vi ricordiamo che
ci si può incontrare su

Il pdf con tutte le ricette del 2011
Per sfogliare (Qui)
Per scaricare (Qui)



17 commenti:

  1. Buongiorno e buona domenica. Ti metto il link:
    http://www.nonnasole.blogspot.it/2012/05/quanti-modi-di-fare-e-rifareravioli-di.html

    RispondiElimina
  2. Fantastica, Anna!
    Che bella variazione hai elaborato.
    A presto!

    RispondiElimina
  3. Che belli che ti sono venuti...ed ottima variazione....
    l'ho gia` scritto sul nuovo blog e lo ripeto.....brave brave, brave, un idea geniale!
    farncesca

    RispondiElimina
  4. ciao Anna,
    GRANDE la sorpresa e la gioia !!!
    Siamo felici di partecipare.
    La tua versione è da copiare: molto bella!!
    GRAZIE DI TUTTO
    un bacio le 4 apine

    RispondiElimina
  5. Eccomi anche qua, finalmente.
    Anche se sei giò al corrente:
    questo mese c'è una bella sorpresa
    vedere qui.

    RispondiElimina
  6. Bellissima anche questa versione...a volte non avere gli ingredienti stimola la creatività...vero???
    un bacione! e grazie della novità è stata un'ottima idea...ora abbiamo un angolino tutto nostro!!!

    RispondiElimina
  7. Ragazze siete magnifiche, stamattina è stata una spendida sorpresa scoprire il nuovo blog :)
    Bellissima questa versione alla mela, sai che mi stava frullando nella testa più o meno la stessa idea per fare un bis. Dopo il successo che hanno avuto con il papy mi sono gasata :)) Un bacione, buona "golden week" ^_^

    RispondiElimina
  8. Grazie mille per la bella sorpresa e il gran lavoro che fate sempre per noi! La tua variante della ricetta è perfetta e intrigante!

    RispondiElimina
  9. stupenda anche la tua versione!
    senti, ma la puccia va proposta nella versione senza glutine o vanno bene anche le farine di grano?

    RispondiElimina
  10. ecco, noi siamo quelli che hanno mooolta fame!!
    poi davanti a un piatto così come si fa a non fare il bis?

    RispondiElimina
  11. Uhm la versione con la mela.
    Ho solo sbirciato il nuovo blog. Poi ci passo con calma.
    Bella idea.

    RispondiElimina
  12. Anna che bella la tua versione, e che bella sorpresa il blog nuovo!

    RispondiElimina
  13. volevo provare cn le mele perchè non trovavo le pere! poi risolto! una bella variante anche questa! ciao cara!!

    RispondiElimina
  14. Eccomi qui cara Anna, in ritardo, però spero di rimanere a casa per molto....Immagino che anche senza pera e ricotta siano venuti benissimo questi stupendi ravioli! E la crema di aceto..ci siamo ingegnate egregiamente non c'è che dire!
    Un abbraccio e un grande GRAZIE carissima. Baci

    RispondiElimina
  15. li vedo in giro da tutte le parti, sarà la fame?!?!? Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  16. Fantastica anche la tua versioen cara anna, con la frutta ci si può sbizzarrire molto anche nei primi piatti e questi tuoi ravioli lo dimostrano. Scusa per il ritardo con cui passo a trovarti maieri sono stata fuori tutto il giorno, motivi sportivi, e la sera ero così distrutta che sono crollata senza cena e senza pc. Un bacione

    RispondiElimina
  17. Grazie a tutte voi!
    Baci :D

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)