domenica 15 gennaio 2012

Rifatte senza glutine "Pumpkin Pie"


Eccoci al via con le Rifatte senza glutine del 2012, cucina aperta guidata magistralmente da Vale. E si parte con il Pumpkin Pie di Djallen, un dolce rigorosamente senza glutine. Ottima ricetta di facile realizzazione.
L'ha gradito anche mia figlia che, generalmente, non apprezza molto la zucca, anche perché oltre alla classica panna montata ci ho aggiunto una spolverata di cacao non zuccherato che a lei piace molto. Ho proceduto in questo modo:

Per la pasta brisée

  • 60gr di farina di ceci (come da prontuario)
  • 40gr di farina di grano saraceno (come da prontuario)
  • 50gr di burro ghiacciato
  • 35gr di latte freddissimo
  • un pizzico di sale
Ho preparato la pasta brisèe mettendo nel frullatore le due farine, il burro (che avevo messo in freezer già tagliato a pezzi), un pizzico di sale e ho frullato il tutto fino ad ottenere un composto sabbioso e farinoso. Quindi ho aggiunto il latte freddissimo ed il pizzico di sale ed ho continuato a frullare.
L'ho compattato, avvolto in pellicola per alimenti e fatto riposare in frigo per circa 40 minuti.

Per la crema di zucca
  • 260gr di zucca pulita
  • 100gr di panna liquida
  • 60gr di zucchero vanigliato
  • 1 uovo
  • 1/2 cucchiaino di cannella
  • 1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
  • un pizzico di sale

Ho tagliato e sbucciato la zucca e fatta cuocere in microonde a 600W per 8 minuti, l'ho passata nello schiacciapatate (dopo la cottura era diventata 200gr), appena fredda ho unito tutti gli altri ingredienti della farcia e, con la frusta, ho amalgamato il tutto.
Ho foderato con carta forno una teglia da 18 cm, ci ho adagiato la pasta brisée tirata con il matterello, ed ho versato dentro la crema di zucca, ho livellato ed ho fatto cuocere in forno preriscaldato a 200°C per 15 minuti circa. Ho diminuito a 180°C ed ho continuato a far cuocere per altri 30 minuti circa.
Ho fatto raffreddare su una gratella per dolci, nel frattempo ho fatto montare 100gr di panna.

Ho tagliato il dolce a fette, completato con i fiocchetti di panna montata e la spolverata di cacao.
Ma è buonissimo anche al naturale. E' un dolce dal sapore molto delicato.

Per le "Rifatte senza glutine" di gennaio 2012

26 commenti:

  1. senza glutine, però dopo metto la pasta brisè ,allora il glutine c'è

    RispondiElimina
  2. @Anonimo, non sarebbe meglio presentarsi?
    Così la risposta la faccio mirata.
    Hai letto la ricetta, vero?
    Per la brisée ho usato farina di ceci e di grano saraceno entrambe gluten-free.
    Ad ogni modo, grazie della visita

    RispondiElimina
  3. Annina, sono basita..ma neanche la domenica le persone sono "tranquille"? Un bacio e complimenti per la tua brisè senza glutine, io ho usato soltanto la farina di saraceno ma la prossima volta metto quella di ceci e di avena che ho..bacione.

    RispondiElimina
  4. quello del senza glutine e`un mondo tutto nuovo per me interessante questa della farina di ceci....comunque la tua torta ha un aspetto delizioso....
    francesca

    RispondiElimina
  5. lodi! lodi! lodi!

    questa realizzazione è fantastica ed hai usato farine che non mi sarebbe venuto mai in mente di usare per la brisèe

    vado ad aggiornare il post

    grazie :-)

    RispondiElimina
  6. Anna io resto ogni volta senza parole per la tua originalità nell'uso delle farine.... fantastica, non posso dire altro :)

    Buona domenica ♥♥♥

    RispondiElimina
  7. anche noi abbiamo messo la panna..e il cacao nell'impasto della frolla (abbiamo sostituito la brisè!). Davvero interessanti queste farine e l'aspetto sembra perfetto!ma questo anonimo non è che è un po' invidioso di non averla mangiata??!!:)

    RispondiElimina
  8. Quella brisè ceci e grano saraceno mi ha folgorata tesoro :) Sei un genio come sempre. Un abbraccio, buona domenica

    RispondiElimina
  9. Splendida! Ottime le farine usate!
    Grazie mille sempre Anna :)

    p.s. un anonimo è per l'appunto "nessuno" ;)

    RispondiElimina
  10. ma sai che ieri al "che tempo che fa" fazio ha intervistato zaccheroni?
    tu lo saprai ma io non sapevo che allena la squadra di calcio giapponese. bell'intervista. intelligente e a modo suo ironica e anche affettuosa.
    ha raccontato che l'imperatore gli ha stretto la mano tra lo stupore immenso di tutti i presenti!

    la ricetta merita anche per l'uso originale di farine. complimenti!

    RispondiElimina
  11. Ciao, piacere di conoscerti. Ho scoperto questa mattina il tuo blog ricercando notizie sul licoli. Il tuo blog è davvero pieno di notizie e suggerimenti molto utili.
    Questa torta è molto originale. Mi piace l'abbinamento di gusti e sapori che hai fatto.
    Passerò spesso a trovarti e per non perdermi nessuna nuova ricetta mi sono iscritta subito ai tuoi lettori fissi. Se ti va, passa pure a trovarci nella nostra cucina.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  12. Annina, non riesco a commentare da Antonella (col nuovo modulo mi risulta impossibile anche in altri blog) dille che ieri sera ho visto i ragazzi in tv ed è stata un'emozione, hanno passato il turno e li rivedremo, un bacio e grazie :-)

    RispondiElimina
  13. WOW! WOW E WOW!!! Mi piace questa versione tantissimo, è splendida e secondo me l'uso delle farine della brisè si sposa con la zucca, gli dà un tocco in più!
    grazie carissima Anna per i suggerimenti per far riattivare il blog roll, è finalmente tornato attivo, sembra! Per un po' comunque proverò a fare come mi hai lasciato detto. Peccato che molti posts di gennaio non siano andati letti, ma va bene così...Non so perchè sia successo, ma capita.
    Mi complimento anche per la tua gentilezza nell'accogliere le persone in questo tuo spazio ed è bello rammmentarsi e rammentare anche agli altri che presentarsi è sempre buona educazione e rispetto per l'ospite che ci accoglie.ù
    Grazie per passare sempre a trovarmi ♥

    RispondiElimina
  14. Farina di ceci per la brisè , moooooolo interessante, devo provarci assolutamente!!!
    e che bella crosticina sopra.. una favola, non è la mia ricetta :P ti è venuta spettacolare a te! :P
    E quella montagnola di panna ci calza a pennello, incredibile!! :D
    Grazie per aver rifatto con noi!
    ciao Jé


    Quando si legge solo metà delle cose si capisce solo metà delle stesse vero anonimo??!

    RispondiElimina
  15. di cretini è pieno il mondo!! e il bello è che parlano senza leggere e senza firmarsi :)) compassione a iosa :))
    grazie per la bellissima versione, buona domenica e baci :X

    RispondiElimina
  16. caspita! versione originalissima della brisèè, da provare, complimenti per la tua rifatta.

    RispondiElimina
  17. Ma che buona la Pumpkin Pie! Già di suo, poi con questa reinterpretazione gluten free la trovo davvero molto interessante!
    E mi incuriosisce ancora di più la brisè di ceci e grano saraceno....bisogna che la provi!
    Grazie, buona giornata

    RispondiElimina
  18. Geniale l'abbinamento ceci-saraceno. Non appena mia figlia non sarà più allergica al grano saraceno, provo...
    brava!

    RispondiElimina
  19. Non so se ridere o che altro di fronte a certe sparate anonime...ma da dove sbucano??
    Come sempre cara Anna hai aperto nuovi orizzonti in cucina! Farina di ceci..e chi mai l'avrebbe pensata? Un abbraccio

    RispondiElimina
  20. Sulla tua brisè ci metto la mano sul fuoco! Interessantissima, come sempre la tua versione! E sai che ti adoro!
    firmato:
    celiaca da 15 anni!

    RispondiElimina
  21. bellissima versione, certo che tu per le farine hai un dono, anna!
    è un'idea ganzissima quella che hai adottato, te la copierò presto!

    grazie ancora della tua partecipazione!

    RispondiElimina
  22. Amiche di Pumpkin Pie, grazie mille per le vostre bellissime parole. Siccome non riesco a muovermi speditamente tra i prodotti glutinosi e non, mi invento abbinamenti improbabili ma sicuri, vedi la farina di zucca del mese scorso o quella di ceci di questa volta. Grazie anche della bella accoglienza nel vostro gruppo.

    Per tutte:
    certo che l'anonimo/a (con accesso da Milano) non pensava di ricevere tante critiche per le sue parole, altrimenti non si sarebbe sognato di lasciare quelle quattro parole qui da me ;-)
    Siete state grandissime, grazie mille a tutte anche per essere venute a leggermi.

    @grEAT
    Irene, ho visto l'intervista a Zaccheroni, lui diceva delle cose vere e serie ma le sue parole sono servite a fare delle battute inappropriate e sceme che non mi sarei aspettato dal conduttore. Ma c'è da dire che dall'Italia è difficile capire come si vive bene se la gente ha un comportamento gentile e rispettoso, anche in riferimento all'episodio con l'imperatore.
    Ma questa è un'altra storia.
    Grazie Irene per aver pensato a me durante la trasmissione.

    Abbracci a tutti :D

    RispondiElimina
  23. Complimenti Anna per la presentazione e per la ricetta ben spiegata in ogni minimo dettaglio. Hai scritto pure il riferimento al Prontuario AIC, ma sei meglio di una celiaca! In gamba!

    RispondiElimina
  24. Grazie Elena, cerco di spremermi sempre le meningi per trovare qualcosa di adatto ad un celiaco.
    Sei gentilissima ;-)

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)