giovedì 9 dicembre 2010

Riso, patate e cozze di Hiroshima


Era da tanto che sognavo di mangiare qualcosa con le cozze (conosciute anche come mitili). Noi di Taranto, sin da bambini, mangiamo le cozze del Mar Piccolo, che noi chiamiamo "cozze nere" perché ci sono anche le "cozze pelose" (qui per farsene un'idea) con gli spaghetti, arracanate, impepata di cozze, e chi più ne ha più ne metta.
Qui in Giappone non mi era mai capitato di vederle in vendita. Ma un paio di settimane fa una mia conoscente mi ha indicato dove si vendono, anche se sono quelle di Hiroshima, non certo le nostre del Mar Piccolo, va beh, bisogna accontentarsi!!
Il posto è un mercatino molto fuori mano per me, mi sono dovuta fare una quintalata di chilometri per trovarle, e n'è valsa la pena.
Ma.. sentite sentite.... 100 gr costano 105 yen (0,90~0,95 centesimi di euro circa), ne ho comprate solo 200 gr, erano 10, ne ho usate 7 e le altre 3 le ho messe in freezer come prova, per vedere se dopo averle cotte rimangono ancora buone.
Con le 7 cozze ho preparato "riso, patate e cozze" ed è venuto di un buono pieno di nostalgia.
Con queste quantità si può mangiare tranquillamente in tre.


200 gr di cozze con il guscio
140 gr di riso
4 patate medio~grandi
8~9 pomodorini
olio evo qb
parmigiano, olio e sale qb
1 spicchio d'aglio
prezzemolo

Lavare bene i gusci delle cozze, raschiando le incrostazioni, ed aprirle con un coltellino, sbucciare le patate ed affettarle, lavare alcune volte il riso per togliere un poco di amido.
Nel fondo di una teglia da 18 cm di diametro sistemare uno strato di patate ed alcuni pomodorini tagliati a metà, cospargere un po' di parmigiano, un giro d'olio evo e sale.

Sulle patate adagiare le cozze a metà guscio, fare un giro d'olio evo e sale.
Sulle cozze mettere il riso lavato ed i pomodorini tagliati a metà, cospargere un po' di parmigiano, un giro d'olio evo e sale.
In ultimo le restanti patate affettate, lo spicchio d'aglio vestito, parmigiano, olio evo e sale.

Cuocere in forno a 160°C per 10 minuti, quindi coprire con acqua calda e il liquido filtrato delle cozze e far cuocere per altri 40~50 minuti, fino a cottura.
E' pronto quando sulla superficie si forma una crosticina appena dorata.

Togliere lo spicchio d'aglio, tagliuzzare con le dita il prezzemolo e cospargerlo sul riso.
E' buono sia caldo che freddo


Un caloroso grazie a Patrizia de 'La melagranata' che ospita l'Abbecedario per la "o" di Otranto, cioè Puglia.



Grazie anche alla Trattoria MuVaRa per aver ideato questa iniziativa.

17 commenti:

  1. mi hai fatto ricordare che taaaanti anni fa ho mangiato i frutti di mare crudi al porto di taranto...
    questa ricetta prima o poi la devo fare... è che pulire le cozze è fastidiosissimo

    affettuosità

    RispondiElimina
  2. Anche a ne piacciono molto e x fortuna
    Qui si trovano bene e a buon mercato, con il riso pero' non le ho mai assaggiate, da provare assolutamene . A presto

    RispondiElimina
  3. Da me in Arabia non si trovano assolutamente, ne farò una bella scorpacciata ora in Italia.
    Grazie per avermele ricordate :-)

    RispondiElimina
  4. Questo piatto è di un buono Anna!! Sono anni che non mangio cozze, è più facile trovarle ad Hiroshima che ad Atene! Mi farei anch'io una quintalata di chilometri se sapessi dove le vendono..Sono andata sbirciare anche le cozze pelose, mai viste!! Bacione

    RispondiElimina
  5. Hayırlı cumalar, ellerinize,emeğinize sağlık. Çok leziz ve iştah açıcı görünüyor.

    Saygılarımla.

    RispondiElimina
  6. ... in compenso le cozze qui costano 2 euro al chilo e ne posso mangiare a volontà!;)
    Comunque mia cara, quando andavo a scuola (da alunna), abbiamo fatto un bel viaggio in Puglia e indovina cosa ho mangiato a Taranto? ;)
    Baciiiiiii tesoro!
    P.s. Bella l'idea di surgelarle... vesiamo che fine faranno!

    RispondiElimina
  7. Buongiorno Anna (da me lo è ;-) ) ho anch'io un piccolo pensierino per voi :-)
    In cambio un piattino di riso lo prendo, qui le cozze la fanno da padrone, un abbraccio lungo fin da te...

    RispondiElimina
  8. @ValeTork
    Mi piacciono tantissimo quelle crude, ma adesso è Ilva-pericoloso
    Sai che le ho pulite in un niete con la paglietta metallica?
    Ma..... le voglie (alla mia età ahahahaha) vanno oltre questi problemi.
    Ciao carissima

    @Milla
    Allora piacciono a molti????
    Non lo sapevo! Per me era anche nostalgia ^-^! Ciao ciao!

    @arabafelice
    Stefania, strano che neanche da te si trovino, eppure sono dei molluschi che crescono con facilità.
    Ti conviene farti una piccola scorpacciata, senza esagerare ;-)

    @ornella
    Noi estere ci facciamo spesso prendere da nostalgie culinarie, vero Ornella?
    Meno male che la maggior parte delle cose ce le sappiamo autoprodurre.
    Baci!

    @Fuat Gencal
    Mi dispiace non capire la tua lingua.
    Cari saluti.

    @fantasie
    Stefania, non dirmelo!!
    Avrei dovuto riempire tutto lo strato di cozze, ma quanto mi sarebbe costato!!!!
    Ti ricordi ancora il sapore di questa delizia mangiata a taranto?
    Non so se ti è piaciuto, a me tantissimo.
    Le 3 in freezer aspettano pazienti di essere usate, vediamo come si comporteranno ;-)
    Baci, baci!

    @accantoalcamino
    Anche a Udine si trovano???
    Araba, Ornella, ma non c'è proprio religione, vero???? Perchè all'estero è così difficile?
    Libera, beata te che non hai i nostri problemi ahahahahaha!!
    Sono venuta a vedere il tuo regalo, non si sente che sto masticando?? ;-) ;-)

    RispondiElimina
  9. fresco saporito e gustoso...a questo piatto nn manca proprio niente forse solo una forchetta per farmi assaggiare:D!!baci imma

    RispondiElimina
  10. potreste provare a riprodurre anche le cozze....ahahaha....scherzo ovviamente....è un piatto molto appetitoso....un abbraccio...

    RispondiElimina
  11. Stupendo.. ^^ E visto il legame sentimentale direi che è un buon piatto takikomi da meditazione ^^
    Buon weekend!!

    RispondiElimina
  12. @dolci a ...gogo!!!
    Grazie Imma, la forchetta la prendo subito. Ho dimenticato di metterla vicino al piatto ;-)
    Baci!

    @Tamtam
    Tamara carissima, mai mettere limiti alla provvidenza ahahahahah!
    Grazie cara.
    Baci!

    @Jul e Mo
    E' senz'altro un piatto da che mi riportato indietro nel tempo.
    Forse a mangiarle a Taranto non mi avrebbero risvegliato lo stesso sentimento.
    Buona settimana
    Baci!

    RispondiElimina
  13. Ottima la tua fusion! le foto sono sempre spettacolari e fanno venire fame anche se qui è appena passata l'ora di colazione!
    Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  14. Riso patate e cozze in Giappone! Fantastico!

    RispondiElimina
  15. @Fabipasticci : Scusami carissima, non mi ero accorta del tuo messaggio. Grazie mille.
    Un bacione

    @Serena : Succede anche questo, grazie ad Internet.
    Ciao!

    RispondiElimina
  16. Buonissima e bellissima la tua ricetta di riso, patate e cozze!
    Un abbraccio affettuoso e grazie

    RispondiElimina
  17. Grazie per aver partecipato alla nostra tappa pugliese! Trovi tutte le ricette che hanno partecipato qui: <a href="http://abcincucina.blogspot.com.es/2012/07/o-come-otranto.html£>http://abcincucina.blogspot.com.es/2012/07/o-come-otranto.html</a>.

    E ora tutti in Lombardia!!!
    Aiu'

    PS Ho visto che sei nuova dell'abbecedario, se vuoi continuare il viaggio con noi sei la benvenuta!

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)