domenica 6 settembre 2009

Gyoza (Ravioli cinesi, versione giapponese)

L'altro giorno mi sono cimentata nel fare "gyoza", un piatto molto gradito ai giapponesi. E' una sorta di raviolone da preparare a vapore, bollito oppure sulla piastra ed inzuppato in una salsina piccante.
Alimento che ha origine in Cina, viene apprezzato molto anche in Giappone ed in Corea.
Si trovano in tutti i punti vendita di prodotti alimentari, persino nei "convenience store" (piccolo supermercato aperto a orario continuato). Una confezione da 15-18 costa circa 300 yen (2 euro circa).
Per saperne di più, vedere qui ciò che è riportato su Wikipedia.
La ricetta l'ho presa dal sito della Nisshin, che tra le tantissime attività tratta anche prodotti da mulino.

Ingredienti
"per impasto"
200 gr di farina di forza
140 cc di acqua bollente
farina per spolvero qb
"per ripieno"
200 gr di macinato di maiale
50 gr cavolo cinese (hakusai) o cavolo verza
1 porro
alcune piantine di nira (verdura difficile da trovare in Italia)
zenzero qb
1/2 spicchio di aglio (la quantità può essere aumetata o diminuita)
15 cc olio di sesamo
sale, pepe, salsa di soia, sake qb
"per la salsina"
salsa di soia
aceto di riso
ra-yu (olio cinese, piccante con peperoncino)
"per la cottura"
olio di semi
acqua


Sminuzzare il cavolo dopo averlo sbollentato e strizzato, il porro, lo zenzero, l'aglio ed unire il tutto al macinato di maiale.
La verdura nira non l'ho mai visto in Italia, nel caso la si può eliminare.





Condire con sale, pepe, salsa di soia e sake e mescolare.
Mettere a riposare in frigo.


Mescolando con un mestolo di legno, unire alla farina l'acqua bollente, versandola gradatamente. Impastare con le mani e formare una palla, coprire e mettere a riposare per 20 min. a temperatura ambiente, coperta da un tovagliolo umido.

Allungare una parte della pasta (tenendo coperta la restante con il tovagliolo umido), e tagliare a tocchetti da 3 cm
Schiacciare con il palmo della mano un pezzo e poi continuare a stenderlo con il matterello, in particolare i bordi devono essere abbastanza sottili.


Metterci dentro un cucchiaio di condimento (è meglio prepararne pochi per volta per evitare che si inumidiscano e, di conseguenza, non staccarsi dal piano lavoro)
Chiudere in due il cerchio e formare delle pieghe sul lato anteriore che si appoggiano sul lato posteriore (vedere qui), sigillare i bordi con un poco di acqua.

Far cuocere su una piastra ricoperta di carta forno oppure appena unta d'olio di semi.
Coprire con coperchio, quando avranno preso colore, aggiungere 1/3 di bicchiere d'acqua e continuare a cuocere scoperto.
Togliere dal fuoco ed impiattare
Inzuppare nella salsina fatta con salsa di soia, aceto di riso e ra-yu (olio cinese, piccante con peperoncino) o, in sua mancanza, salsa chili piccante. In genere si accompagnano al riso cotto a vapore. Il sapore dell'aglio predomina sugli altri,la sua quantità può essere adeguata al gusto del commensale.
E' un piatto sfizioso che può o meno essere gradito al palato di un italiano.

11 commenti:

  1. buoni!!!!!!!! io adoro i ravioli fatti così ma da queste parti è un po' difficile trovare tutti gli ingredienti giusti ... :-(((

    RispondiElimina
  2. Che meraviglia, mi piacciono molto i ravioli, è tanto che ho intenzione di farli, ma mi piacerebbe provare con quelli di pesce, poi semmai ti chiedo consiglio.
    In questi giorni ti ho pensata, perchè ho fatto lo yaki meshi che ho postato oggi con degli ingredienti che mi ha portato una amica da un viaggio in Giappone. Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensi, se ti va ovviamente!!!
    Ciao e a presto
    Antonella

    RispondiElimina
  3. ma che spettacolo!!!
    adoro queste preparazioni ;)

    RispondiElimina
  4. @Susina strega del tè
    Di sicuro sarà difficile trovare la salsa piccante cinese, ma penso che si possa sostituire con qualsiasi salsina.
    Sono decisamente più buoni di quelli che si vendono!
    Baci!

    @pappareale
    Ciao Antonella, sai che non sapevo che ci fossero gyoza ripieni di pesce? In genere sono con verdure, maiale, pollo e carni simili.
    Sono già venuta a sbirciare il tuo piatto nipponico, buono!!!!!!
    Baci!

    @Mirtilla
    Anch'io le adoro!!!! Mi sono fatta una scorpacciata!!!!!
    Baci, baci!!!!

    RispondiElimina
  5. La ricetta non è delle più veloci, ma dev'essere una tale bontà... me la segno, chissà che un pomeriggio non decida di dedicarmi alla cucina giapponese (sarebbe la prima volta!). Comunque grazie per la ricetta e complimenti per il blog. A presto

    RispondiElimina
  6. Grazie Sabrine,
    in fondo sono dei ravioli con un diverso ripieno.
    Grazie della visita, sei stata gentilissima!

    RispondiElimina
  7. Che ricetta carina!!! se hai altre idee, novità.... dai una occhiata al nuovo sito "gustorante" e condividi le tue creazione con altri appassionati delle cucina.

    RispondiElimina
  8. Buonissimi, Anna :)! Bellissimo il tuo blog ^^! Sono Nancy90 di Cookaround (ex Froda :D).
    Se ti va, passa da me :). Baci!!
    http://langolinodinancy.blogspot.com

    RispondiElimina
  9. Ciao Nancy, che bello risentirti!!
    Corro da te per salutarti!
    baci

    RispondiElimina
  10. Una vera specialista della cucina orientale! Non sai che piacere avere scoperto questo blog :)
    (io sto solo improvvisando e penso che da te passero' spessissimo!)

    RispondiElimina
  11. Grazie Vaty, sei molto gentile.
    Un abbraccio

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)