sabato 22 agosto 2009

Acciughe sotto sale


(Aggiornamenti del 24 agosto 2009 e del 18 novembre 2009)

Ho comprato due vaschette di questi piccoli pesci, qui si chiamano "kibinago", ma sono molto simili alle acciughe. Appena li ho visti ho pensato che sarebbero stati buoni da mettere sotto sale.
Detto fatto:

400 gr di acciughe pulite (senza testa ed interiora)
200 gr di sale grosso



Ho tolto la testa e le interiora ai pescetti, li ho lavati e fatti sgocciolare.
Li ho tamponati con della carta da cucina per togliere tutta l'acqua eccedente.

Ho messo una bella manciata di sale nel vaso di vetro che doveva contenere i pescetti.
Poi uno strato di pesci ed ancora sale, fino ad esaurimento degli ingredienti.
Ed ho finito con uno strato di sale.

Avrei dovuto mettere un peso da 1 Kg, ma il vaso non era completamente pieno e mi sarebbe stato difficile ficcarlo dentro.
Ho appoggiato sui pescetti un coperchio di materiale plastico, un bicchiere e dentro una confezione di sale da 250 gr.
Ho chiuso il tutto in una rete che ho legato in modo da creare una pressione sui pesci.
Infatti si è subito formato del liquido che domani mattina elimino.
Ho letto in rete che bisogna lasciare solo un poco di liquido per ricoprire le acciughe, e che bisogna sempre togliere quello che eccede.
Viene consigliato di tenere in luogo fresco e buio per un mese. Io per il momento ho messo il contenitore in frigo con un cappuccio di alluminio, altrimenti l'odore di pesce si sarebbe ficcato in tutti i posti.

E' la prima volta che mi accingo a fare le acciughe sotto sale, se qualcuno pensa che il mio procedimento non sia idoneo, me lo faccia cortesemente sapere, seguirò i consigli ricevuti.

Tra un mese dovrebbero essere pronte, non vedo l'ora di vederne il risultato.

Oggi, 24 agosto, sono così. Ho messo sopra un peso da 1 Kg e si sono ben schiacciate, sono diventate poco più della metà. Sto scolando ogni giorno il liquido che si forma, lasciandone meno di un dito, come mi è stato consigliato.

Ne ho fatte altre che non ho lavato, ma ho solo tolto la testa e le interiora. Poi pulite con la carta da cucina e seguito il procedimento di quelle lavate.


E finalmente le ho assaggiate! BUONISSIME!!!!! RIUSCITISSIME!!!!!

Il 18 novembre 2009 assaggio di rito, sono buonissime entrambi le preparazioni.
Forse quelle non lavate perfettamente sono più saporite, ma anche le altre sono buonissime.
Le acciughe sulla destra sono quelle non lavate, quelle sulla sinistra sono lavate.

Quelle che ho messe nel piatto, le ho spinate e messe sott'olio, le altre sono ancora nei rispettivi vasetti. Anche quelle sotto sale danno un profumino di aggiughe "vere"

Esperimento riuscitissimo!!
L'anno prossimo ne rifaccio di più, ormai l'home made impera nella mia casa ^-^

9 commenti:

  1. ciao,spesso passo dal tuo interssantissimo blog,e ti faccio i complimenti!:)....ascolta,sono figlia di vecchio pescatore(abito in riva al mare in prov di Napoli)e ho visto fare millanta volte quest'operazione a mio padre:dunque,di solito dalle mie parti il vasetto è in creta smaltato di bianco,giusti gli strati di pesce e sale grosso....il peso deve essere bello consistente,messo sopra al vaso sopra un coperchietto di legno,da noi il peso tipico è il sanpietrino grosso...ma credo che reperirlo dalle tue parti sia alquanto difficile.metti il tutto in una capiente bacinella,in modo da poter dover raccogliere il liquido delle alici più facilmente....lasciale così,....togli il liquido in eccesso che si raccoglie sul fondo della bacinella,giusto per una questione di odori!!!non vanno in frigo,ma in luogo fresco e aperto(sempre per la questione degli odori.)da noi si fano in questo periodo per essere "cotte"a dicembre,però vanno cmq controllte spesso,in quanto si rischia che il sale le mangi del tutto,lasciando solo le lische:le alici sono molto delicate!cmq devono stare non eno di due mesi....spero di essere stata esaustiva e ti lascio i miei saluti,in un adomenica d'agosto afosissima all'inverosimile!ciao,Nunù

    RispondiElimina
  2. Grazie Nunù,
    sei stata chiarissima!
    Stamattina ho messo un bel peso sopra ma sono ancora in frigo.
    Con il cappuccio di alluminio che ho fatto non si sente nessun odore.
    Ma se tu mi consigli di tenere il vasetto in un posto fresco ed aperto, lo farò!
    Domani mattina tolgo un poco del liquido delle acciughe e sistemo il vaso in un posto più idoneo.
    Grazie del tuo gradito consiglio!
    Ciao!

    RispondiElimina
  3. Ciao, ottime con il pane e il burro!

    RispondiElimina
  4. Ciao Anna,
    innanzitutto Augurissimi di Blog Compleanno !!!! Deve essere bello essere arrivata fin qui, ti auguro anche 100 anni di questo blog :-)

    E complimenti per le alici, poi vorrò sapere come ti son venute,mi è balenato qualche volta di farle, anche perchè sono molto più buone di quelle comprate, ma aspetterò il risultato ;-)
    Ciao
    Antonella

    RispondiElimina
  5. ciao , anch'io le faccio, da anni
    ma il mio procedimento è diverso
    forse il risultato è sempre uguale ,
    domani le dovrei fare ho ordinato le alici , la settimana scorsa e dovrebbe portare cosi le preparo anch'io ciao e piacere averti conosciuta

    ciao army

    RispondiElimina
  6. @Milla
    Non vedo l'ora di mangiarle con il pane fatto con il lievito liquido!

    @pappareale
    Antonella, grazie per gli auguri!!!
    Le acciughe sotto sale, è la prima volta che mi accingo a farle. Qui mi è difficile trovare le nostre acciughe, io ho usato un pesce simile che si vende molto in Giappone, spero che siano buone lo stesso!
    Ho letto in rete che le acciughe sotto sale si dovrebbero preparare agli inizi di agosto, se hai intenzione di farle, dovresti sbrigarti.

    @armanda
    Carissima, spero che tu posti sul tuo blog il tuo procedimento, vorrei vedere come le fai tu, la prossima volta potrei copiartele (^-~)
    Grazie per essere passata da me.


    Ringrazio tutte voi, siete carinissime!!!!
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  7. Ohhhhhhhhhhhhhhhhh!!! Io adoro le acciughe sai???? ^^

    RispondiElimina
  8. queste a casa mia non mancano mai!!!
    baciotti,ora mi devo recuperare tutti i post,sono appena rientrata dalle ferie ;)

    RispondiElimina
  9. Posso finalmente comunicare la buona riuscita dell'esperimento delle acciuighe sotto sale fatto con "kibinago".
    Solo la dimensione del pesce è diversa, il sapore anche più buono di quelle industriali ^-^

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)