giovedì 8 gennaio 2009

Pechino: La Grande Muraglia Cinese

Il nostro viaggio in Cina
Siamo partiti il 20 dicembre e rientrati il 23 dello stesso mese.
Ma, effettivamente siamo stati solo due giorni interi.
Il primo di questi giorni l'abbiamo dedicato alla Grande Muraglia,
la parte visitata da noi dista da Pechino circa 2 ore di autobus.
Ci avevano detto della rigidità dell'inverno cinese, ma lo avevamo sottovalutato.
Quel giorno faceva un freddo inverosimile, la mia vecchia macchina fotografica, molte volte, si rifiutava di accendersi, mi segnalava "batteria scarica" anche se non era vero.
Meno male che ne avevamo portato anche un'altra.
Probabilmente eravamo a 15 gradi sotto zero, e dalle semi finestre rivolte a nord soffiava un vento glaciale.
La Grande Muraglia
(in cinese tradizionale 長城 in cinese semplificato 长城 in pinyin Wànlĭ Chángchéng),
chiamata in Cina Wanli changcheng, ovvero Grande muraglia di 10.000 Lǐ è una lunghissima serie di mura edificate nell'odierna Cina a partire dal III secolo a.C. (circa 215) dall'imperatore Qin Shi Huangdi.
Nonostante il nome cinese (il Lǐ è una misura che corrisponde a circa 500 metri) la muraglia è lunga ben 6.350 chilometri con altezze variabili.
Doveva servire a contenere le incursioni dei popoli confinanti, in particolare dei Mongoli ma non si rivelò molto efficace, perché gli invasori riuscivano spesso a sfruttare i punti deboli rappresentati dalle porte che, giocoforza, la muraglia doveva avere.



10 commenti:

  1. la grande muraglia...sigh sigh sigh...
    il mio sogno andarci...che bella "gita", anna :)

    RispondiElimina
  2. @Sere... Serena, è da vedere assolutamente.
    C'è un proverbio cinese che dice (traduzione maccheronica): non sarai mai un vero cinese se non vedi almeno una volta la grande muraglia.
    C'era scritto sulla guida!
    Ma anche Pechino è stupenda!

    Bacioni

    RispondiElimina
  3. Luigi Morsello9 gennaio 2009 10:51

    foto bellissime, voi due siete una coppia perfetta.
    VI INVIDIO !!!
    no scherzo, anzi, sono contento per voi.

    RispondiElimina
  4. un viaggio straordinario!!!
    foto bellissime!!
    quanto mi piacerebbe fare questo tipo di viaggio ;)

    RispondiElimina
  5. Grazie Luigi e Mirtilla,
    ma le foto non rendono veramente la bellezza dei posti.
    Solo gli occhi sono in grado di fare questo.
    E' stato un viaggio che non voleva realizzarsi (abbiamo dovuto spostare per ben 2 volte la partenza con conseguenze economiche non indifferenti), ma alla fine ce l'abbiamo fatta e ci ha ripagato di tutto.
    Sono posti stupendi!

    RispondiElimina
  6. Ciao Anna... che bello in compagnia del consorte... ti vedo :)))ammazza che bella gita che ti sei fatta... stupendo ed emozionante essere li sopra... uno dei posti che si vede anche dalla luna ;)

    RispondiElimina
  7. Ciao Anna, avrai notato che ho linkato alcuni tuoi post sul mio blog, spero !
    Avrei voluto farlo con tutti quelli del tuo viaggio in Cina, ma tu sai che il mio blog è una specie di RASSEGNA STAMPA, che pertanto non conosce soste e che riscuote un certo successo per le personalizzazioni che io vi inserisco, ivi compreso i (quasi) unici commenti.
    Mi piacerebbe che invece vi fossero molti più commenti, ma la stragrande maggioranza dei blogger che visitano il mio blog si limitano a leggere e, forse, non ritengono necessario o anche semplicemente utile commentare e omettono di commentare anche quando i post sono confezionati da me stesso.
    Pazienza, io mi diverto lo stesso.
    I miei commenti diventano sempre più spregiudicati, talvolta mi scappa una parolaccia, ma tant'è, ho 71 anni, dò la colpa alla mia vecchiaia !
    :-)))

    RispondiElimina
  8. Tatiana, grazie della visita!
    Hai visto come ci siamo messi in posa per la foto ricordo?
    Quando ci vuole ci vuole!

    Luigi, ti ho risposto sul tuo blog.
    Grazie per il tuo interesse per i miei piccoli post, anche se non sono niente di eccezionale.

    Un abbraccio ad entrami!

    RispondiElimina
  9. Ciao
    finalmente sono riuscita a leggere tutto.Le foto di Pechino sono veramente belle,ma perchè la chiamano la città proibita?
    Tu e tuo marito sembrate due sposini in viaggio di nozze,vi auguro di fare altri viaggi come questo che anche se brevi(come si dice da noi)"son meglio di niente"
    Un abbraccio Lucia

    RispondiElimina
  10. Lucia, grazie della visita!!
    Città proibita perché nel periodo degli imperatori in quella città non poteva entrare nessuno tranne le persone della corte.
    Noi siamo solo una coppia di attempati coniugi.
    Io ho visto la tua foto, bella donna la mia amica Lucia!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina

Grazie per la vostra attenzione. Ogni messaggio è una parte di ponte che si costruisce, facciamolo diventare robusto usando parole costruttive.
有難うございます! (Arigatou-gozaimasu!)